Mi vien da vomitare…

Scandalo Unar, Meloni: “chiudere il sedicente Ufficio antidiscriminazioni razziali”

“Chiediamo che l’Unar, il sedicente ‘Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali’ della Presidenza del Consiglio dei ministri, venga chiuso oggi stesso. L’Italia non ha alcun bisogno di un ‘ufficio’ che con una mano finanzia un’associazione gay nei cui circoli si consumerebbero rapporti sessuali a pagamento e con l’altra scrive lettere ai parlamentari per censurare il loro pensiero“.

Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, a proposito del servizio delle ‘Iene’ relativo ai 55mila euro della Presidenza del Consiglio – tra quelli stanziati per il contrasto delle discriminazioni sessuali e razziali – “assegnati a un’associazione di circoli in cui si pratica sesso e prostituzione”, si legge su un post Facebook della trasmissione di Italia 1.
“Non un euro in più delle tasse degli italiani – aggiunge Meloni sul social network – deve essere buttato per pagare lo stipendio a dei signori, come il direttore dell’Unar Spano, che in evidente conflitto d’interessi assegnano decine di migliaia di euro di soldi pubblici ad associazioni di cui sono soci. Fratelli d’Italia presenterà oggi stesso un’interrogazione urgente al Governo per chiedere la chiusura immediata dell’Unar e le dimissioni del suo direttore Spano”.
adnkronos

Francesco Spano,  Con la presidentA Boldrini
unar_boldrini_spano
Francesco Spano, Con la Ministra Fedeli
20170220_030752
Non soltanto non hanno mai chiuso gli enti inutili, ma li hanno incrementatati e ne hanno istituiti altri per soddisfare le loro perversioni.Il seme della follia!!Mentre i terremotati stanno ancora in strada “le jene”scoprono orge e markettari a spese del contribuente. Il governo Italiano finanzia bordelli (nati sotto associazioni culturali) con 55mila euro cadauno.

gli “amici” di donna Prassede:

Dentro un campo rom a Palermo si nascondeva un latitante, Sebastian Dibrani di 43 anni, ricercato negli ultimi sette anni dalla procura di Messina. L’operazione degli agenti si stava svolgendo senza particolari intoppi, con loro c’era un giornalista di PalermoToday che riprendeva la scena. Ed è stato proprio lui a immortalare un gruppetto di ragazzini che a favore di telecamera hanno cominciato a sbeffeggiare gli agenti di polizia, cantando alcuni pezzi dei brani più famosi del rapper Bello Figo come “Non pago afitto…” e “Matteo Renzi mi ha detto che posso stare in Italia…”. Gli agenti hanno ignorato la scena e nel corso della perquisizione hanno scovato anche quattro donne accampate in quelle roulotte che risultavano clandestine. Sono state sequestrate anche 12 automobili, tutte prive di assicurazione.

libero

TUTTA BRAVA GENTE…..

HANNO UNA CUL-TURA DA INSEGNARE….

NON RUBANO…..

SONO BUONI…….

Gli imbecilli ci sono sempre

Berlusconi: siete parte integrante del centro-destra

E NASCE PURE LA DESTRA SOVRANISTA DI ALEMANNO E STORACE

Con l’elezione all’unanimità di Gianni Alemanno segretario e Francesco Storace presidente, con Roberto Menia vice segretario, i 1500 delegati al congresso

e rientreranno nel ricco ciclo dei soldi …anche se votare questi due bisogna essere prima ricoverati alla neuro.

Professionisti riciclati della politica in cerca di rientrare in parlamento; Berlusca li usa in funzione antiSalvini/Meloni, portano zero voti e ne tolgono tanti. Affanculo, assieme al Berlusca.

giusto per chiarire:

cattura

 

voi avete diritto ad un beato cazzo…..

siete qui per promesse idiote d’un gruppo d’abusivi che vi utilizza per far soldi, andate da loro a farvi dare la casa ( il PCI ha centinaia d’immobili…)

il ribaltamento neurale porta a parlare e pretendere come diritti oggetti che nemmeno chi ha lavorato qui tutta la vita ha , senza mai assolutamente parlare di doveri…..

è la religione dei sinistrati : gli altri pagano loro godono.

pensiero unico allineato:

Profilo blogger

 
Non abiti, o non lavori, in Veneto da almeno quindici anni? Niente asilo nido. È la modernissima e liberale norma che il Consiglio Regionale Veneto, a maggioranza leghista, ha approvato pochi giorni fa. Due sono gli illuminati consiglieri che hanno presentato questo testo: Maurizio Conte e Giovanna Negro. Precedenza ai disabili, ovviamente, per dare un tocco di politically correct alla norma e poi giù, il criterio che praticamente impedirà a buona parte di famiglie immigrate, dall’estero o anche da altre regioni d’Italia (ad esempio dipendenti pubblici spostati) di accedere all’asilo nido: quindici anni di residenza o lavoro.(…)

POVERETTA….

STARNAZZA PER QUANTO SOPRA….

DEFINISCE “RAZZISTA” LA SCELTA VENETA….

MI PIACEREBBE FARE ALLA TIPA DUE DOMANDINE:

A) CHI PAGA ?

B) QUANDO CASE ED ALBERGHI SONO SOLO PER CLANDESTINI NON E’ RAZZISMO CONTRO GLI ITALIANI ?

MA TANT’E’…… SE IL BUIO OCCUPA LE MENINGI…

 

QUESTO E’ RAZZISMO VERO :

razzismo