schifosi ladri di stato:

“se” sono state rispettate tutte le leggi,

“se” sono stati versati tutti i contributi richiesti

“se” non ci sono violazioni di nessuna legge..

TAGLIARE LE PENSIONI DI CHI HA VERSATO IL GIUSTO E’ DA LADRI, DELINQUENTI ED INCAPACI DI FAR ALTRO !!

Annunci

ora…..

“Repubblica”, Crosetti: “Ora teniamoci pronti Appendiamo i fascisti”

In un tweet comparso sui social ieri, nella tarda serata, il giornalista del quotidiano diretto da Mario Calabresi si è lasciato andare ad uno sfogo durissimo

Insulti e provocazioni. Maurizio Crosetti, firma di Repubblica ha abituato i suoi lettori a frasi e a tweet che spesso vanno oltre i limiti del normale dibattito politico sui social.

 

SE LA NONGIUSTIZIA NON L’INCRIMINA MI SENTO AUTORIZZATO A TENERMI PRONTO PER IMPALARE……

 

degrado morale, mentale sociale:

Alla fine erano sicuramente più di un centinaio abbondante le persone che hanno aspettato, accalcandosi, l’arrivo di Fabrizio Corona venerdì sera al Caleffi di via Canapa a Ferrara. Il suo arrivo era previsto intorno alle 22, ma — almeno a giudicare dalle sue storie di Instagram e dal suo calendario — prima stava partecipando ad un altro evento nel milanese e alla fine si palesa intorno a mezzanotte. Per lui la folla, composta da giovani e meno giovani, va in visibilio e viene accolto euforicamente mentre sgattaiola verso il tavolo al quale ha cenato con i suoi collaboratori e alcuni ospiti che avevano pagato per l’esperienza.

Super lavoro per i bodyguard che devono formare una catena umana per evitare la ressa, ma lui comunque si presta seppur a tratti scontrosamente alle foto ricordo coi fan. “Corona o lo si ama o lo si odia, l’ho invitato non per pubblicità ma perché quello che ha da dire lo dice in faccia. Credo che quello che ha subìto sia un po’ eccessivo per le situazioni che nel mondo del giornali si vengono a creare: nella vita si impara e spero abbia appreso la lezione. Per il resto è un personaggio come un altro”, commenta il titolare del locale sul suo invito.

Per Corona non è la prima venuta in territorio ferrarese: già nel 2016 aveva infatti partecipato al carnevale di Cento in veste di testimonial.

estense.com

 

ANDARE AD ACCLAMARE E “PAGARE” PER VEDERLO….

ECCO E’ IL SEGNO DEL MARASMA MENTALE E DEL DEGRADO CHE DILAGA NELLE MENTI !!

NESSUNA MERAVIGLIA DEL GUANO CHE CI CIRCONDA…

 

il volto del vero razzismo:

 

Magistrato: “Straniero va tutelato più degli italiani”, è rivolta

VOX

Rivolta contro il magistrato Francesco Saluzzo, procuratore generale del Piemonte, secondo cui “lo straniero va più tutelato degli italiani”.

Proteste su Facebook a proposito della vergognosa dichiarazione, alcune anche oltre le righe, ma meno di quanto detto dal magistrato.

Tutto nasce in una pagina dove è stato condiviso l’articolo di di giornale che riportava dichiarazioni rese da Saluzzo nelle scorse settimane. Queste:

“Il cittadino straniero ha egualmente il diritto di essere tutelato nei confronti degli altri stranieri e direi ancora di più degli italiani”

“Ghigliottina per tutti i giudici come lui”, auspica una donna, mentre un altro auspica “la legge di Lynch” (quella del linciaggio – ndr). Un internauta afferma che lui e i colleghi andrebbero “mandati a casa a calci in culo” mentre un altro dice che “dovrebbero violentare un suo parente”.

Sicuramente frasi eccessive. Ma quello che ha detto il magistrato razzista è degno di un’ispezione ministeriale: ci sei Bonafede?

 

 

A) PANE AL PANE:  STRANIERO UN CAZZO PER IL 95% SONO clandestini SENZA ALCUN DIRITTO

B) E’ GRAZIE ANCHE  ALLA “GIUSTIZIA” APPLICATA IN SIFFATTO MODO CHE SIAMO NELLA FOSSA BIOLOGICA

C) BONAFEDE E’ LI’ CHE BARCOLLA, TENTENNA, CINCISCHIA TREMULA….. MA STA FERMO ….

elementare Watson:

Vittorio Feltri svela i veri numeri di Luigi Di Maio: “Conti a p*** insieme al governo di Lega e M5s”

13 Ottobre 2018

Risulta dalle statistiche ufficiali che in Italia coloro che lavorano in nero sono 3 milioni e 700 mila, una cifra enorme.
Ebbene tutti questi signori, figurando disoccupati, avranno presto diritto a riscuotere il reddito di cittadinanza, che ammonta a 780 euro. Ora, se moltiplichiamo la somma per il numero di quelli che sgobbano sottobanco si arriva a un totale mensile impressionante ovvero 2 miliardi e 886 milioni.

Non è finita, poiché i mesi dell’ anno sono dodici, occorre un’ altra moltiplicazione: 2 miliardi e 886 milioni x 12 fanno 34 miliardi e 632 milioni. Una montagna di quattrini da prelevarsi dalle casse vuote dello Stato che incrementeranno in misura spaventosa il debito pubblico. Se poi calcoliamo che, oltre ai neristi, bisognerà retribuire i disoccupati veri, abbondanti al Sud, il denaro necessario ad accontentare i poveri fasulli e quelli autentici si raddoppierà, salendo a circa 70 miliardi.

Ecco, in base al conto della serva, che non sbaglia mai, siamo in grado di segnalare ai nostri lettori che la manovra studiata (si fa per dire) da Di Maio e soci peserà insostenibilmente sul bilancio del Paese, mandandolo in malora, come non bastassero i guai da cui è afflitto. È la prova che i grillini hanno un deficit di intelligenza. Non è materialmente possibile sprecare capitali che non abbiamo in casa.

Facciamo poi notare che se anche Salvini si ostinasse a voler abolire la legge Fornero e pretendesse di dare vita alla Flat tax, ossia l’ abbassamento delle imposte, i nostri conti andrebbero a puttane insieme al governo bicolore, i quali non reggerebbero all’ urto creato da simili buchi. Il vero problema è questo. Non neghiamo che l’ esecutivo sia animato da buone intenzioni, tuttavia per realizzarle servono risorse di cui purtroppo siamo sprovvisti. La mia impressione è che i nuovi politici abbiano i piedi saldamente ancorati sulle nuvole. Se non atterrano in fretta andranno sotto terra.

di Vittorio Feltri

 

NON E’ FACILE ESSERE PIU’ IGNORANTI , FACILONI, SUPERFICIALI E POCO INTELLIGENTI DI CHI , ANALFABETA, CREDE DI GIOCARE A MONOPOLI !!

l’analfabeta contro l’economista….

Giovanni Tria spiega ai pochi ministri istituzionali con cui si confronta ancora, che si sente “stanco, provato e soprattutto delegittimato“. Un preludio alle dimissioni? Sembrerebbe di sì – spiega Repubblica – perché il ministro dell’Economia è stato completamente messo da parte da questo governo. Giusto ieri, venerdì 12 ottobre, mentre era a Bali per un meeting della Banca Mondiale e del Fondo monetario internazionale, Tria è stato scavalcato da Luigi Di Maio che ha reso pubblica l’intenzione di creare una nuova Alitalia partecipata dalle Ferrovie dello Stato e dal ministero dell’Economia, il tutto con il supporto della Cassa depositi e prestiti che potrebbe finanziare l’acquisto o il leasing degli aerei. Peccato però che il diretto interessato non ne sapesse nulla.

 

Il vicepremier pentastellato ha replicato al ministro dell’Economia contrario alla decisione: “Se Tria non si riconosce nel progetto può lasciare il posto a un altro“. Questo – fa sapere il quotidiano – è il senso che trapela dalla risposta del grillino. A nulla dunque sembrano servite le spiegazioni del responsabile del Tesoro sui motivi per cui gli aiuti ad Alitalia non possono funzionare. Tria starebbe dunque – per Di Maio – oltrepassando i limiti. Non è la prima volta, infatti, che i due discutono. Lo fanno praticamente su tutto quello che prevede la manovra, dal deficit al 2,4% alle ipotesi dei Cir, così come i Btp per gli italiani. L’esecutivo non solo sfida il ministro dell’Economia, ma lo rende pure “muto”. È di qualche giorno fa l‘imbavagliamento subito da Tria da parte del leghista Claudio Borghi, che gli ha spento il microfono mentre stava rispondendo a un Renato Brunetta provocatorio. Insomma, sembra proprio che i grillini abbiano fatto di tutto pur di cacciare Tria e che, questa volta, sembrano avercela fatta.

LIBERO

 

MAI LAVORATO, MAI STUDIATO, NON SA LEGGERE UN BILANCIO CONOSCE UN CAZZO D’ECONOMIA MA….

DALL’ALTO DELLA SUA CAPRITUDINE SPUTTANA GLI ESPERTI !!

ECCO CHI SONO GLI INSETTI…

CREDONO DI GIOCARE A MONOPOLI !