excort della peggior razza :

 

Alfano pronto a tradire: le condizioni segrete per far passare lo ius soli

Il leader Ap aveva detto no al provvedimento Ma voterà sì in cambio di garanzie elettorali

 

ELETTO CON VOTI DI FI , TRADITORE PER SUOI INTERESSI, PRONTO AD ALLEARSI CON CHIUNQUE PUR DI MANTENERE LA SEDIA…..

UN UOMO TUTTO D’UN PEZZO…

SI’ DI xxxxa !

Il coglione di turno…

Le orazioni funebri di Matteo Salvini
http://www.ilfattoquotidiano.it

di | 22 agosto 2017

Ma chi è lo “shit stormer” medio che vediamo in questi giorni invadere con veemenza la bacheca di Salvini?? Analizziamolo.

È comunista.
È disoccupato da anni grazie al Job Act di Renzi e ad alla flessibilità del neo liberismo comunista 2.0 ( che Salvini denuncia e combatte).
Se mai troverà un lavoro andrà in pensione con un obolo a 87 anni grazie alla legge Fornero ( non votata dalla LEGA).
Non vota da 5 anni, ed ha acclamato gli esecutivi Monti, Letta, Renzi, e Renzi 2 Gentiloni piazzati alla guida del paese per NOMINA e senza alcuna legittimazione popolare. (Come la LEGA denuncia).
Ha qualche nonno che potrebbe suicidarsi per la faciloneria con la quale certe banche usano i risparmi di cittadini per risanare i propri buchi. ( Come Salvini denuncia).
I suoi anziani genitori vivono in condomini sotto leggi e regole del califfato e non possono più uscire di casa assieme perchè gli occuperebbero immediatamente l’appartamento ( come Salvini ha più volte dimostrato).
Non esce di casa nemmeno lui dopo le 21 per evitare coltellate, rapine, risse, aggressioni, scippi, e tutto il resto a corollario dell’invasione migratoria di “risorse” voluta ed assistita dal PD( come la LEGA e Salvini denunciano).
Ma mentre viene schiacciato da quanto sopra, non trova nulla di più intelligente e coerente da fare che venire a spargere scorregge ideologiche sulla pagina di un politico all’ OPPOSIZIONE che NEMMENO GOVERNA, intimandogli di ritirarsi, ed accusandolo di ogni male possibile basandosi sulle menzogne con le quali gli hanno intriso le trecce rasta al centro sociale.
Non esiste una sola spiegazione logica ai continuati ragli di questi professionisti del vuoto assoluto, che non sia quella di una PAGHETTA, da ritirare dalle viscide mani dell’influencer PD di zona, al termine di ogni loro triste giornata.

la jena ridens…

sindacA2

Ecco la sequenze delle foto di Ada Colau, la sindacA tanto carA ai progressisti. Dolce, accogliente, pro immigrazione senza se e senza ma. Ma si…sono morte 15 persone, morti che “forse” si sarebbero potuti evitare se si fossero messe le barriere antisfondamento…
Lei resta sempre una sindaca amata dalle anime belle.
E se la ride, alla cerimonia per le vittime.

L’IMBECILLE DI TURNO!

“ALLAH AKBAR” NARDELLA SCHERZA SULLE VITTIME MA SI SCUSA CON GLI ISLAMICI

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, al Meeting di Rimini, si avvicina al collega Luigi Brugnaro al grido di ‘Allah Akbar’ poi chiede scusa ai musulmani e non alle vittime degli attentati

http://www.ilgiornale.it

“ALLAH AKBAR” e giù grasse risate.
Di Giovanni Donzelli

Nardella, il purtroppo Sindaco di Firenze del PD, in vena di scherzi grida pubblicamente al Sindaco di Venezia la frase con cui i terroristi islamici si lanciano negli attentati e subito dopo si diverte come un matto a ripensare a quanto è stato simpatico. Risate e pacche sulle spalle. Già questo potrebbe bastare, ma poi dopo poche ore arrivano le scuse. Drammatiche e ancora peggiori del pessimo scherzo.
Se non ci fosse il video di Repubblica avrei pensato a una bufala, invece no. Eccolo qui Nardella che ride:In Spagna si piange ancora per le strade di Barcellona. Le salme dei due italiani morti nell’attentato sono arrivate da poche ore a Ciampino e Nardella ride e scherza felicissimo.
Passa qualche ora e arrivano sui social le scuse di Nardella.

Si scusa con il Sindaco di Barcellona? Noooo
Si scusa con i familiari delle vittime spagnole? Noooo
Si scusa con i familiari delle vittime italiane? Noooo
Si scusa con i fiorentini per rappresentarli in modo indegno? Noooo

Nardella si scusa con gli islamici !
Non solo siamo in guerra, ma con questi del PD che ci governano la guerra l’abbiamo già persa.

A parte che da un ‘amico di renzi non ci si poteva aspettare altro ma a me piacerebbe sapere cosa ne pensano i suoi cittadini soprattutto quelli che lo hanno votato.

 

 

 

merdaioli:

 

Miliardi al vento

Vittorio Feltri: così il premier Paolo Gentiloni spreca i soldi delle nostre tasse

Vittorio Feltri: così il premier Paolo Gentiloni spreca i soldi delle nostre tasse

Noi siamo probabilmente ritardati mentali. Per anni abbiamo cercato di capire come mai l’Italia abbia un mostruoso debito pubblico, ma solo ora siamo riusciti a svelare il mistero. La spiegazione è peggiore di quanto potessimo immaginare. Il nostro attuale governo, come del resto i precedenti, incassa una montagna di denaro attraverso la riscossione delle nostre tasse, le più alte d’Europa, e la butta nel cesso, per usare una espressione elegante.

Gentiloni e la sua banda di simpatici gaglioffi hanno deciso di finanziare una pletora di cittadini per renderli felici evitando così grane sociali, che disturbano il manovratore. Qualche esempio: soldi a pioggia ai rom per agevolare il loro inserimento attraverso una partecipazione politica. Ciò che richiede la formazione di associazioni di nomadi aspiranti alla stanzialità, partiti e roba del genere. Notizia che rallegra. Miliardi a iosa ai migranti desiderosi di rimanere in Italia: assegni mensili distribuiti a capocchia allo scopo di favorire l’inserimento e la sopravvivenza di coloro che arrivano qui in veste di clandestini. Evviva. Come siamo buoni.

Poi, usando un linguaggio burocratico, assicurare un reddito di inclusione a qualunque sfigato italiano o straniero che sia. Palanche ai disoccupati, quasi che non gliene dessimo abbastanza con la cassa integrazione guadagni. Palanche ai giovani che rifiutandosi di lavorare la sera, il sabato e la domenica, hanno bisogno di sostentamento per pagare il conto della discoteca. Poveri ragazzi, non è lecito privarli della ricreazione. Insomma, euro distribuiti a tutti senza badare a spese.

Ci risulta che nel ramo alberghiero è sufficiente adattarsi alle regole della stagionalità per garantirsi lo stipendio dodici mesi. In che modo? Semplice. Tu ti fai assumere novanta giorni dal un hotel e hai diritto alla disoccupazione per l’anno intero. Non male, diremmo.

Varie collaboratrici domestiche, alle quali versi i contributi, chiedono il ricongiungimento della madre (ne hanno diritto in base alle nostre leggi del menga, promosse dalla sinistra), la quale madre al compimento del sessantacinquesimo anno di età, accede automaticamente al pensionamento sociale: 600 euro e rotti. La vecchia delega la figlia all’incasso della pensione e torna al Paese di origine dove, grazie al denaro dell’Inps campa quale principessa.

Ci sarebbero altre storie analoghe da raccontare per indignarvi. Ma sono sufficienti queste, suppongo, per fare il quadro della situazione in cui ci troviamo a causa dei dementi da lustri seduti in Parlamento, fottendosene del cosiddetto bene comune. Ecco perché siamo in bolletta marcia e anneghiamo nei passivi di bilancio. Altro che spending review. Seguitiamo a scialacquare capitali per ospitare scrocconi extracomunitari e mantenere lazzaroni indigeni. Elargiamo quattrini a tutti tranne ai connazionali che sgobbano. Di costoro non importa nulla a nessuno.

Quanto ai vecchi, crepino pure all’ospizio, ammesso che i figli (raramente) provvedano a saldare la retta. Il debito pubblico è figlio di una gran puttana.

di Vittorio Feltri

Amatrice docet…

Piena solidarietà a tutti gli ischitani e a coloro che erano in vacanza.
Ma vorrei ricordare a tutti loro di non commettere gli stessi errori dei terremotati di Amatrice e dintorni. Ad Amatrice e limitrofi infatti i fancazzisti di stato, tacchino fiorentino in prima linea, hanno sfilato tutti, IN CAMPAGNA ELETTORALE, con il loro proclama e le loro vane promesse, accolti in pompa magna dalla popolazione.
RICORDATEVI DI QUESTO cari ischitani!!
Amatrice e dintorni, tante promesse e nulla di fatto, “passato lu giorno, gabbato lu santo!”, l’inutile Vasco Errani dopo essere stato nominato e non avere concluso nulla di fatto ha dato le dimissioni, sia mai che in il suo microcefalo comunistoide e atrofico ha avuto un movimento fortuito che ha risvegliato in lui un lume di buonsenso tanto da far si che si rendesse conto della propria inettitudine totale?
QUANDO I FANCAZZISTI DI STATO ARRIVERANNO A ISCHIA, ACCOGLIETELI COME SI MERITANO, GIRATE LORO LE SPALLE E IGNORATELI, SE IL VOSTRO SINDACO PREPARERA’ LORO POMPE DI BENVENUTO, MANDATELO AFFANCULO!! TANTO SAPETE GIA’ COME SARETE TRATTATI.
Il sindaco di Amatrice era sempre in prima linea con le sue fanfare ad accogliere tutti i fancazzisti di stato, a farsi i selfie con loro, beandosi da buon beota pdiota di tante promesse vane, oggi però piange e si lamenta del nulla di fatto!! FESSO!!! Certi personaggi non meritano stima, i capi di stato, quelli seri si, ma questi non sono capi di stato, sono FANCAZZISTI DI STATO, che nessuno ha elettto e che pensano solo a sè stessi e ai loro putridi deretani!!

“Non darò nemmeno un euro per i terremotati: ci pensi lo Stato”

Lino Ricchiuti, il leader del Popolo delle Partite Iva, si oppone all’Italia in cui “la beneficienza fa da pretesto” per non prevenire i disastri dei terremotati

http://www.ilgiornale.it

IDEM!