un bel mazzo di pirla:

Camera, il blocco navale crimine internazionale? FdI unica a votare no

Col solo voto contrario di Fratelli d’Italia, la commissione Esteri ha votato a favore per criminalizzare il blocco navale. FdI promette battaglia alla Camera

Francesca Galici – Mar, 02/03/2021 – 19:11

La situazione sbarchi nel nostro Paese non sembra destinata a migliorare, per lo meno non nel breve periodo.

Giorgia Meloni in tempi non sospetti, era il 22 febbraio, si chiedeva se il nuovo governo fosse intenzionato a dare seguito alle richieste di Fratelli d’Italia in merito ma le ultime novità non sembrano andare in quella direzione. “Nel silenzio generale, continuano gli sbarchi in Italia. Fratelli d’Italia continua a tenere alta l’attenzione sul business dell’immigrazione clandestina e a chiedere l’attuazione di un blocco navale per fermare gli sbarchi. Il nuovo Governo ci ascolterà?”, domandava quasi retoricamente la leader di Fratelli d’Italia su Facebook circa 10 giorni fa. Oggi, invece, è arrivata la notizia del voto contro il blocco navale e a darne notizia è l’esponente di Fratelli d’Italia Andrea Delmastro.

“Oggi in commissione Esteri della Camera dei deputati è stato votato un emendamento allo statuto istitutivo della Corte penale internazionale che introduce il nuovo crimine internazionale di aggressione con il solo voto contrario di Fratelli d’Italia”, ha detto il deputato. Questo è un lavoro del quale negli ultimi giorni l’opinione pubblica non è stata adeguatamente informata. Andrea Delmastro è il capogruppo Fdi in commissione Esteri e si è assunto lui la responsabilità di rendere noto un voto di fondamentale importanza, che inciderà sulla difesa dei confini del Paese.10 agenti positivi a Lampedusa. Scoppia l’ira: “Non siamo tutelati”

Ma Andrea Delmastro e, soprattutto, Fratelli d’Italia hanno deciso di non arrendersi a questo voto. FdI è pronta a dare il suo no quando l’emendamento arriverà alla Camera sono pronti a discutere del merito della questione: “È crimine internazionale di aggressione il blocco navale. Per noi chi difende in ogni modo i confini è un patriota, non un criminale internazionale. Daremo battaglia in Aula anche se in splendida solitudine per affermare il diritto dello Stato Italiano a difendere confini e frontiere”. Con solo Fratelli d’Italia all’opposizione, difficilmente l’emendamento verrà bocciato ma il partito di Giorgia Meloni continuerà a dichiararsi contrario a un dispositivo che dal loro punto di vista priva l’Italia di uno strumento di protezione dei confini.

Nel giorno in cui si rende nota la notizia dei numerosi contagi tra le forze dell’ordine operanti nell’hotspot di Lampedusa, è arrivata la notizia del passaggio in commissione della criminalizzazione del blocco navale. “I criminali internazionali sono gli scafisti, non chi vuole disarticolare la tratta degli schiavi e difende i confini anche con il blocco navale”, ha concluso Andrea Delmastro nella sua nota.

LA MANICA DI XXXXXX CHE HA VOTATO A FAVORE GUADAGNA CIFRE FOLLI , MAGARI CON SCORTA E NON SA CHE SIGNIFICHI NON ARRIVARE A FINE MESE , OLTRE A CIO’ NON DIMENTICHIAMO CHE CI SONO FOLLE DI DELINQUENTI CHE LUCRANO ALLA GRANDE SUL TRAFFICO DI SCHIAVI .

COM’E’ CHE SIAMO L’UNICO PAESE CHE OSPITA TUTTI SENZA LIMITI MANTENENDO CHIUNQUE ?

QUALCHE DOMANDINA FATEVELA E SE NON RISPONDETE E ‘ PERCHE’ SIETE DELINQUENTI !

malafede come stile di vita:

Migranti, la sinistra a Draghi: “Ius culturae per unire l’Italia”

Maurizio Landini suona la carica per tornare a parlare di Ius Soli e Ius Culturae: “Indipensabile per unire il Paese”. Adesso da sinistra potrebbero sorgere pressioni su Mario Draghi

Mauro Indelicato – Mar, 02/03/2021 – 17:07

Oggi viene chiamato Ius Culturae, ma in realtà altro non è che un vero e proprio Ius Soli e costituisce un chiodo fisso della sinistra da diverso tempo.

HANNO BISOGNO DI TESSERE, SONO AFFAMATI DI SOLDI ED ALLORA SPARANO MINKIATE SENZA SENSO !!

tutto come e peggio di prima !!

TRE MINISTRI ; LAMORGESE/DIMAIO/ SPERANZA COL SILENZIO DEI DUE CAPINTESTA MANTENGONO INVARIATO O PEGGIORATO L’ANDAZZO DELL’ULTIMO ANNO, ANCHE IERI ALTRI 500 CLANDESTINI DA MANTENERE VITANATURALDURANTE,

CAOS NELLA SANITA’ , COMPLETAMENTE IGNORATI E SBEFFEGGIATI A LIVELLO EUROPERO E GALATTICO !

MA TRANQUILLI IL BEOPOPOLO E’ IMPEGNATO IN SANSCEMO E CALCIO , TUTTO IL RESTO E’ SECONDARIO….

solo incapaci o collusi ?

Matteo Renzi e l’Airbus da 168 milioni? Il documento: così il M5s non fece nulla per riavere i soldi

Esplora:

01 marzo 2021

Un documento riporta che la proposta dell’Aeronautica militare, sull’Airbus 340 dell’Alitalia voluto da Matteo Renzi costato milioni di euro ( un leasing da 168 milioni 205mila euro con Etihad, Emirati Arabi) e dismesso successivamente dai Cinquestelle,  per tentare di non perdere del tutto l’investimento non fu mai presa in considerazione dai governi Gentiloni e Conte I, in particolare dal ministro grillino della Difesa, Elisabetta Trenta. Anzi due big grillini, come Luigi Di Maio e Danilo Toninelli, furono protagonisti dello show mediatico seguito dal totale abbandono dell’aereo, che è attualmente parcheggiato a Fiumicino, scrive il Giornale.

BUFFONI, PAGLIACCI O…PEGGIO ? QUALCUNO IN GALERA PER AVER GETTATO DENARO PUBBLICO A PALATE MAI VERO ?

NON SIAMO UN PAESE SERIO !

scoperta l’acqua calda :

Migranti, bomba su Mare Jonio: “Pagata per prenderli a bordo”

Il trasbordo dei migranti sulla Mare Jonio avvenuto dopo un accordo economico. L’accusa dei pm: “Ha percepito un’ingente somma”

Andrea Indini – Lun, 01/03/2021 – 12:53

A lanciare la bomba, questa mattina, è stata la procura di Ragusa che ha portato alla luce l'”accordo economico” che avrebbe portato nella casse della Mare Jonio “un’ingente somma” di denaro per farsi carico di alcuni clandestini recuperati in mare aperto dopo essere partiti dalle coste del Nord Africa.

ANCHE IL MIO GATTO SA CHE TUTTI MA PROPRIO TUTTI QS FINTI BUONISTI LO FANNO PER DENARO , COME TUTTI I “VOLONTARI” AL LORO PROFUMATO SOLDO .

ORA IN GALERA PER TRATTA DI SCHIAVI ED INTRODUZIONE DI CLANDESTINI ?

GIAMMAI VERO ????

CHE PAESE DI GRULLI….

la dimaialata del millennio:

Due furbetti del reddito di cittadinanza sono stati beccati dalla Guardia di finanza di Cecina, in provincia di Livorno e sono stati immediatamente denunciati. Nel primo caso i militari della finanza hanno scoperto un uomo di 37 anni di Cecina che non ha dichiarato vincite ottenute con i giochi online per oltre 640 mila euro, così come non aveva dichiarato di aver percepito 22.500 euro dalla vendita di una porzione di un appartamento che aveva ricevuto in eredità. Insomma non esattamente un nullatenente. Eppure, nonostante questo, l’uomo ha incassato quasi 6 mila euro di reddito di cittadinanza tra il 2019 e il 2020. L’uomo è stato quindi denunciato alla Procura di Livorno per “indebita percezione” del reddito di cittadinanza, la misura tanto voluta dal Movimento 5 stelle, e segnalato all’Inps per l’irrogazione della sanzione amministrativa di revoca o decadenza del beneficio nonché per il recupero delle somme ricevute senza averne diritto.

DA SBUDELLARSI DALLE RISATE… DUE ??????

NESSUNO SA QUANTI FANCAZZISTI DEL…… NON NE HANNO DIRITTO : ZINGARI, GALEOTTI, MAFIOSI, DOPPIOLAVORISTI IN NERO…. MIGLIAIA E MIGLIAIA MA… NE TROVANO 2 ED ALLEGRIA !!!

SE DRAGHI NON LI MANDA TUTTI A LAVORARE SIGNIFICA CHE E’ COME I SUOI PREDECESSORI ALIAS ……. ARIA FRITTA PUZZOLENTE !

fuori da qs europa :

Vittorio Feltri su Mario Draghi: “Temo sia la controfigura di Giuseppe Conte”

“Difficile trattenere un vaffan***”. Vittorio Feltri massacra Mario Draghi: quel brutto sospetto sul “premier di Roma”

Vittorio Feltri 28 febbraio 2021

Va da sé, Mario Draghi è seduto sul trono di Palazzo Chigi da una settimana e sarebbe assurdo criticarlo per non aver ancora compiuto niente. Finora, poveraccio, si è limitato a seguire le orme del suo predecessore, divertendosi a colorare le regioni martoriate dalla pandemia. Una sola novità anche in campo cromatico: la Sardegna è diventata bianca, candida come giglio. Beati gli isolani, i quali non litigano più col virus, a differenza dei connazionali. Pensiamo che l’esordiente premier sia obbligato ad agire imitando il vecchio per un unico motivo: non possiede gli strumenti validi per combattere il male del secolo.

Tanto valeva rimanesse Conte. Feltri mastica amaro: la prova che con Draghi non è cambiato nulla

“Tanto valeva rimanesse Conte”. Feltri mastica amaro: la prova che con Draghi non è cambiato nulla

Egli non può contare sui vaccini per la semplice ragione che i deficienti dell’Europa, pur dandosi tante arie, non sono capaci di acquistarli e distribuirli agli Stati membri. Risultato in sintesi brutale: in Italia abbiamo avuto 97 mila decessi, in Francia ne hanno avuti 86 mila e in Germania 69 mila. È evidente che molto non ha funzionato dalle nostre parti, se questa è la eredità che ci ha lasciato il lodatissimo avvocato del popolo. Il quale ha sbagliato a fidarsi dei burocrati ottusi della Ue per fornirsi delle dosi salvifiche. Ecco il punto. Se pure Draghi, dichiaratosi innamorato dei fenomeni di Bruxelles, non troncherà i rapporti con loro e non si deciderà in fretta a comprare in proprio sui mercati internazionali le iniezioni portentose in uso in mezzo mondo, non c’è dubbio: subirà lo stesso trattamento riservato a Conte.

“Ursula? Al diavolo”. Feltri a valanga: “Ci fa vivere nella paura e nessuno dice niente”

In effetti, persino uno sprovveduto capisce che senza vaccino andiamo incontro a una strage di persone e al fallimento della economia, la quale senza salute pubblica non è in grado di riprendersi. Non credo serva una intelligenza superiore per afferrare simile elementare concetto. Inoltre, nei suoi panni darei una occhiata a quel che succede nell’Agenzia del farmaco, anche essa dominata dall’Europa, che, per esaminare un prodotto e stabilire se sia più o meno efficace per prevenire l’infezione, ci mette un secolo cosicché non ci è consentito importare per esempio lo Sputnik, a differenza di tante Nazioni. La mia personale impressione è che se ci arrangiassimo da soli, senza dipendere da certi soloni, usciremmo presto dall’emergenza e dalla detenzione a cui pure lei, caro Draghi, ci ha condannato. La presente è una sorta di supplica. Mi auguro venga accolta. 

UN SORRISO E UN’INCAZZATURA:

Lecce, 85enne ruba cibo per sfamare gatti randagi: i carabinieri gli pagano la spesa

I militari, chiamati dagli addetti del supermercato, hanno saldato il conto di 2,50 euro

(4.5K)LEGGI DOPOCOMMENTA

gatto, caramelle
Instagram

Wurstel e scatolette di cibo per gatti del valore totale di cinque euro, ma in tasca il cliente ha la metà della somma e passa alla cassa, cercando di occultare la merce. Quel cibo, infatti, gli serve per sfamare i gatti randagi del quartiere, ne ha bisogno. Così un 85enne di Lecce, scoperto all’uscita del negozio dagli addetti alla sicurezza, viene segnalato per furto ai carabinieri. I militari arrivano e… saldano il conto.

I carabinieri, infatti, constatando la lieve entità del gesto e l’esiguo importo residuo, provvedono a pagare i 2,50 euro mancanti, permettendo all’anziano di sfamare i suoi gatti randagi. Senza la denuncia.

UN SORRISO PER L’ANZIANO ED I CC CHE TROVANO UN BRICIOLO D’UMANITA’ ORMAI SCOMPARSA…..

UN’INCAZZATURA PER GLI OLTRE 100.000 CLANDESTINI IN ALBERGO CHE GETTANO IL CIBO

UN’INCAZZATURA PER LA FOLLA DI BEOTI FANCAZZZISTI DEL REDDITO CHE CERTAMENTE HANNO PIU’ DI 2,5 EURO IN TASCA !

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑