qs fanno schifo e vomito ma……

Silenzio elettorale? Macché. Cartelli pro Gualtieri nella piazza della Cgil

16 Ottobre 2021 – 21:01

Più di un cartello col nome dell’ex ministro è stato esposto dai manifestanti presenti al corteo della CgilFederico Garau

CHI, COMPLICE, NON FA RISPETTARE LE LEGGI A TUTTI FA VOMITO E SCHIFO !

si potrebbe ridere se non ci fosse da vomitare:

Vittorio Sgarbi contro il corteo Cgil: “Ridicola passerella. C’era anche Di Maio, che passa la vita a schivare il lavoro”

16 ottobre 2021

  • a
  • a
  • a

Triste che la CGIL si sia prestata a squallida strumentalizzazione alla vigila del ballottaggio di Roma. Ridicola passerella politica che con il lavoro non ha nulla a che fare. C’era anche Luigi Di Maio, uno che ha passato la sua vita a schivarlo, il lavoro”. Questo il tweet di Vittorio Sgarbi a proposito della manifestazione indetta dalla Cgil dopo l’assalto alla sede del sindacato da parte di alcuni appartenenti a Forza Nuova.

Per Sgarbi è inaccettabile che una manifestazione si svolga alla vigilia del voto politico sul sindaco di Roma, concetto ribadito più volte negli ultimi giorni. Si strumentalizza, secondo il critico d’arte, per dare contro a Fratelli d’Italia in vista del ballottaggio tra Enrico Michetti e Roberto Gualtieri. E non perde, ovviamente e sempre Sgarbi, l’occasione per attaccare uno dei suo0i bersagli preferiti: il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, presente alla manifestazione indetta dalla Cgil.

SOLO LORO POSSONO INFRANGERE IMPUNEMENTE IL SILENZIO ELETTORALE…… COMUNQUE VOTATE GUALTIERI ROMANI BELLI COSI’ FINALMENTE FINIRETE DI SOFFRIRE !!

ecco…..

Che abbiano usato il pass per costringere il popolaccio a vaccinarsi è talmente evidente che l’ha capito persino dimaio….

che sia democratico, intelligente, utile…tutto da dimostrare.

Resta poi da capire, a parte la voglia di non perdere la pensione delle capre al potere, come mai tutto questo affetto per un governo che riesce persino a far peggio dei precedenti…. masochismo di massa ?

quale la faccia e quale il…..

“Sono inadeguati...”. L’ultima lezioncina del prof Prodi

15 Ottobre 2021 – 16:48

Romano Prodi si iscrive al partito dei moralisti e attacca così Salvini e MeloniDomenico Ferrara

SARA’ ADEGUATO LUI….. QUELLO DEL “LAVORERETE MENO GUADAGNANDO DI PIU’ CON L’EURO”,

QUELLO CHE HA STABILITO A CASA SUA NEL CESSO IL CAMBIO LIRA/EURO …..

ADEGUATISSIMO….. COME XXXXXX

fanno i “montaggi” gli schifosi !!

PiazzaPulita, Giorgia Meloni sfida Corrado Formigli: “La mia intervista integrale la pubblico io”

Sullo stesso argomento:

Otto e mezzo, Corrado Formigli e Gad Lerner tra gli ospiti: pronto il processo a Giorgia Meloni?

“Ti faccio una obiezione”. Green pass, Giuli zittisce Formigli e la Gruber deve cambiare discorso | Video

14 ottobre 2021

Prosegue la guerra di PiazzaPulita contro Giorgia Meloni. Il programma di La7 condotto da Corrado Formigli questa sera, 14 ottobre, manderà in onda la terza parte dell’inchiesta su Fratelli d’Italia. La stessa che accusa il partito della Meloni di finanziamenti illeciti e ammiccamento al fascismo. Si tratta dell’ennesimo spezzone di un girato di 100 ore, che la leader ha chiesto di visionare interamente senza risultati. E così questa volta a prendere contropiede Formigli ci pensa direttamente lei: “Visto che Formigli e Piazzapulita sono ossessionati da me e da Fratelli d’Italia – ha scritto in un post su Facebook -, vediamo se stasera si degneranno di mandare in onda questo video senza il solito taglia e cuci. Non ci credo molto, però tentar non nuoce. Nel frattempo qui potete vedere le mie risposte integrali alle faziose insinuazioni di questo giornalismo”. 

“Ecco cos’ha mandato in onda Piazzapulita”. Il social media manager della Meloni? Guai legali in vista per Formigli | Video

Insomma, la Meloni ha bruciato PiazzaPulita. Una scelta che il conduttore non ha preso nei migliore dei modi, proseguendo la polemica: “Giorgia Meloni si lamenta anche oggi del nostro ‘taglia e cuci’. Quello che si chiama comunemente, nel giornalismo tv, montaggio. C’è un modo per evitarlo: partecipare in diretta alla nostra trasmissione. La aspetto stasera a Piazzapulita su La7, se vorrà”.

Video su questo argomento

“Chi ha preso i soldi? Nessuno”. Senaldi smonta l’inchiesta-farsa di FanPage: “Vi spiego perché perseguitano la destra”

Peccato però che anche su questo la leader di Fratelli d’Italia era stata chiara: la sua presenza è vincolata alla pubblicazione dell’intero girato. Se non mandano in onda tutta l’inchiesta, la Meloni diserta gli inviti. Un appello che Formigli finge di non sentire. 

NON SI VERGOGNANO NEMMENO I POVERETTI: SMONTANO E RIMONTANO AD CAZZUM QUALSIASI DICHIARAZIONE PER FARLA DIVENTARE ASSURDA INCOMPRENSIBILE MA ATTA A DENIGRARE CHI NON E’ ALLINEATO AL LORO NONPENSIERO !!

NON SONO GIORNALISTI E NEMMENO GIORNALAI…

i pagliacci sono serviti:

“Questo è un plotone contro la Meloni“. Crosetto lascia lo studio di Formigli

14 Ottobre 2021 – 23:51

L’imprenditore ha lasciato la trasmissione di La7 in aperta polemica. “Quando tutti sparano su persone che non possono difendersi, non è giornalismo né democrazia”, ha detto prima di abbandonare la direttaMarco Leardi0

"Questo è un plotone contro la Meloni". Guido Crosetto se ne va da Formigli

“Questo è un plotone di esecuzione nei confronti di Giorgia Meloni e del centrodestra”. Così, ieri sera Guido Crosetto ha deciso di abbandonare lo studio di Piazzapulita, dove da più di un’ora si stava discutendo della controversa inchiesta di Fanpage su Fratelli d’Italia e Lega. Nello studio di La7, i toni del confronto e dei servizi trasmessi erano palesemente monocordi, ostili ai suddetti partiti e ai loro leader. Dunque – arrivato il momento di prendere la parola – l’imprenditore ed ex sottosegretario alla Difesa ha preferito andarsene in aperta polemica con l’impostazione del talk show.

“Io ascolto da un’ora la trasmissione. Man mano che la sentivo andare avanti mi chiedevo: ‘Che cosa ci faccio qua? ‘. Perché io ho una grandissima stima nei confronti del giornalismo, ancora più della politica con la p maiuscola e della democrazia. E penso che la democrazia si fondi sul confronto, non sui plotoni d’esecuzione. Quando vedo dei plotoni d’esecuzione dico che sarebbe giusto che si difendessero le persone che poi vengono uccise”, ha dichiarato Crosetto, unico ospite in studio a prendere le difese di Giorgia Meloni e del centrodestra. Davanti a lui, la sardina Mattia Santori (ora tra le fila del Pd) e il vicesegretario dem Giuseppe Provenzano, che nei giorni scorsi aveva addirittura definito la leader di Fratelli d’Italia “fuori dall’arco democratico“. Poco prima, in apertura di trasmissione, aveva preso la parola pure Romano Prodi.

Incalzato dal conduttore Corrado Formigli, che lo invitava a spiegare meglio la propria contestazione, Crosetto ha aggiunto: “Il plotone d’esecuzione è quello che è stato sinora la trasmissione, nei confronti di Giorgia Meloni e dell’intero centrodestra (…) Io sono inadatto nel recitare il ruolo di foglia di fico e faccio l’unica cosa che può fare una persona che si sente inadatta. La saluto, mi scuso e me e vado”. A quel punto, l’imprenditore si è alzato dal tavolo della discussione e si è incamminato verso l’uscita dello studio. Trattenuto con fastidio dal padrone di casa, che gli rinfacciava di aver voluto fare una “uscita di scena teatrale”, Crosetto ha tenuto il punto. E ha ribadito: “Quando tutti sparano su persone che non possono difendersi, non è giornalismo né democrazia, secondo me”.

Poco più tardi, mentre in diretta su La7 proseguiva la discussione, l’ex sottosegretario alla Difesa è tornato a motivare il suo gesto con un tweet. “Non dividetevi, come al solito, tra squadre di tifosi per commentare il mio gesto. Non ha nulla di politico. È altro. Riguarda il modo di fare le cose. Anche di contrapporsi. Mi è costato molto farlo e ho deciso 5 minuti prima di alzarmi. Mi scuso con Piazzapulita”, ha scritto.

SERVI AL SOLDO, EXCORT MA DI BASSA LEGA , SARDINE PUTREFATTE …….

UN LETAMAIO PUZZOLENTE ASSAI !

Blog su WordPress.com.

Su ↑