ci sono subumani che…..

per far vedere che esistono devono insultare il prossimo, denigrare , e se donne sputaneggiarsi in ogni posto e situazione

i media sguazzano con simili nonumani che pertanto arrivano persino ad autocredersi intelligenti e belli , guadagnando tanti soldi senza fare un cazzo e straparlano….straparlano…straparlano

qualcuno poi arriva a “minacciare” di mettersi in politica !

E C’E’ CHI CREDE CHE RIUSCIREMO A VENIRNE FUORI…..

 

Annunci

PROTOTIPO DEL SINISTRATO MENTALE INTELLIGENTE:

Insulti choc di Toscani a Meloni: “Ritardata, brutta e volgare”. E lei lo zittisce: “Miserabile”

Lo scontro tra Giorgia Meloni e Oliviero Toscani. L’attacco del fotografo a La Zanzara. La replica della leader di Fdi su Facebook
Claudio Cartaldo –

Oliviero Toscani ora se la prende con Giorgia Meloni. Ospite della trasmissione “La Zanzara” su Radio 24, il noto fotografo – che più volte ha sparato alzo zero contro Salvini – se la prende con la leader di Fratelli d’Italia.

“Per fortuna ci sono gli stranieri che mi hanno insegnato tutto. Mi hanno insegnato il rock and roll, hanno portato i blu jeans”, ha detto l’autore di alcune delle più famose campagne pubblicitarie dei Benetton. “Ce l’hai sempre con gli italiani, perché dici ‘quattro coglioni di italiani?'”, gli ha domandato Giuseppe Cruciani. “Mi stanno sui coglioni quelli che fanno i nazionalisti, sono quattro coglioni”. Anche la Meloni? “Lei poveretta è ritardata. Brutta e volgare”. Un attacco choc, che però non si è fermato a queste parole: “Mi dà fastidio la sua estetica – ha insistito il fotografo – È fastidiosa. Mi dà fastidio e tutto ne risente”.

I conduttori hanno provato a far ragionare Toscani, che però era un fiume in piena e le sue dichiarazioni non sono passate inosservate. “Il radical chic (con tessera Pd in tasca) Oliviero Toscani, fotografo di Benetton, dice alla trasmissione ‘La Zanzara’ che io sono ‘brutta e volgare’ – ha replicato la Meloni su Facebook – che ‘gli dà fastidio la mia estetica’ e che ‘sono ritardata’. Non risponderei a qualcuno che disistimo così profondamente, se non ci fossero in queste poche parole svariate forme di razzismo viscerale. Razzismo contro le donne, costrette – indipendentemente da ciò di cui si occupano – a dover rendere conto del loro aspetto fisico. E, molto peggio, razzismo verso il dramma di chi soffre di disturbi psichici. Voglio dire che sono profondamente fiera che la mia presenza dia fastidio a una persona così miserabile”.

 

IL NULLA MENTALE, IL GENTLEMAN , L’EDUCATO, IL RISPETTOSO, IL SIGNORILE E DEMOCRATICO ….ANDREBBE IMMEDIATAMENTE DENUNCIATO FACENDOGLI SBORSARE TANTI SOLDINI PER GLI INSULTI CHE LUI STESSO SI FA AL MATTINO GUARDANDOSI ALLO SPECCHIO…MA SI SA… I SINISTRATI SONO INDENNI DA CONDANNE PER DIRITTO GIUDIZIARIO….

comunque…. è grazie a subumani siffatti che s’accresce la mia autostima !!!

non possono essere solo scemi…. sono prezzolati:

 

I MALEDETTI CHE VOGLIONO DISTRUGGERCI COMPLETAMENTE:

 
(….) Ecco perché stamattina Paolo Gentiloni ha lanciato il sasso senza nascondere la mano, augurandosi la nascita di un “asse” tra dem e pentastellati contro la Lega per far cambiare idea a Conte e spingerlo a partecipare al summit dell’Onu a Marrakech. “Purtroppo l’iter del decreto sicurezza racconta una storia opposta, con il dissenso dei 5 stelle che viene alla fine assorbito e il resto della destra che si accoda alla linea Salvini”, stuzzica Gentiloni che sa bene a chi indirizzare il telegramma politico. Per ora l’ala vicina a Fico esclude che il M5s possa smarcarsi dal partito di via Bellerio, ma mai dire mai. Il desiderio c’è.
 
Il Pd in fondo è tutto schierato a favore del Global Compact e il suo pacchetto di voti arriverebbe compatto. Molti nel M5S vorrebbero firmare a favore, mettendo così in seria difficoltà la maggioranza. Per uscire dall’impasse la soluzione trovata da Di Maio e Salvini sembra quella di rinviare il voto (previsto per il 23 dicembre) a data da destinarsi. Il più lontano possibile. Anche l’ala movimentista che fa riferimento a Fico è consapevole che se ne parlerà non prima di febbraio. “Si andrà sicuramente verso un rinvio. Sia per scelta politica, sia perché occorrerà discutere di altri provvedimenti”, spiega all’Agi un esponente del Movimento che nei giorni scorsi si era schierato a favore del piano Onu.(…) GIORNALE
 
PD E 5 STALLE FAVOREVOLI AL GLOBAL COMPACT
NON PAGHI DEI DANNI FATTI SINO AD ORA INSISTONO…
E CI SONO ANCORA LOBOTOMIZZATI CHE LI VOTANO ?
 
POI LACRIME DI COCCODRILLO QUANDO SAREMO DEL TUTTO ANNIENTATI ?
 
MA IL VOLERE DI CHI PAGA, ALIAS DEGLI ELETTORI ,NON CONTA DAVVERO UN BEATO ?
 

CHE SIATE STRAMALEDETTI PER TUTTI I SECOLI !!!!!!!!

neuroni (pochi) allo sbando:

OGNI GIORNO IL CONTRARIO DEL PRECEDENTE E SICURAMENTE DIVERSO DA QUELLO DOPO….

PROCLAMI DI ASSOLUTA FERMEZZA POI…..

TUTTO IN VAKKA…O MERDA AD LIBITUM

OGGI IO FACCIO UN FAVORE A TE DOMANI TU A ME

COSI’ DURIAMO 5 ANNI ED INCASSIAMO TANTI BEI $ SENZA FARE UN BEATO CAZZO D’INTELLIGENTE…

DIFFICILE DIRE SE SIANO UGUALI O PEGGIO DEI PRECEDENTI….

il fatto che…..

TUTTA LA BEOSINISTRA, QUELLA INTELLIGENTE, QUELLA CHE SA TUTTO DI TUTTI, QUELLA CHE INSEGNA A VIVERE A TUTTI…

saviano,

toscani,

demagistris,

strada,

boldrinowa,

fico,

dibattista ecc.ecc…

SIA INCAZZATA NERA CON SALVINI…

E’ SCIENTIFICA DIMOSTRAZIONE CHE … LA STRADA E’ QUELLA GIUSTA !!!

PAZZESCO !!!

 

Papa Francesco: “Chiese vuote? Vendiamole per dare una mano ai poveri”

Papa Francesco ha parlato dell’ipotesi di cedere le chiese e gli spazi ecclesiastici che risultano vuoti. Il fine, però, deve essere quello di aiutare le persone meno fortunate

Papa Francesco ha messo in campo l’ipotesi di vendere le chiese, nel caso questo gesto risultasse utile a fornire ausilio alle persone meno fortunate.

NON SI CHIEDE IL MOTIVO DELLO SPOPOLAMENTO IL SOGGETTO !!!

VENDE PROPRIETA’ NON SUE MA DEI FEDELI CHE LE HANNO PAGATE … POVERI…QUALI POVERI ? I CLANDESTINI ?

ASPETTO CON ANSIA LO SCISMA

pecunia non olet:

CI SONO PERSONAGGI che hanno dimostrato coi fatti la loro incapacità, scarsa intelligenza, opportunismo, e spesso idiozia purissima,.qualche volta delinquenza pura .

 
Spariti dalla scena attiva per votazioni o per essere inquisiti continuano imperterriti a sparar cazzate che i media ripostano come perle di saggezza,,,
 
MA QUANTO SIETE SCEMI GIORNALISTI DEL CXXXX?
 

COI DANNI CHE HANNO FATTO L’UNICA VIA SAREBBE IGNORARLI E FARLI MORIRE NEL DIMENTICATOIO NON FAR LORO PUBBLICITà OGNI GIORNO

 

epigoni del cazzaro di Firenze:

mentre uno vomita minkiate buoniste dal Guatemala (tutto pagato) :” bisogna essere piu’ umani coi profughi” confondendo profughi con clandestini..

l’altro dichiara stampate 6.000. 000 di tessere del fancazzista ma non sa da chi e quando….poi corregge: Le STAMPERA’ la posta”.

GRULLINI, CAZZARI PRIMA, DURANTE E DOPO LE ELEZIONI, COLLEZIONISTI DI FIGURE EMMERDE COME E PEGGIO DEI DEM…. che è tutto dire !!

images

ultima chiamata..poi è la fine !

Il governo italiano non firmerà il Global Migration Compact, l’atto Onu sui migranti che sarà siglato il 10 e 11 dicembre a Marrakech. Si rimette a quanto deciderà il Parlamento. Salvini: “Il governo italiano non firmerà alcunché e non andrà a Marrakech. Deve essere l’Aula a discuterne”. Per il premier Giuseppe Conte l’atto “è assolutamente compatibile con la nostra strategia, ho condiviso il piano con i miei partner Ue, non ho cambiato idea” ma “è giusto creare un passaggio parlamentare”. Tutti concordi con il passaggio parlamentare, ma intanto al Parlamento europeo Lega-M5s si spaccano. Martina: “Conte si rimangia impegni internazionali, un ‘comportamento vergognoso”.

“Il Global Compact è assolutamente compatibile con la nostra strategia, ho condiviso il piano con i miei partner Ue, non ho cambiato idea” – ha detto il premier Giuseppe Conte – rispetto alla valutazione espressa all’Assemblea Onu ma essendo un documento che ha valore politico abbiamo convenuto che forse è giusto creare un passaggio parlamentare, in cui far condividere da parte di tutti ciò che stiamo facendo”.

“Come ha ribadito Conte, il Global Compact è un documento che pone temi e questioni diffusamente sentiti anche dai cittadini: è opportuno, parlamentarizzare il dibattito – hanno spiegato i parlamentati M5s delle Commissioni Esteri e il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano – e rimettere le relative scelte all’esito di tale discussione, come pure è stato deciso dalla Svizzera. E’ corretta la scelta del Governo che a Marrakech non parteciperà, riservandosi di aderire o meno al documento solo quando il Parlamento si sarà pronunciato dopo un approfondito dibattito”.

“Come hanno fatto gli svizzeri che il global compact lo hanno portato avanti fino a ieri e poi hanno detto ‘fermi tutti’ – ha detto il ministro degli Interni Matteo Salvini -, così il governo italiano non firmerà alcunchè e non andrà a Marrakech. Deve essere l’Aula a discuterne. Il governo italiano farà scegliere il Parlamento“.

Anche il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, “resta convinto che l’orientamento del Parlamento rappresenti un punto di riferimento essenziale” in riferimento al Global Compact for Migration.

Il “Global compact? Va sottoscritto assolutamente”. Così il deputato e presidente della Commissione Affari Costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia, in un post in cui dice di condividere le parole del ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi in Parlamento. “Le condivido a prescindere dalla partecipazione del nostro Governo alla Conferenza di Marrakech. Abbiamo bisogno di una gestione globale dell’ immigrazione. L’Europa ha fallito e ha lasciato da soli i singoli Stati. Ora che facciamo? Rifiutiamo un tentativo più ambizioso?” scrive in un post.

ANSA | 28-11-2018 20:46

 

EMERITI PEZZI DI XXXXXX

CHI LI MANTIENE ?

CHI LI SOPPORTA ?

CHI SUBISCE LE PREPOTENZE QUOTIDIANE ?

SIETE SOLO SCEMI O PREZZOLATI ?

FACCIAMO VEDERE CHE NON CI HANNO LOBOTOMIZZATI, TUTTI IN PIAZZA, FORCONI O GILET GIALLI …

POI SARà LA FINE DI TUTTO…