lapalissiano….

Bruno Vespa, la critica a Mario Draghi: “L’olio di ricino del decreto”, quel favore ai “magistrati” sul Green Pass

18 settembre 2021

  • a
  • a
  • a

Mario Draghi è il primo presidente del Consiglio della nostra storia che governa (bene) a prescindere”. Parola di Bruno Vespa che ricorda come il premier sia un’eccezione visto che dal “1946 i padri costituenti decisero che l’Italia dovesse avere governi deboli”. Non è il caso dell’ex numero uno della Banca centrale europea che nonostante la maggioranza più che eterogenea dimostra giorno dopo giorno di riuscire a tenere le redini dell’esecutivo. “È il primo premier – osserva Vespa sulle colonne del Giorno – a poter fare indisturbato cose di buonsenso che i contrasti di coalizione hanno impedito a tutti gli altri”. D’altro Draghi “è figlio del signor Covid e del Piano di rilancio: un accoppiamento inedito e contro natura che richiede una coalizione inedita e contro natura”.

Secondo il conduttore di Porta a Porta il presidente del Consiglio è l’unico che ha “poteri non comuni”, perché “se seda una rissa tra Letta e Salvini, ne emerge senza che la sua grisaglia ne esca minimamente intaccata”. Non è andata diversamente l’approvazione all’unanimità del decreto sull’estensione del Green pass. A maggior ragione se si considera che alcuni dettagli risultano per Vespa “incomprensibili“.

Perché un dipendente privato viene sospeso dopo un giorno di assenza contro i cinque concessi al suo collega pubblico e i quindici ai magistrati? Qualcosa di inspiegabile che comunque risulta essere necessario: “L’olio di ricino del decreto è salutare e va bevuto senza pentimenti“. E forse è proprio lo stesso discorso che muovono i vari partiti di questo esecutivo e che permette al presidente del Consiglio di fare quello che vuole quando vuole.

SEMPLICEMENTE …LA BANDA BASSOTTI NON VUOLE MOLLARE LA SEDIA PER NESSUN MOTIVO SAPENDO CHE SE SI VOTA IL 90% DOVREBBE ANDARE A LAVORARE…ERGO …. INGOIANO TUTTO E DI PIU’ LASCIANDO LIBERO IL CAPO DI FARE CIO’ CHE VUOLE !

rivotatelo !!

Il quartiere da incubo di Milano occupato dagli immigrati

18 Settembre 2021 – 12:10

Rom e nordafricani si sono spartiti un intero complesso nella periferia di Milano, dove vivono nel degrado assoluto tra droga e sporciziaFrancesca Galici11

Il quartiere da incubo di Milano occupato dagli immigrati

Le occupazioni dei palazzi nelle periferie milanesi è un’emergenza sempre più grave. Sono decine gli edifici trasformati in abitazioni da immigrati irregolari, che vivono nel degrado e in condizioni igienico-sanitarie ben oltre i limiti dell’accettabile. In via Medici del vascello e via dei Pestigalli, periferia sud-est di Milano, c’è una delle situazioni pù gravi dell’intera area metropolitana. Qui, diversi edifici sono stati occupati abusivamente da immigrati irregolari e rom che gestiscono una sorta di società che fugge alle norme di civiltà del resto della città.

“Ho trovato decine di siringhe e occupanti visibilmente storditi dall’eroina: il sospetto è che dal vicino bosco di Rogoredo i tossici trovino riparo qui”, ha dichiarato Silvia Sardone, eurodeputata e consigliere comunale della Lega a Milano. “C’è gente che occupa da mesi e chi da pochi giorni, come mi hanno raccontato loro stessi, segno che la situazione è in continua evoluzione”, ha proseguito l’esponente leghista. La suddivisione degli spazi è netta all’interno dei palazzi: “I rom si sono presi la portineria accampandosi con tende e materassi. Nel palazzo invece ci sono marocchini, tunisini, congolesi: vivono in condizioni pietose in mezzo a sporcizia, feci, topi, rifiuti. Nella struttura accanto hanno trovato riparo i rom sgomberati dal campo abusivo di via Bonfadini”.https://www.ilgiornale.it/gallery/embed/1976209.html

Tanto lo sconcerto da parte dei cittadini delle zone limitrofe, stanchi ed esasperati di vivere nei pressi di un intero complesso occupato che non rispetta le più elementari norme igieniche e di civiltà. “Menomale che il Comune doveva vigilare…”, è il commento amaro di Silvia Sardone davanti a questa situazione, ignorata dalle istituzioni locali. Sull’argomento è intervenuto anche Davide Ferrari Bardile, candidato della Lega al Municipio 4: “Da tempo mi confronto con i residenti del quartiere Merezzate giustamente arrabbiati con l‘amministrazione comunale per il trattamento che gli ha riservato in questi anni”.

Sono tante le criticità della zona causate dal complesso occupato, che inevitabilmente si riversano sulla quotidianità dei residenti. “Insicurezza, degrado, illegalità: mi hanno detto che non si contano più i furti, anche a danno di ragazzini. Spero solo che non si debba assistere a qualcosa di ancora più grave prima di una messa in sicurezza dell’intero quartiere fantasma. Qui intorno ci sono strutture scolastiche: non è accettabile questo degrado accanto a dove studiano dei minori!”, ha concluso Ferrari Bardile.

SONDAGGI?????

SEMBRA , SECONDO UN SONDAGGIO, CHE I DEM-ENTI ABBIANO SUPERATO TUTTI I PARTITI COME GRADIMENTO…..

ECCO CHE NEL GIRO D’UNA SETTIMANA SIA ACCADUTO SIMILMINKIATA SEMBRAMI DAVVERO IMPOSSIBILE , COMUNQUE SE COSI’ FOSSE …CHE SIA !

AVREMO PRESTO CLANDESTINI AD LIBITUM, IUS SOLI, MUTANTI ADOTTANTI, VAGINE IN AFFITTO , PATRIMONIALE, TASSE A GOGO ……

CHI E’ CAUSA DEL SUO MAL…… RAZZI SUOI !

solo i grullodem non sono in grado di capire oltre agli schifosi che ci lucrano…..

 Ursula von Der Leyen : “Se interpellata, la maggior parte degli europei sarebbe d’accordo che dobbiamo reprimere la migrazione irregolare”. E ancora: ”Dobbiamo rimpatriare coloro che non hanno il diritto di soggiornare qui, ma accogliere coloro che immigrano legalmente e offrono un contributo così vitale alla nostra società e alla nostra economia”. Tradotto in termini pratici, vorrebbe dire che tutti, dico tutti, i migranti sbarcati sulle coste italiane “illegalmente” per Ursula andrebbero rimandati al mittente. Nessuno escluso

APPUNTO…. SE INTERPELLATA…..

MA GLI ANIMALI FANNO E DISFANO SENZA INTERPELLARE NESSUNO !!

BASTA !! maremmastramaiala

– lo smacchiatore di guaguari vede camicie nere ovunque. Bersani sostiene che nella galassia dei non vaccinati ci sia “il pezzo più rumoroso” composto da persone che lui definisce “No vax, Sì Dux”. Gente che fa una “operazione politica” ed è “fascista”. Non solo: contro questi puzzoni “il ministero degli Interni forse potrebbe considerare un po’ meglio l’applicazione della legge Mancino”. Solito schema sinistro: se non sei d’accordo con qualcuno, definiscilo “fascista” e invoca la Mancino. Funziona, ma quanta bassezza… (il giornale)

MONONEURALI, DEMENTI , ANALFABETI CON LA FISSA DEL FASCISMO CAUSA DI TUTTI I MALI…

COVID COMPRESO ??

demensondaggi

  • Quirinale, il sondaggio di Mentana: chi vuole al posto di Mattarella la maggioranza degli italiani (e occhio al secondo posto)

:

13 settembre 2021

Chi vogliono al Quirinale al posto di Sergio Mattarella gli italiani? Secondo il sondaggio del TgLa7 illustrato stasera 13 settembre da Enrico Mentana, il 46 per cento degli elettori preferisce Mario Draghi. Ma attenzione perché al secondo posto c’è una vera e propria sorpresa. Si tratta di Giuseppe Conte, che raccoglio il 29 per cento delle preferenze.

Dopo il leader del Movimento 5 stelle, secondo la rilevazione realizzato da Swg su un campione di 1200 soggetti maggiorenni residenti in Italia, al terzo posto si trova Emma Bonino con il 26 per cento. Seguita da Carlo Cottarelli al 24 per cento e Paolo Gentiloni al 23 per cento. Raccolgono il 22 per cento di preferenze Romano Prodi, Marta Cartabia e David Sassoli. 

Ultimi della classifica due ex presidenti del Consiglio: Mario Monti e Silvio Berlusconi che ottengono rispettivamente il 21 e il 18 per cento delle preferenze. 

IN OGNI POSTO DOVE VA IL MARCHESE DEL GRULLO RACCOGLIE FISCHI ED INSULTI……

BONINO (!!!!!) GENTILONI……..

SE FOSSE VERO DIREI CHE QS PAESE DEVE ASSOLUTAMENTE SPARIRE DALLA FACCIA DELLA TERRA NON MERITA D’ESISTERE, FACCIAMOCI ANNETTERE DALLA LIBIA ED AMEN !

NB: L’UNICA DONNA CAPACE, ISTRUITA MODERATA NON E’ NEMMENO NOMINATA: CASELLATI , visto quanto siamo scemi o fasulli?

FANNO BENE !!!

Lampedusa è caos migranti

14 Settembre 2021 – 20:21

Il fenomeno migratorio non accenna a dar tregua all’Isola maggiore delle Pelagie. Oggi sono giunti 211 migranti e l’hotspot è pienoSofia Dinolfo Serenella Bettin0

13 sbarchi in poche ore: a Lampedusa è caos migranti

Lampedusa scoppia. I barchini con i migranti che arrivano in mezzo a yacht, barche e pescherecci, regalano scene drammatiche e la dicono lunga sulla situazione degli sbarchi nell’isola. In due giorni ne sono arrivati oltre 1000. Il tutto nella più assoluta mancanza di polso del ministro Luciana Lamorgese che ha taciuto anche con gli sbarchi di due settimane fa dove un peschereccio stracarico di persone era stato intercettato dagli uomini della Capitaneria di porto. Ora non c’è pace per l’Isola dove proseguono senza sosta gli sbarchi di migranti provenienti dall’altra sponda del Mediterraneo. Sono 13 i barchini che a distanza di poche ore sono riusciti ad approdare sulla terraferma portando 211 migranti. Per le ultime due imbarcazioni è stata necessaria un’operazione di soccorso da parte delle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza. Nel primo barcone vi erano 22 tunisini, tra cui 5 donne e 9 bambini. Nel secondo c’erano altri 22 tunisini e, fra loro, 4 donne e 5 bambini. Dopo una prima sosta al molo Favarolo, dove è stato applicato il protocollo anti Covid ed eseguita una prima identificazione, gli stranieri sono stati trasferiti nell’hotspot di contrada Imbriacola.https://www.ilgiornale.it/video/embed/1975321.html

Il centro di prima accoglienza, come al solito, è sempre pieno oltre misura. A fronte di 250 posti disponibili, attualmente ospita 401 persone. Proprio oggi la prefettura di Agrigento aveva organizzato il trasferimento di 106 ospiti a bordo del traghetto di linea, mentre per altri 31, aveva predisposto il trasferimento sulla nave quarantena Azzurra. Nemmeno il tempo di alleggerire l’hotspot che si è già ripopolato di nuovi arrivati. E la situazione non dovrebbe andar meglio nelle prossime ore. Come ormai avviene da sempre, basta che le condizioni del mare diano la possibilità di affrontare la traversata, che le imbarcazioni arrivano a fiume. Nel frattempo la squadra mobile di Agrigento lavora per vietare l’ingresso ai non aventi diritto: sei tunisini oggi sono stati arrestati dagli agenti perché sbarcati sull’Isola nonostante fossero stati destinatari di un decreto di espulsione. Gli arrestati si trovano al momento ai domiciliari nell’hotspot di contrada Imbriacola.https://www.ilgiornale.it/video/embed/1975320.html

L’attuale flusso migratorio sembra preannunciare un autunno davvero caldo. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono più di 41mila i migranti giunti sulle nostre coste a fronte degli appena 21mila dello stesso periodo dello scorso anno. Da Roma oggi la notizia di un incontro al Viminale tra il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese e il vicepresidente del Consiglio presidenziale libico, Abdallah H. Ellafi, per un confronto sul tema immigrazione. “Lamorgese – si apprende da una nota del ministero dell’Interno – ha ribadito al suo interlocutore l’importanza che per l’Italia ha il dossier migratorio, ricordando che la Libia è soprattutto un Paese di transito dei flussi. Per questo, è stato fatto il punto sul progetto comune che, anche in collaborazione con l’Organizzazione mondiale per le migrazioni, ha l’obiettivo di incrementare la capacità operative delle autorità libiche per controllare la frontiera meridionale del Paese”. E intanto Lampedusa attende risposte immediate.

ARRIVANO TUTTI NELL’UNICO PAESE AL MONDO DOVE SONO MANTENUTI, PAGATI, LASCIATI DELINQUERE AD LIBITUM SENZA PENE CERTE, CON UN GOVERNO IMBELLE E UN MINISTRO DELL’INTERNO VUOTO ED EVANESCENTE, UN BEOPOPOLO CHE TACE …..

FANNO STRABENISSIMO !

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑