nel merdaio politico:

BERGOGLIONE E MATTARELLA SCELGONO IL PROSSIMO CAPETTO: franceschini 

IL CAZZARO DI FIRENZE , IL NULLA ELETTORALE, IMPONE LA : fatina dei boschi come ministro

IL BIBITARO ED IL ROTOLO DI CARTA IGIENICA “IL FATTO” VOGLIONO COME LORO CAPO: taverna 

E’ UNO SPETTACOLO TERRIFICANTE DI SPROFONDAMENTO POLITICO, CULTURALE, MORALE E CIVILE OLTRE CHE L’INSULTO PIU’ ORRENDO ALLA DEMOCRAZIA ! 

VOTARE E’ COME PULIRSI IL CULO CON UN CORIANDOLO…. recita vecchio detto…. MAI COME OGGI VERITA’ ASSOLUTA

IL BEOPOPOLO TACE E SI SOTTOMETTE ….. SE E QUANDO SI SVEGLIERA’ TARDI SARA !!  

95495548_319359102365133_5416901530689208320_n

 

DITTATURA DEMENZIALE:

SECONDO L’ENNESIMO DECRETO DEI LANZICHENECCHI ORA LE AZIENDE NON POTRANNO LICENZIARE……ALLORA COME SOPRAVVIVONO ? 

CHE FANNO ????

VENDONO  TUTTO AI CINESI !!!!!! 

UNA BANDA DI LOBOTOMIZZATI STA DISTRUGGENDO TUTTO QUELLO CHE NON CONOSCE…..

VEDI BELLANOVA  IN PRIMIS….

 

97998312_237503457540015_6526596143671934976_n

furto in arrivo:

Vittorio Feltri 

  •  
  • Il mio gatto Ciccio era accomodato sul tavolo della sala da pranzo allorché GiuseppeConte ha cominciato a concionare in televisione per illustrare a capocchia l’ennesimo suo decreto. Ha guardato lo schermo per cinque o sei minuti, poi si è abbioccato e il suo bel corpo sinuoso èscivolato precipitando sul tappeto. Un capitombolo spettacolare che non ha prodotto guai seri al micio, il quale poi se ne è andato bofonchiando in un’altra stanza. Neanche il delizioso felino ormai regge oltre il premier più noioso della storia repubblicana.
Figuriamoci noi umani, disgustati comesiamo dalle consuete chiacchiere di cui ci sfugge il senso, ma non la componente soporifera talmente forte da indurci a ripetuti sbadigli. L’unico momento durante il quale ci siamo svegliati è stato quello relativo ai risparmi dei cittadini. Giuseppe si è lanciato in una conversazione sibillina, insinuando che prima o poi il governo, per racimolare i soldi necessari al rilancio della economia patria, dovrà mettere le mani sporche sui nostri conti correnti bancari. In che modo? Le opzioni sono due. Fottendocene una parte che verrebbe prelevata alla fonte, cioè dalle nostre riserve di contanti, oppure ingiungendo agli italiani di acquistare titoli nazionali. In ogni caso si tratterebbe di una forma di furto, non del tutto nuova, visto che anni orsono Giuliano Amato, all’epoca padrone di Palazzo Chigi, allo scopo di ridurre il debito pubblico ebbe l’idea geniale di rubarci, dalla sera alla mattina, una quota di denaro accantonata negli istituti di credito di nostra fiducia. Ecco, il presidente del Consiglio medita di replicare quella fetente operazione. E ciò spaventa i compatrioti i quali si sentono minacciati, temono di essere defraudati, di rimetterci una parte dei quattrini che con molti sacrifici sono riusciti ad accumulare. Non si può campare sereni pensando che il tuo nemico più pericoloso sia lo Stato, il quale punta a impoverirti per recuperare fondi da destinare non si sa bene a chi né perché.

Il problema è che il primo ministro per rimanere assiso sulla propria poltrona è costretto a promettere palanche a tutti, miliardi di qua e miliardi di là al fine di incoraggiare il popolo. Peccato che la montagna di contanti stanziata sulla carta in realtà non ci sia se non nelle intenzioni, però non nel portafogli, dell’esecutivo. I cui decreti-fiume costituiscono il libro dei sogni e non trovano riscontro nella realtà. Coloro che in questa fase hanno perso il lavoro si illudono di ricevere contributi sostitutivi dello stipendio finito in fumo, e in effetti continuano a protestare in quanto sono rimasti a secco. Hanno ragione. Avere famiglia e non avere di che mantenerla è una tragedia. Diverso il ragionamento per i titolari di aziende piccole e grandi che, riprendendo l’attività, seppure in forma ridotta, saranno in grado di superare – glielo auguriamo – la crisi. Indubbiamente il percorso che conduce alla salvezza non sarà breve, tuttavia il traguardo è raggiungibile. Di norma quando l’economia cade poi rimbalza e si riassesta, mentre i lavoratori comuni se cascano spesso si rompono l’osso del collo.

 

DOBBIAMO MANTENERE LE ORDE IN ARRIVO CON REDDITO, SPESE SANITARIE, CASA, ARRIVO FAMIGLIE

LA BANDA BASSOTTI SI PREPARA AL GRANDE FURTO ,

ORMAI LAVORARE E’ UN PECCATO ED UN DELITTO PER QUESTI……

non ce la fara’ mai a capire…..

Bellanova ci riprova subito: sanatoria per gli immigrati dell’edilizia

Parlando ai microfoni di Zapping, il ministro dell’Agricoltura torna a parlare della sanatoria per i migranti irregolari. “Io avrei esteso la regolarizzazione anche ai lavoratori dell’edilizia, dove c’è un caporalato altrettanto violento”. Richiesta di Fca? “La società va messa nella condizione di accedere ai prestiti”

NON E’ IN GRADO DI CAPIRE CHE IL PROBLEMA NON E’ CERTO QUELLO D’IMPORTARE PIU’ SCHIAVI POSSIBILE MA QUELLO DI CONTROLLARE E PUNIRE CHE LI FA LAVORARE  IN “NERO” E SENZA RISPETTARE LE NORME ANTIFORTUNISTICHE !! 

PIU’ NE IMPORTANO, PIU’ CALANO LE RETRIBUZIONI ….ANCHE UNA VONGOLA LO CAPISCE !! 

GIA’ HA FATTO UNA CAZZATA ASTRALE CON L’AGRICOLTURA , ORA SI RIPETE PERCHE’….”REPETITA IUVANT” A DIMOSTRARE CHE MANCA IL CERVELLO !!  

 

nel frattempo……

il garante e tutore della costituzione…

tace e firma qualsiasi porkata…. 

ora la banda Bassotti s’impossessa delle cartelle cliniche di tutti i cittadini oltre che dei dati dei conti correnti e già qualche lobotomizzato predica ” usare il risparmio privato per ripartire” ! 

secondo questi delinquenti le aziende non dovrebbero assumere italiani perche’ sono in arrivo gli schiavi…. PAZZIA DELINQUENTESCA PURISSIMA !! 

IL TUTORE TACE E FIRMA….

98266196_1895975977205204_8358272998175670272_n

non è chiaro se….

siano piu’ stupidi oppure arroganti, certamente antidemocratici ed ignoranti ! 

HANNO ASSUNTO 450 “ESPERTI” DEL NULLA PAGANDOLI PROFUMATAMENTE MENTRE NON HANNO ASCOLTATO I RAPPRESENTANTI DELLE CATEGORIE DI CHI LAVORA E CHE “SA” QUALI SIANO I PROBLEMI VERI E NON SOGNATI !! 

non sono mancate le quote rosa, blu ,gialle  e demenziali…. 

 

97998312_237503457540015_6526596143671934976_n

schedatevi il cervello… se l’avete !!

Fase 2, saremo ”schedati” da parrucchieri e ristoratori

Da domani, parrucchieri e ristoratori dovranno registrare le generalità dei clienti e conservarli in un database per almeno 15 giorni

‘Schedati’ da parrucchieri ristoratori. Si tratta di una delle novità che trapelano dal testo del nuovo decreto varato dalla Presidenza dei ministri nei giorni scorsi ed esecutivo a partire da lunedì 18 maggio.

 

STRAMALEDETTI VOGLIONO “SCHEDARCI” MENTRE OGNI GIORNO CENTINAIA DI CLANDESTINI SPARISCONO NEL NULLA DOPO ESSERE ARRIVATI CON MEZZI PIU’ STRANI, MENTRE ZINGARI E CENTRI ASOCIALI SI RIUNISCONO A PIACIMENTO FREGANDOSENE DELLE FOTTUTISSIME REGOLE….

UNO SCHIFOSISSIMO REGIME DI POLIZIA A SENSO UNICO…..

VOGLIONO LA RISSA, L’AVRANNO !! 

 

agli schifosi è sfuggita la verità:

Finito di lavorare nei campi saranno sistemati, accuditi, curati (loro e famiglie) con reddito del fancazzista per tutti i secoli ! 

zingari, centri asociali, fancazzisti d’ogni genere parassitano sulle spalle di chi lavora…..

manca poco, assai poco alla guerra civile !! 

 

95495548_319359102365133_5416901530689208320_n

Blog su WordPress.com.

Su ↑