eutanasia per il malato terminale

Elly Schlein, Sallusti: Pd intersezionale? Noi di destra siamo rozzi, ma…

Sullo stesso argomento:

Alessandro Sallusti 13 dicembre 2022

Elly Schlein, Sallusti: Pd intersezionale? Noi di destra siamo rozzi, ma…

00:00

«Abbiamo una visione intersezionale che combatte qualsiasi forma di discriminazione, quelle razziste, quelle sessiste, quelle abiliste, quelle omobilesbotransfobiche, si possono tenere assieme queste cose». Elly Schlein ieri ha preso la tessera del Pd in modo da poter correre per la segreteria e quello sopra citato è il suo programma enunciato pochi giorni fa in un dibattito pubblico durante il quale ha anche parlato di una visione di «giustizia sociale e climatica» perché «il pianeta non l’abbiamo in proprietà». 

Ora, non ho nulla in contrario che il Pd riparta dall’intersezionalitá, il problema è che non so cosa sia per cui mi sono informato. Dicasi intersezionale “la teoria che suggerisce ed esamina come varie categorie biologiche, sociali e culturali come il genere, l’etnia, la classe sociale, la disabilità, l’orientamento sessuale, la religione, la casta, l’età, la nazionalità, la specie e altri assi di identità interagiscano a molteplici livelli, spesso simultanei. La teoria propone che occorre pensare a ogni elemento o tratto di una persona come inestricabilmente unito a tutti gli altri elementi per poter comprendere completamente la sua identità”. 

Semplice no? Per me no, ma si sa, noi di destra siamo rozzi e un po’ ottusi, sono certo che un elettore del Pd, notoriamente cresciuto a pane e intersezionalitá, ovviamente conditi da crucci per l’abilismo e l’omobilesbotransfobia, non aspettava altro di vedere riconosciuta anche ai massimi livelli questa sua passione. Ecco, altro che Pnrr, bollette e pensioni. Il Centrodestra ora deve stare attento perché se dall’oggi al domani gli arrivano addosso la Schlein e l’intersezionalita allora sì che la pacchia potrebbe finire in men che non si dica. Non si è attrezzati a rispondere a una sfida del genere, pensate che abbiamo la seconda carica dello Stato, il presidente del Senato Ignazio La Russa, ancora convinto che l’uomo sia uomo e la donna sia femmina. 

Non è normale, o meglio è normale ma non intersezionale, e pure un filino omobilesbotransfobico, quindi è pericoloso per la tenuta del Paese. Lascio comunque la conclusione al collega Giuseppe Cruciani, come sempre campione di sintesi, che a “La Zanzara”, programma della radio di Confindustria, ha chiosato così il Pd intersezionale: ne azzeccassero una, porcalagranputtanaaaaa.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...