CEREBROLESI GRAVI:

Marina e Pier Silvio Berlusconi insultati dal Pd: “Indecenti”

Fabio Rubini 17 ottobre 2022

Ascolta questo articolo ora…

Marina e Pier Silvio Berlusconi insultati dal Pd: “Indecenti”

00:00

Come un animale ferito, la sinistra che non riesce a rassegnarsi alla sconfitta elettorale, prova ad azzannare il Centrodestra. E lo fa senza un piano, senza una logica: attacca a testa bassa per il gusto di attaccare, per la vendetta la rabbia nel vedere una coalizione che, seppur litigarella, per la prima volta dopo anni non avrà bisogno del loro aiutino per formare un esecutivo e governare il Paese. E allora ogni pretesto è buono, anche la legittima preoccupazione di due figli, Marina e Pier Silvio Berlusconi, davanti a un padre in evidente difficoltà politica e umana. Perché il Cav, prima smarrito mentre vota in Aula e poi furioso con La Russa, lo abbiamo visto tutti. E lo hanno visto anche loro, i suoi figli, che legittimamente non hanno gradito il modo in cui il padre è stato “usato” in quello che doveva essere il giorno della sua rivincita politica e umana e che invece si è trasformato in un mezzo disastro per il leader politico, ma soprattutto per l’uomo.

Cosa ci sarà di male – e di strano -, dunque, se il giorno dopo hanno organizzato una riunione di famiglia per fare il punto e provare a convincere il padre che uno strappo politico in questo momento sarebbe equivalso a un suicidio? Cosa c’è di male se i figli o i vecchi compagni di strada- Gianni Letta e Fedele Confalonieri – sono scesi nuovamente in campo a fianco dell’amico Silvio per provare a mediare una pace con l’alleata furiosa? I rumors e le ricostruzioni di queste ore, raccontano di un doppio fronte d’intervento. C’è Marina che ha preso per mano il padre per convincerlo a non affidarsi a chi lo ha mal consigliato nel mancato blitz del Senato (al pari di Salvini anche Marina la sera prima aveva avvisato il padre che Meloni avrebbe avuto i voti necessari anche senza l’appoggio di Forza Italia). E c’è Pier Silvio che con Gianni Letta e Confalonieri si è dato da fare per calmare una Giorgia Meloni furiosa col Cav.

“Fermati”. Marina e Pier Silvio Berlusconi, retroscena politico pesantissimo

Tutto questo, però, alla sinistra non interessa. E così come fanno da oltre trent’ anni, i dem si sono attaccati al “conflitto d’interessi” della famiglia Berlusconi. Anzi alla «versione più sfacciata del conflitto di interessi», dice uno scatenato Enrico Borghi, che prosegue: «Com’ era la favola della destra normale in un Paese normale? Nella trattativa per la formazione del governo entrano in campo i figli di Berlusconi, cioè i proprietari di Mediaset. Di cosa parlano con Meloni? Del futuro dell’azienda? Cose inconcepibili in qualunque altro Paese occidentale». Ancora i dem, attaccando anche la Meloni, parlano di una vicenda che ha «superato le soglie della decenza». In realtà nessuno, a parte loro, sa di cosa hanno parlato: se degli assetti futuri interni a Forza Italia, se del ruolo politico del Cav, o ancora delle conseguenze economiche- non solo per Mediaset – che il sistema Paese potrebbe avere da un mancato accordo di governo.

DEFECANO LE SOLITE IDIOZIE COLORO CHE HANNO SISTEMATO PARENTI, AMICI, AMANTI IN OGNI POSTO CHE RENDE MA CHE NON HANNO CREATO NULLA, ASSOLUTAMENTE NULLA CHE FACCIA LAVORARE DECINE DI MIGLIAIA DI DIPENDENTI DANDO LUSTRO AL PAESE !! IMMONDI !

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...