SEMPLICEMENTE DEMENZIALE:

La battaglia del gas

Roma ha di recente, col decreto Energia, che prevede un aumento di 2 miliardi di metri cubi l’anno, dettato la linea per aumentare l’output nazionale. Parliamo di gas da estrarre in prevalenza nel giacimento Argo Cassiopea, nel canale di Sicilia, ma per l’analista geopolitico Gianni Bessi “siamo molto al di sotto della potenzialità dei nostri giacimenti e non solo se ci limitiamo a considerare quelli dell’Adriatico, soprattutto nella zona a nord di Goro (oltre 40 miliardi di metri cubi stimati)”, ha scritto su Il Messaggero il consigliere regionale dell’Emilia-Romagna del Partito Democratico.

“La scelta italiana per sostituire il gas russo oggi punta alla diversificazione degli acquisti, chiedendo quantitativi più elevati ad Algeria, Libia, Egitto, Congo, Mozambico, Qatar e Azerbaijan”, sottolinea Bessi, che fa dunque notare come il governo Draghi abbia per ora tralasciato la volontà di accelerare con decisione sulla riconqusita del gas dell’Adriatico. Su cui invece si stanno tuffando con forza i Paesi della sponda Est di un mare su cui l’Italia potrebbe e dovrebbe avere un’influenza cruciale e su cui si trova invece ad essere marginale.

IL GIORNALE

GLI ALTRI CI FREGANO IL GAS DELL’ADRIATICO, NOI LO COMPRIAMO DAL RESTO DEL MONDO !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...