l’unico a cui credo e’ CAPUOZZO

FALSE FLAG A BUCHA: “CADAVERI PORTATI DAGLI UCRAINI NELLE STRADE”, RUSSIA MOSTRA LE PROVE

 VOX 4 COMMENTI

Volete sapere cosa è più probabile sia accaduto? Usciti i russi, gli ucraini sono andati a prelevare qualche povero cadavere di civili uccisi dai bombardamenti ucraini della cittadina e seppellito nelle fosse comuni e li hanno sparsi per le strade. Di sicuro più probabile dei russi che uccidono inutilmente civili e poi se ne vanno lasciandoli lì in attesa delle televisioni occidentali.

Il rappresentante permanente russo alle Nazioni Unite Vasily Nebenzya ha mostrato ai giornalisti le prove della della messa in scena ucraina a Bucha, incluso un video con il sindaco della città, in cui non dice una parola sul presunto “genocidio”.

Le autorità ucraine hanno distribuito filmati che, secondo loro, mostrano i civili morti a Bucha. Hanno incolpato le truppe russe per la loro morte, mentre Volodymyr Zelenskyy ha descritto l’incidente come “genocidio”.

Nebenzya ha ricordato che il 30 marzo il ministero della Difesa ha annunciato il ritiro dell’esercito russo da diverse regioni, tra cui Bucha.

“Questo fatto è stato confermato il giorno successivo dal sindaco di Bucha. Nel suo video del 31 marzo, Anatoly Fedoruk ha presentato il ritiro delle truppe russe come una vittoria per l’esercito ucraino. È interessante notare che non ha menzionato atrocità di massa, corpi dei morti , omicidi o altro È difficile immaginare che il sindaco della città si sia dimenticato di menzionare uno scenario così devastante”, ha affermato il diplomatico.

Ai giornalisti è stato mostrato un video in cui il sindaco si mostrava felice e sorridente. “È difficile immaginare che si comporti in questo modo sullo sfondo di una carneficina nelle strade”, ha detto l’inviato russo.

Poi ha mostrato una foto del pugile Jean Beleniuk, che ha visitato Bucha dopo che le forze di sicurezza ucraine sono entrate in città. Viene anche mostrato sorridente. Beleniuk non ha menzionato i morti e le atrocità.

Inoltre, Nebenzya ha mostrato un video girato dalla Guardia nazionale ucraina a Bucha e pubblicato il 2 aprile, che non mostra i morti per le strade. Le stesse strade dove poi sono apparsi i morti.

Il diplomatico ha fatto notare che il video con i corpi per le strade della città è apparso solo il 3 aprile. “È pieno di incoerenze e menzogne ​​vere e proprie”, ha sottolineato.

Nebenzya ha espresso fiducia che la verità sulla provocazione a Bucha presto sarà nota. “Quello che è successo a Bucha è solo un’operazione false flag condotta dal regime di Kiev e dai suoi sponsor occidentali”, ha aggiunto, non escludendo che lo scopo della provocazione fosse l’intimidazione.

Il ministero della Difesa russo in precedenza ha definito le pubblicazioni di Bucha “un’altra provocazione”. Come affermato nel dipartimento militare, durante il periodo in cui questo insediamento era sotto il controllo delle forze armate, “nessun residente locale ha subito azioni violente”. Si sottolinea che tutte le unità russe hanno lasciato completamente Bucha il 30 marzo.
Il ministero ha anche aggiunto che le uscite dalla città a nord non sono state bloccate, mentre la periferia meridionale, comprese le aree residenziali, è stata bombardata dalle forze di sicurezza ucraine da artiglieria di grosso calibro e sistemi di lancio multiplo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...