SI CHIAMA ASSASSINIO DI STATO !

MAROCCHINO NON DOVEVA ASSOLUTAMENTE ESSERE QUI , AMMAZZANO, STUPRANO, RUBANO E UNO STATO IMBELLE LI MANTIENE !!

Pieve di Soligo, 83enne trucidato dal ladro per avere surgelati e merendine

Esplora:

Condividi:

“Dio ha scelto per me”. L’africano le occupa casa e la sfotte: “Sai chi pagherà?” | Video

Alessandro Gonzato 27 marzo 2022

Pieve di Soligo, 83enne trucidato dal ladro per avere surgelati e merendine

Ammazzato per pochi spiccioli, una busta di surgelati e qualche merendina. Adriano Armellin, 83 anni, è stato massacrato in casa, a Pieve di Soligo, nel Trevigiano, dove viveva solo dopo essere rimasto vedovo. Pugni e bottigliate in testa. Il cranio sfondato. L’aggressore, un 36enne marocchino con precedenti penali arrestato pochi minuti dopo dai carabinieri chiamati da un vicino, Luciano, che l’aveva visto uscire dalla finestra del primo piano, ha lasciato il poveretto riverso in una pozza di sangue, legato vicino alle scale. Il malvivente, mentre tentava di scappare probabilmente perché temeva che le urla disperate dell’anziano avessero attirato l’attenzione – o perché ha sentito qualcuno entrare, forse il figlio del malcapitato – è caduto da una pensilina e si è ferito una gamba. Ha provato a rialzarsi, ma il vicino della vittima l’ha bloccato fino all’arrivo degli uomini dell’Arma. «Aveva una busta di plastica, dentro c’era un pacco di surgelati», ha detto Luciano ai cronisti. «Abbiamo trovato alcune monete e delle merendine sparse per il giardino», ha aggiunto la moglie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...