poverini… nemmeno si vergognano a scrivere siffatte cazzate:

– scrive Massimo Giannini sulla Stampa: solo l’Italia “del riso e dell’oblio” potrebbe volere Berluscoli sul Colle, e giù una descrizione meticolosa del Paese che – evidentemente – disprezza. Giusto per ricordargli che quella larga fetta di Paese ha il diritto di eleggere chi vuole al Quirinale, così come la sinistra cercò a suo tempo di mettere sul “trono” il “diviso” Romano Prodi

– una singola frase dell’editoriale di Giannini dimostra l’orrida cultura giuridica di questo disperato Paese. Scrive il direttore: “nove condanne scampate grazie alla prescrizione”. Condanne, capito? E noi – sciocchi – a pensare che l’intervento della prescrizione blocchi il processo, il quale a quel punto potrebbe finire in due modi: condanna o assoluzione. 50 e 50, in percentuale di probabilità. Non si tratta dunque di “condanne scampate”, ma “sentenze scampate” che – tecnicamente – potrebbero anche essere favorevoli all’imputato. Ma per i giustizialisti in doppiopetto se sei indagato sei già condannato. O, detto in altro modo: gli assolti sono solo colpevoli che l’hanno fatta franca. Che schifo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...