sinistrati senza pudore & dignità

Roberto Speranza, Alessandro Sallusti: “Ecco perché gode della protezione di Sergio Mattarella”

Sullo stesso argomento:

“È evidente che sia già accaduto”. Omicron, Speranza da incubo: l’Italia è spacciata

“Vi dico cosa sta succedendo davvero”. Omicron, bomba dell’ex ministro Fioramonti sull’Italia: Speranza demolito

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, avrebbe mentito ai magistrati di Bergamo che lo hanno interrogato su ciò che avvenne nei primi mesi della pandemia, in particolare sulla mancata attuazione del piano pandemico che portò il referente italiano dell’Organizzazione mondiale della sanità, Francesco Zambon, a definire in un rapporto ufficiale la gestione dell’emergenza da parte del governo «caotica, improvvisata e creativa». Lo ha svelato ieri il quotidiano “Il Domani” che riporta anche una frase del procuratore capo di Bergamo Antonio Chiappani: «Il ministro Speranza non ha raccontato cose veritiere, anche questo dovremmo valutare». PUBBLICITÀ

“Speranza ha mentito ai pm”, la conferma dalla procura. L’affondo di Pietro Senaldi: “E se lo avesse fatto un ministro di centrodestra?”

Che il governo Conte in quel drammatico inizio del 2020 si mosse in modo scomposto e indeciso a tutto non è una novità, a prescindere da eventuali responsabilità penali, nonostante il premier, ospite nella trasmissione di Lilli Gruber, provò a rassicurare tutti: «Gli italiani possono stare tranquilli – disse – perché il mio governo è pronto ad affrontare l’emergenza». Di lì a poco fu un moltiplicarsi di focolai fino al dramma della Val Seriana, con il suo carico di morti, abbandonata per giorni al suo destino. Noi non vogliamo mandare al patibolo nessuno, ma certo è che la gestione dell’emergenza del duo Speranza-Arcuri ha fatto acqua da tutte le parti, il che sarebbe stato motivo sufficiente perché Mario Draghi, una volta entrato a Palazzo Chigi, licenziasse oltre che Arcuri – sostituito con l’efficiente generale Figliuolo – anche il mite Speranza. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...