il marchese del grullo

che senza pudore e senza vergogna cavalca la mandria dei grulli tentando d’entrare in parlamento senza essere eletto ..gongola per aver fatto slittare la riformina Cartabia con due insignificanti varianti. il poveretto non sa o fa finta di non sapere che la vera riforma DEMOCRATICA e non masturbata da politici da strapazzo sara’ quella sotto indicata :

(…) La sfida politica sulla giustizia si sta infatti svolgendo altrove. È il referendum promosso da Lega e Radicali e chiama in causa direttamente gli italiani. I sei quesiti vanno a toccare il cuore della questione: separazione delle carriere, responsabilità civile dei giudici, custodia cautelare, il rapporto tra magistratura e politica, la gestione delle carriere. Il referendum è ormai reale. La Sicilia è la quinta regione a chiedere il voto. Ora tocca alla Cassazione fare le verifiche e alla Corte Costituzionale dare il via libera. Non sarà facile fermare tutto questo. Il referendum apre una riflessione profonda sulla giustizia in Italia. Lo fa con una forza inattesa. È un esame di coscienza per la politica, per la magistratura e per gli italiani. È uno spartiacque e le conseguenze del voto non saranno lievi.

MACIOCE

le capre non possono diventare volpi….

TENTENNANO

NON SANNO CHE FARE

CERCANO AIUTI ESTERNI BEN PAGATI

SI LASCIANO DEVIARE

NON HANNO LA PIU’ PALLIDA IDEA DI CHE FARE

DEFECANO STRONZATE ASTRALI

SALTELLANO DA UN ALLEATO ALL’ALTRO

MENTONO IN CONTINUAZIONE

S’ALLEANO CON CHIUNQUE PUR DI NON PERDERE LA SEDIA

CAMBIANO IDEA COL VENTO

UNO SPETTACOLO COSI’ ORRENDO NON S’ERA MAI VISTO NEGLI ULTIMI 100 ANNI !

ABOLIRLO !!!!!

Stop al canone Rai in bolletta: tutti i nodi su come pagarlo

28 Luglio 2021 – 14:35

Il pagamento del canone rientra negli oneri impropri che per l’Ue non dovrebbero trovarsi nella bolletta elettrica. Italia Viva: “La riforma va ripensata”Federico Garau34

IL POLTRONIFICIO DEI PARTITI ( A VOLTE IMMONDO = RAI3) NON DEVE ESSERE PAGATO DA CHI SI DEVE SORBIRE REPLICHE SU REPLICHE, GIORNALISTI SEMIANALFABETI , “BALLE” PRECONFEZIONATE !

rincoberlusca:

“Opporsi ai vaccini non è libertà. All’Italia serve massima coesione

27 Luglio 2021 – 08:59

Il Cav sferza i no vax: “Non possono imporre le loro conseguenze ad altri”. E benedice il green pass: “Una misura di buon senso, a Forza Italia va bene così com’è”Luca Sablone175

Berlusconi: "Opporsi ai vaccini non è libertà. All'Italia serve massima coesione"

Sul tema dei vaccini e del green pass interviene Silvio Berlusconi, che richiama nuovamente tutti i partiti alla responsabilità e al buon senso per uscire quanto prima dall’incubo della pandemia. Un traguardo raggiungibile attraverso la campagna di vaccinazione che procede ancora in maniera spedita, anche se continua a resistere una piccola fronda di no-vax che non intende sottostare alle indicazioni della scienza. C’è poi chi ha fortemente criticato la scelta del governo di ricorrere al certificato verde per usufruire di alcune attività, considerandolo addirittura un “passaporto schiavitù”. Manifestazioni di pensiero legittime ma che, secondo il leader di Forza Italia, rischiano di minare la libertà di chi si fida della scienza e delle istituzioni.

“Opporsi ai vaccini non è libertà”

In una lettera per il Corriere della Sera, Berlusconi ha detto la sua in merito agli ultimi episodi di protesta nelle piazze d’Italia. Si è detto molto “preoccupato” dalle divisioni che stanno emergendo nel nostro Paese. Una questione che lo “rattrista” – dopo aver dedicato la sua intera carrierea politica alle battaglie di libertà – sono anche le parole “di chi fa dell’opposizione ai vaccini e al green pass, ma anche all’obbligo delle mascherine e del distanziamento, una questione di libertà”.

Effettivamente l’ex premier ha fatto notare che la scelta di non vaccinarsi e di non adottare le basilari regole anti-contagio potrebbe avere conseguenze sugli altri: “Come se non esistesse, fra i diritti tipicamente liberali, quello all’integrità della persona, e quindi ad andare al ristorante, a prendere l’aereo, a partecipare ad uno spettacolo o a una manifestazione sportiva senza il rischio di essere contagiati”. Anche perché ha fatto notare che “chi decide di non vaccinarsi non può imporre le conseguenze della sua scelta agli altri e deve accettare le limitazioni che ne derivano, per la tutela della salute delle altre persone”.

“Sì all’obbligo per la scuola”

Il governo nei prossimi giorni potrebbe decidere ufficialmente di imporre l’obbligo di vaccinazione per il personale scolastico. Una soluzione per cui Berlusconi si è detto assolutamente favorevole. “Forza Italia chiede l’obbligo vaccinale in un settore delicato come la scuola”, ha affermato. Un’opzione da prendere fortemente in considerazione visto che potrebbe essere messa a rischio la ripresa dell’attività didattica in presenza, “fondamentale per il processo formativo dei nostri ragazzi”.

“Il green pass va bene così”

Il presidente di Forza Italia si è schierato dalla parte del green pass: il Cav ha fatto sapere che per il partito azzurro “è una misura di buon senso alla quale siamo assolutamente favorevoli così com’è”. Anche se, come ogni strumento, “naturalmente può essere discusso e migliorabile come legittimamente chiedono i nostri alleati”. Il leader forzista ha infine tracciato la linea per abbandonare l’incubo Coronavirus, indicando tre stelle polari da tenere bene in mente: “Sono necessari senso di responsabilità, unità nazionale, nessuna strumentalizzazione politica”. Requisiti senza i quali “rischiamo di spegnere la luce che comincia a vedersi in fondo al tunnel”.

La svolta politica sui vaccini

Berlusconi ritiene “illogico dare una caratura ideologica o politica alla questione dei vaccini che è prettamente scientifica”. E proprio il mondo della politica ha subito una vera e propria svolta sotto questo punto di vista. Come scrive Sabrina Cottone su ilGiornale in edicola oggi, il buon esempio richiesto ai politici è tornato di moda con il governo guidato da Mario Draghi. Le foto del capo dello Stato Sergio Mattarella e del premier con la moglie sono state tra le prime a circolare, portando anche altri esponenti di spicco a “testimoniare” l’avvenuta vaccinazione. Gli ultimi esempi riguardano Matteo Salvini e Giorgia Meloni, entrambi vaccinati dopo le parole del presidente del Consiglio: “L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire”.

IO NON MI FIDO MOLTO DELL’ATTUALE SCIENZA ED ASSOLUTAMENTE NULLA DELLE ATTUALI ISTITUZIONI : DEVO FIRMARE CHE ACCETTO QUALSIASI POSSIBILE COMPLICAZIONE SENZA FIATARE…. COMODO NEVVERO ?

TROPPI DELINQUENTI LUCRANO SUI VACCINI.

se ne vanno i migliori, restano le schifezze:

Si uccide De Donno, padre della cura del plasma iperimmune contro il Covid

27 Luglio 2021 – 21:33

Sono ancora sconosciuti i motivi dietro il suicidio di Giuseppe De Donno, il medico mantovano che ha scoperto la cura al plasma per il CovidFrancesca Galici0

Si uccide Giuseppe De Donno, padre della cura del plasma iperimmune contro il Covid

Nel pomeriggio di martedì 27 luglio il dottor Giuseppe De Donno, medico salito agli onori della cronaca durante il periodo del coronavirus per aver scoperto e proposto una cura a base di plasma iperimmune per cercare di guarire i pazienti Covid, è stato trovato morto nella sua abitazione. Giuseppe De Donno era l’ex primario del reparto di Pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova. Propose la cura sperimentale a base di plasma iperimmune durante la prima ondata di Covid, frutto di un lavoro corale di sperimentazione condotto con il Policlinico di Pavia.

Come riporta la Gazzetta di Mantova, per il momento non sono chiare le dinamiche della vicenda. Gli uomini del colonnello Antonello Minutoli, comandante provinciale dei carabinieri di Mantova, coordinati dalla Procura di Mantova stanno indagando per escludere eventuali responsabilità di terzi. A giugno di quest’anno, De Donno scelse di lasciare non solo il suo posto da primario al Carlo Poma di Mantova ma di lasciare la professione ospedaliera per diventare medico di base.

La sua cura al plasma per il Covid non è mai stata ufficialmente riconosciuta, nonostante i risultati della sua sperimentazione sembrava fossero positivi. In più di un’occasione Giuseppe De Donno rivendicò quel lavoro, perché il plasma iperimmune sembrava avesse un ottimo riscontro nel curare la malattia grave, riducendo la pressione sugli ospedali nel periodo della prima ondata del 2020, quando il vaccino era ancora lontano dall’essere preparato.

“Non ci volevo credere. Perdiamo una bella persona, un grande medico, che durante il Covid ha lottato come un leone per salvare centinaia di vite, spesso contro tutto e tutti. Buon viaggio Giuseppe, lasci un vuoto grande”, ha dichiarato il leader della Lega Matteo Salvini dopo aver scoperto la notizia.

Anche Giorgia Meloni ha commentato la morte di De Donno su Facebook: “Siamo profondamente colpiti e addolorati dalla tragica notizia della scomparsa del dottor Giuseppe De Donno, medico ed ex primario di pneumologia dell’ospedale Carlo Poma di Mantova, in prima linea nella lotta al Covid e promotore della terapia con il plasma iperimmune. Alla sua famiglia, ai suoi cari e ai tanti colleghi che lo hanno conosciuto e apprezzato va il cordoglio e la vicinanza di Fratelli d’Italia”.

Sui social lo ha ricordatoe Red Ronnie: “Ricordo l’intervista che gli ho fatto quando è diventato un eroe salvando 58 malati terminali di Covid su 58 utilizzando il plasma dei donatori. Lo hanno attaccato e fatto fuggire dai radar. Il dottor Giuseppe De Donno, dopo aver salvato tante vite, è stato emarginato ed era tornato a fare il medico di base, oggi ha preso una corda e ha deciso di abbandonare questo pianeta, lui che ha salvato tante vite”.

ammesso che i sondaggi siano veritieri….

QUI S’EVINCE SENZA OMBRA DI DUBBIO CHE I GRULLI SONO CEREBROLESI …OPPURE SOLO PARASSITI DEL REDDITO….

Sondaggio TgLa7, i grillini credono a Giuseppe Conte: botto M5s. Vola anche Forza Italia: tutte le cifre della rilevazione di Mentana

Esplora:

i lunedì, puntualissimo, ecco piovere sui teleschermi il sondaggio del TgLa7 condotto da Enrico Mentana, la rivelazione Swg sull’intenzione di voto degli italiani. Già, se ci fossero le elezioni oggi, come andrebbero a finire? Con un trionfo del centrodestra unito, ma questo è noto da tempo.Cambiano, invece, gli equilibri tra i partiti. La prima forza a livello nazionale si conferma ancora Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, in calo però dello 0,2% e data al 20,3 per cento. A tallonare FdI la Lega di Matteo Salvini, che lascia sul tappeto un decimale e si assesta al 20 per cento. Dunque terza piazza per un Pd che perde la bellezza di 0,3 punti in sette giorni, planando al 18,8 per cento.

Ma nel sondaggio proposto da Mentana ci sono due dati più interessanti di tutti gli altri. Il primo è quello che riguarda il M5s, che gode dell’effetto-Giuseppe Conte: incredibile ma vero, il presunto avvocato del popolo mette le ali ai grillini, che salgono dello 0,6% al 15,8 per cento. Insomma, segni di vita. Dunque il secondo dato, altrettanto clamoroso: anche Forza Italia sale dello 0,6% e si porta al 7,1%, segno del fatto che le politiche portate avanti dai ministri azzurri intercettano i favori dell’elettorato moderato.

E ancora Azione di Carlo Calenda, che perde lo 0,3% e si porta al 3,8 per cento. Quindi Sinistra Italiana, in crescita dello 0,1% al 2,5 per cento. Mdp-Articolo 1 viene quotato al 2,4% (in calo dello 0,2%) e Italia Viva di Matteo Renzi al 2,3%, in calo di 0,2 punti percentuali. E ancora +Europa al 2% tondo donto, in crescita di 0,2 punti percentuali. I Verdi stabili all’1,8% e Coraggio Italia all’1,1%, in calo dello 0,2 per cento. Le altre liste, complessivamente, raccolgono il 2,1% e il 39% del campione non esprime alcuna preferenza.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑