minkiatelle quotidiane:

IN EVIDENZAHotFedezVariantiInterIl nuovo ilGiornale.it

Draghi mamma di Letta, l’ipocrita Fedez e Biancaneve: quindi, oggi…

4 Maggio 2021 – 21:30

Quindi, oggi…: l’immunità di gregge improbabile, il divorzio di Bill e Melinda Gates e il ddl Zan

Giuseppe De Lorenzo

– Fedez si sveglia e rivela a tutti la bellezza del finto perbenismo. Dopo aver pontificato su omofobia e dintorni, si ricorda di avere vergato in passato testi poco carini verso i gay. E che fa? Si scusa, certo. Però lo fa solo oggi: non sul palco, quando insieme alle frasi dei leghisti avrebbe potuto leggere le sue. Ipocrita.

– la scusa del “da ragazzo ero ignorante” non regge. Sì, certo: tutti cambiano idea. Però, caro Fedez, avresti dovuto applicare lo stesso metro con quei leghisti messi alla berlina. E se avessero cambiato idea pure loro? Ipocrita due volte.

– dice giustamente Sgarbi: Fedez e le frasi contro gli omosessuali: “Ho sbagliato: anni fa ero più ignorante”. Poi ha capito che poteva vendergli le unghie smaltate

– e comunque le canzoni di Fedez erano molto meglio quando offendeva gay, sbirri e via dicendo rispetto alle robe smielate che compone adesso

– ci dicono che l’immunità di gregge, che fino a ieri era considerata l’unica ancora di salvataggio, è “improbabile da raggiungere”. A quale santo dobbiamo votarci?

– la Disney è sotto attacco perché il bacio del principe azzurro a Biancaneve sarebbe “non consensuale”. Sai che ti dico, mio bel principe azzurro? Lasciala crepare addormentata. E vediamo se Biancaneve da lassù ringrazierà o meno questo femminismo buonista da straccioni

– si dicono addio Bill e Melinda Gates. Il divorzio vale un pacco di miliardi. Se dovesse avanzare uno 0,5%, sapete dove trovarci

– Letta capisce che Salvini gli sta scippando tutti i meriti del governo e va a lamentarsi da mamma Draghi. Come nelle liti tra fratelli, chi si rivolge al genitore per ottenere giustizia dimostra poca capacità personale

​- sul ddl Zan la guerriglia parlamentare è più accanita del previsto. E la sparata di Fedez non ha spostato di un centimetro le truppe degli oppositori della legge. Giovedì ne vedremo delle belle

– l’Ue dà il via libera a considerare le tarme della farina come alimento. Ma in fondo l’Europa è formata da popoli che mettono l’ananas sulla pizza: di che ci stupiamo?

pensierini non richiesti:

  1. MEMENTO CHE AVREBBE DOVUTO ESSERE LA “FESTA” DEL LAVORO…NON COMIZI VARI
  2. MEMENTO CHE IL SOGGETTO FEDEZ E’ STATO CHIAMATO COME MUSICO NON COME PENSATORE CONSIDERANDO LA SUA CAPRITUDINE CULTURALE ASSOLUTA

il virus piu’ dei polmoni devasta i cervelli:

Conte “Jack lo squartatore”, la variante Fedez e BoJo: quindi, oggi…

3 Maggio 2021 – 21:36

Quindi, oggi…: il disco rotto di Saviano, lo scandalo Csm e la RaiGiuseppe De Lorenzo

– Conte che chiede la riforma della Rai è come Jack lo squartatore che si lamenta per il troppo crimine che infesta la città. Non era lui che nel 2017 scrisse che “per la Rai abbiamo fatto le nostre scelte” per garantire “il rilancio della principale industria del Paese”? Alla faccia della lottizzazione altrui

– ogni volta che si sente dire: “Fedez ha espresso più idee di sinistra dal palco che ecc. ecc. ecc.”, un militante della festa dell’Unità muore. Berlinguer intanto si rivolta nella tomba. E ne ha tutto il diritto

– Fedez aveva registrato la telefonata con i vertici RaiMa anche a viale Mazzini hanno fatto lo stesso. Occhio Fedez che quelli sono tosti, eh. Per sopravvivere in mamma Rai e arrivare in alto devi comunque saperti muovere. Non è gente sprovveduta

– il problema della predica di Fedez dal palco del concertone non è tanto quello che ha detto, o non solo, ma il fatto che non abbia capito di essersi comportato da illiberale. Qui proviamo a dargli una lezione di democrazia

– dobbiamo dare merito al cantante-dalle-unghie-smaltate di averci liberato per alcune ore dalle notizie sul coronavirus. La chiameremo la variante Fedez

– sui festeggiamenti di Milano è inutile sperticarsi ora in previsioni su possibili casi stile Atalanta-Valencia. E tutto da vedere. Non resta che attendere 14 giorni

– altre novità sul caso Csm. Ma la fortuna delle toghe è che la faccenda è molto complessa e soprattutto al grande pubblico non interessa granché. Almeno finché non finiscono pure loro nelle grinfie di un “sistema” che tutto appare tranne che limpidissimo

– oh, comunque: di questa benedetta e fantomatica loggia massonica “Ungheria” tutti sanno tutto, ma nessuno parla. Mi spiego. Almeno un paio di giornali hanno i verbali dell’interrogatorio di Amara e da giorni riferiscono che all’interno vi sono citati i nomi di “magistrati e alti ufficiali” dello Stato. Nessuno che dica chi. Benissimo, finalmente. Giusto così. Ma in passato (e con altri soggetti coinvolti) avrebbero usato lo stesso metro?

– a Montecorice, nel Salernitano, un signore sente dei rumori nell’orto, imbraccia il fucile e spara. Solo che tra i ravanelli non c’era un cinghiale, ma la moglie

– strano incontro tra un parlamentare e una spia in pieno giorno ad un autogrill. Ma per tessere trame davvero nascoste, non sarebbe meglio vedersi al buio?

– l’idea che Boris Johnson non riesca ad arrivare a fine mese perché “troppo povero per fare il premier” è pazzesca. Venga qui da noi che un vitalizio non lo si nega a nessuno

– ragionamento semplice eppure efficace del ministro della Giustizia francese sul caso dei brigatisti rossi. Dice: “Avremmo mai accettato che i jihadisti si rifacessero una vita in Italia?”. No, ovviamente. Quindi ben venga l’estradizione

– grande idea di Saviano: importare 1 milione di immigrati, impiantarli al Sud e via dicendo. Evidentemente favorire politiche per la famiglia e investimenti seri è troppo faticoso. Saviano ha una capacità innata di dire sempre le stesse cose, come un disco rotto, solo sparandola ogni volta un po’ più grossa

UN FESTIVAL DI STRONZATE CAPEGGIATE DAL SAVIANO ONNIPRESENTE, PER PROSEGUIRE COL MARCHESE DEL GRULLO CHE RINNEGA E TRADISCE PERSINO SE STESSO……..

DAVVERO DRAMMATICO IL VIRUS PER I CERVELLI AVARIATI !

si sentiva la mancanza di qs xxxxxx !

ognuno e’ libero di stronzeggiare ad libitum tuttavia chi ha una carriera come qs dovrebbe avere un minimo di pudore e stare dov’era, che paghi chi vuole io sono stufo di foraggiare cerebrolesi finti intelligenti e finti democratici !

“Non si può accettare che all’interno del servizio pubblico venga intimato di non usare certe parole e certi nomi - ha rincarato la dose Santoro - io penso che Fedez e mille persone come lui sarebbero la ragione per cui pagheremmo volentieri il canone. Io non lo pago volentieri perché vedo Salvini che parla senza contraddittorio e altri politici che arrivano davanti alle telecamere, fanno le loro comunicazioni e i giornalisti non pongono mezza domanda”. 

Blog su WordPress.com.

Su ↑