Q.I. = -10

LE ESCORT DEI MEDIA DANNO RISALTO ALLE DEFECAZIONI ORALI DI TALE antonella elia CHE HA DA SEMPRE DIMOSTRATO COME IL CERVELLO SIA UN OPTIONAL NON SEMPRE INSERITO ALLA NASCITA….

ERGO: CHE PRETENDESI DAL BEOPOPOLO ?

capre allo sbando:

“È colpa della Regione”. La gaffe della ministra sulla ferrovia lombarda

La De Micheli attacca la Lega per la Cremona-Mantova, ma il Carroccio reagisce: “La responsabilità è del governo”

Giuseppe Aloisi – Ven, 25/09/2020 –

La Lega, per usare un eufemismo, non è convinta dell’operato del ministro Paola De Micheli. Il capo del dicastero per le Infrastrutture ha attaccato il Pirellone, dove siede in maggioranza pure il partito guidato da Matteo Salvini, in relazione al tratto ferroviario che conduce da Cremona a Mantova.

Ma il Carroccio respinge le accuse, segnalando come quella linea non sia di competenza della Regione Lombardia. La formazione politica cui appartiene anche il governatore Fontana, insomma, nulla può per migliorare quella linea ferroviaria. Se non altro perché serve che sia proprio il ministero guidato dalla De Micheli ad intervenire. A tuonare su questi aspetti è stato l’onorevole Paolo Grimoldi.

L’accusa è tutto fuorché velata: “”Il ministro delle Infrastrutture – ha esordito Paolo Grimoldi -, il ministro Paola De Micheli, oltre che incapace è pure ignorante”. Poi la specificazione: “Accusa la Regione Lombardia di non aver investito sulla linea ferroviaria Cremona-Mantova perché è a suo dire quelli sono bacini elettorali del suo PD. Informiamo la signora De Micheli – ha aggiunto l’onorevole – che la linea ferroviaria Cremona-Mantova, rimasta al millennio scorso, a mono binario e zeppa di pericolosi passaggi a livello, appartiene a RFI e dunque è di competenza del suo ministero, peccato che lo scoprano solo oggi come dimostrano i loro zero investimenti”. Il governo, in poche parole, non solo non avrebbe risolto le problematiche esistenti, che ormai sarebbero del tutto evidenti ma, criticando la Regione Lombardia, avrebbe sbagliato bersaglio, finendo col farsi un clamoroso autogol. Le dichiarazioni di Grimoldi, tra le altre, sono state riportate dall’agenzia Nova.

scientifica dimostrazione che qs non è sano di mente :

“Risultato straordinario”. Renzi fuori dal mondo: Italia Viva prende il 2 per cento e lui esulta

25 settembre 2020Esplora:

Italia Viva è uscita dalle Regionali del 20 e del 21 settembre con le ossa rotte, nonostante questo il suo leader continua i festeggiamenti: “Risultato straordinario per Iv”, esulta Matteo Renzi durante la sua conferenza a Napoli. Peccato però che il fu rottamatore alle elezioni non ha superato la soglia del 2 per cento in quasi tutte le regioni al voto, ottenendo una batosta anche nella sua Toscana. 

CI SAREBBE DA RIDERE A CREPAPELLE SE NON FOSSE CHE IL CAZZARO E’ PARTECIPE DELL STRONZATE DELLA BANDA BASSOTTI….

nel letamaio manca solo questo:

Si apre la corsa al Colle. Prodi si fa subito sotto e benedice i giallorossi

Il Prof non teme di bruciarsi come nel 2013. Sperano anche Conte, Casini e Franceschini

Massimiliano Scafi – Gio, 24/09/2020 –

E insomma, lui ci vuole riprovare. «C’è un Paese da cambiare e che non va deluso. In fila ai seggi ho visto la speranza, una partecipazione forte, un’Italia che si fida».

IL SOGGETTO DEL CAMBIO DEMENZIALE DELL’EURO….

QUELLO CHE DISSE CON L’EURO LAVOREREMO DI MENO E GUADAGNEREMO DI PIU’ ED ALTRE DEMENZIALI SPARATE…..

ECCO SE DIVENTA PRESIDENTE GIURO CHE EMIGRO NON E’ UMANAMENTE POSSIBILE SOPPORTARE SIFFATTA IGNOMINIA : 15 REGIONI GOVERNATE DA CENTRODX E L’ENNENSIMO COMUNISTA AL COMANDO… QS POI CATTOCOMUNISTA: IL PEGGIO DEL PEGGIO OLTRE IL PEGGIO !!

piu’ imbecilli di cosi’ è impossibile:

Islam, il ministro Franceschini decide di far coprire le statue nude per rispetto dei musulmani

Sullo stesso argomento:

“Così potrete dire di aver vinto voi”. Franceschini “si è comprato” Di Maio: Benetton, ecco la verità sull’accordo farsa 

Il Parlamento rinuncia al patrimonio artistico e culturale dell’Italia. Il governo Pd -Cinque stelle ha approvato la «Convenzione di Faro». “Ci spaventa se a governare il processo della Convenzione di Faro c’è quella sinistra che quando arrivava Rouhani in Italia riteneva, per non offenderlo, di coprire i nudi capitolini: invece, noi riteniamo che Rouhani, se viene in visita all’Italia, deve vedere i nudi capitolini, perché il Rinascimento, la nudità, le carni sono nella carne della nostra Costituzione culturale”, ha spiegato Andrea Delmastro, deputato di Fratelli d’Italia: facendo capire che cosa è la convenzione appena approvata dalla Camera. L’atto approvato dal Parlamento, scrive il Tempo, arriva a censurare la nostra arte se altri se ne sentono offesi.

L’ultimo ribaltone di Franceschini. Indiscreto: il trasformista ha deciso, chi ha scelto come “killer” di Zingaretti

Si sancisce all’articolo che “limitazioni all’esercizio del patrimonio culturale” sono necessarie “in una società democratica per il rispetto del diritto altrui”.  La Convenzione di Faro arriva  a definire procedure di conciliazione per gestire i casi di “offesa monumentalistica“; ovvero, il patrimonio culturale italiano dovrà essere assoggettato ad una sorta di mediazione con la “controparte”. “È il velo dell’estremismo islamista che cala su Occidente ed Europa. E l’Italia è china nel subire come sempre”, conclude il Tempo.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑