lobotomizzati o prezzolati ?

 

Agenti aggrediti? Niente pene. Stravolgono i decreti di Salvini

Gli sbarchi sono aumentati di circa il 169% rispetto al 2019. Il piano Lamorgese: via le maximulte alle Ong e le confische delle navi umanitarie. Ma il M5S si divide

Passata l’emergenza Coronavirus, il governo giallorosso vuole accelerare definitivamente per spazzare via i decreti Sicurezza.

La strategia della maggioranza è stata intralciata dalla diffusione del Covid-19, ma ora che il peggio sembra essere alle spalle potrebbe essere arrivato il momento per dire addio alle misure volute da Matteo Salvini. Tutti i dialoghi tra le parti sul tema erano stati rimandati a causa della pandemia e comunque va sottolineato che per il momento vi sono solo idee mentre mancano ancora accordi di massima. L’unica certezza è che gli sbarchi continuano ad aumentare: dal primo gennaio all’11 giugno 2020 sono approdate in Italia ben 5.472 persone. Nel 2019, nello stesso periodo, ne erano arrivate solamente 2.033: l’aumento attuale è di circa il 169%.

Appare evidente come sia una questione piuttosto spinosa per l’esecutivo, visto che il Movimento 5 Stelle aveva dato il via libera a entrambi i dl nel corso dell’esperienza gialloverde. Non a caso i grillini vorrebbero temporeggiare e sono pronti a spaccarsi, anche perché in molti non vorrebbero rinnegare tutti quei punti sui quali avevano dato il proprio consenso. Tuttavia c’è da fare i conti con quell’ala facente capo a Roberto Fico che è sicuramente più disponibile al dialogo e a un’eventuale rivoluzione. A lanciare un chiaro avvertimento è stato Giuseppe Brescia, il presidente della Commissione affari costituzionali, che ha voluto ribadire come quello in questione sia un punto rientrante nell’accordo stipulato con il Partito democratico, Italia Viva e Liberi e uguali: “Se non ci fosse stata di mezzo la pandemia si sarebbe già fatto. Si deve andare oltre le osservazioni del Capo dello Stato. Eravamo già tutti d’accordo, da Conte al ministro Lamorgese“. In tal senso ieri il presidente del Consiglio, a margine degli Stati generali, ha rassicurato: “Ci siamo rammentati di questo tema ora che siamo usciti dalla fase più acuta dell’emergenza. Stavamo già lavorando e lavoreremo su questo, è nei punti programmatici del governo, nessuna fibrillazione“.

Come cambiano i dl Sicurezza

Luciana Lamorgese è pronta a formalizzare il lavoro svolto dagli uffici legislativi del Ministero dell’Interno. Il suo piano si baserà su due principi molto chiari: i due decreti andranno riscritti separando immigrazione e sicurezza in due provvedimenti e bisognerà andare oltre le modifiche richieste dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La titolare del Viminale a maggio era tornata alla carica mettendo nel mirino le norme del leader della Lega. Il lavoro svolto fino a febbraio per predisporre un testo “non andrà certo perduto“. Ricordiamo che effettivamente era già pronta una revisione, con gli uffici del dicastero che si erano messi immediatamente al lavoro per studiare le osservazioni arrivate dal Quirinale. Dal Viminale avevano lamentato che non si era mai svolto un incontro tra le compagini della maggioranza per cercare una sintesi comune sul tema, nonostante il testo fosse pronto già da novembre.

Vediamo ora tutte le modifiche che potrebbero subire i decreti Sicurezza: come riportato dall’edizione odierna de La Repubblica, l’intenzione sarebbe quella di togliere le maximulte fino a un milione di euro alle Ong e le confische delle navi umanitarie che dovessero violare le regole, prevedere l’ampliamento delle protezioni speciali, ricostituire il sistema di accoglienza diffusa e ripristinare la tenuità del fatto nel reato di oltraggio e violenza a pubblico ufficiale. Altri punti vedrebbero i termini per la risposta dello Stato sulla cittadinanza essere riportati da 4 a 2 anni, l’iscrizione all’anagrafe per i richiedenti asilo essere ripristinata e la protezione speciale (comprendendo tutti coloro che hanno subito trattamenti disumani) essere ampliata. Infine gli Sprar potrebbero essere ripristinati.

 

AIUTO AI NEGRIERI CHE LUCRANO

NESSUNA CONDANNA PER CHI DELINQUE CONTRO  LE FORZE DELLO STATO 

CITTADINANZA , E REDDITO A CHIUNQUE…

SIAMO ALLA DELINQUENZA PURA :PAGATI DAI CONTRIBUENTI PER DISTRUGGERE LO STATO ! 

letame puzzolente:

Luigi Di Maio in imbarazzo, l’amico Mimmo Parisi capo dell’Anpal e il caso dei 160mila euro di spese tra voli in business e autista

E’ importante mantenere allenato il cervello durante l’isolamento. Ecco 6 consigli utili. Scopri di più

  • a
  • a
  • a

L’amico di Luigi Di Maio imbarazza il Movimento 5 Stelle, il governo e l’Italia intera. Il Corriere della Sera riporta la storia di Domenico Parisi, professore alla Mississippi State University diventato capo dell’Anpal, l’agenzia per le politiche attive del lavoro che dovrebbe trovare un posto di lavoro a chi percepisce il reddito di cittadinanza. Una bandiera grillina destinata a trasformarsi in carrozzone all’Italia.

P

 

“Dimettermi io? Ma siete pazzi?”, taglia corto il “Cowboy” Parisi con il giornalista. Eppure di materiale per creare il caso ce n’è parecchio. Dal ritardo sui tremila “navigator” pagati 1.700 euro netti al mese per non fare nulla alla App che dovrebbero usare e che non c’è. “Sui sistemi informativi di milioni ne sono stati impegnati 80, e mi chiedo: che fine hanno fatto?”, chiede il dirigente che dovrebbe dare la risposta. Lo scaricabarile è classico: “Il direttore generale, Paola Nicastro, se ne infischia. Tutti mi bloccano. Il prototipo della app è pronto. Ma non mi fanno lavorare”. In compenso, viaggia molto. Voli in business class Italia-Usa, dove ancora risiede la famiglia, per un totale di 160mila euro di spese personali compresi “55mila euro per noleggio auto con autista e 32mila per un appartamento ai Parioli”. “Mia moglie vive negli Usa, questo Di Maio lo sapeva. Mica posso separarmi – si difende Parisi -. Comunque: per rotte sopra le 5 ore, la legge è chiara, ho diritto alla business class”. In un’audizione alla Camera aveva detto di viaggiare in business per colpa del mal di schiena. “Sono stato sciocco. Volevo giustificarmi: invece è un mio diritto viaggiare in business. Punto”. Quanto guadagna? “Circa 160mila euro l’anno“, anche se Di Maio gliene aveva promessi 240mila.

 

BASTARDI SCHIFOSI PEGGIO DI CHIUNQUE LI ABBIA PRECEDUTI !! 

gli stati generali : l’ennesima idiozia

Giuseppe Conte, la prima giornata degli Stati generali: “Soldi in cambio di riforme”, l’Europa gli ordina di cambiare

L’Europa è pronta a sborsare i soldi. Ma chiede che l’Italia si metta in carreggiata, facendo le riforme e riducendo il debito pubblico. Più che una passerella, il primo giorno degli Stati generali è stato un bagno di realismo per Giuseppe Conte. Le aspettative a Bruxelles sono alte. E il premier, quando gli operai smonteranno gli allestimenti di Villa Pamphilj, si troverà ancora ad avere a che fare con la maggioranza di prima. Scalcagnata e litigiosa. In queste condizioni, Conte dovrebbe essere capace di portare a compimento le riforme della burocrazia, del fisco, della giustizia, della semplificazione della Pubblica amministrazione? Forse ci crede solo lui. E poi c’è il tema dei fondi. A Roma danno per scontato il Recovery fund (ora si chiama Next Generation Ue), ma non è così. È solo una proposta e si prevede un negoziato complesso. Inoltre la pecunia, quella vera, arriverà non prima del 2021. E l’avvocato dovrà andare in Europa con il cappello in mano per pietire un “ponte”, come lo chiama lui, «che ci consenta di averne una parte già in autunno». Altrimenti, altro che «manovre portentose». Il messaggio che arriva dalla Troika è univoco: fate i seri. «L’Unione europea è e sarà al fianco dell’Italia nella ripresa dopo la crisi del Covid-19», assicura la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, perché «l’Europa ha bisogno di un’Italia forte». Con il programma Next Generation ci saranno «opportunità uniche» per il Belpaese, ma Roma deve fare le riforme necessarie per sbloccare un’economia immobile.

 

LA PENOSA BANDA BASSOTTI E’ COMPOSTA PER LA MAGGIOR PARTE DA ANALFABETI, INCAPACI, ARROGANTI PERSONAGGI SENZA ESPERIENZA E SENZA CERVELLO , “MAGARI” SE IL MARCHESE DEL GRULLO SI FOSSE CIRCONDATO DA GENTE COMPETENTE ED ESPERTA NEI VARI SETTORI…”MAGARI” NON SAREMMO AL PENOSO SPETTACOLO, INUTILE E COSTOSO, DEL CIRCO “GENERALE” !!  

 

chi comanda…..

Casaleggio detta agenda a Conte: “Ecco piano in 10 punti”

Davide Casaleggio ha presentato un documento dal titolo “Niente sarà più come prima” dal quale emerge un piano di rilancio per l’Italia in dieci punti

L’ingombrante ombra di Davide Casaleggio si aggira sugli Stati Generali, la serie di incontri convocati dal premier Giuseppe Conte tra esponenti della politica, delle parti sociali e soggetti economici per mettere a punto un piano di rilancio per l’Italia dopo l’emergenza coronavirus.

L’anima del M5s, seppur tagliato fuori dal vertice, ha deciso di scendere comunque in campo per far sentire la sua voce e dettare l’agenda al presidente del Consiglio. In una intervista al Corriere della Sera, Casaleggio ha spiegato quali devono esser le priorità per il governo. “Il 2020 è l’anno in cui è necessario investire nell’economia oltre il 15% del Pil per sostenerla e rilanciarla”, ha dichiarato il titolare della piattaforma Rousseau che ha colto l’occasione per illustrare un documento dal titolo “Niente sarà più come prima” dal quale emerge un piano di rilancio per l’Italia in dieci punti. Un progetto ambizioso che prevede “dieci anni di finanziarie tutte concentrate in un solo anno che devono creare valore da redistribuire in futuro”.

EPPURE C’E’ CHI CREDE CHE QS SOGGETTO ERUTTI IDEE PER IL BENE DEL PROSSIMO !!! 

DIRIGE ED IMPERA SUL GOVERNO SENZA AVERNE DIRITTO DEMOCRATICO ED ISTITUZIONALE…. UN VIRUS NEPPURE NASCOSTO ! 

 

104191312_10220512988527752_380191479136732971_n

IL NULLA CEREBRALE, CULTURALE ED UMANO HA TRUFFATO TUTTI I PROPRI ELETTORI CAMBIANDO IDEE TRE VOLTE AL GIORNO A SECONDA DELLE “SUE” OPPORTUNITA’ !  

CHI E’ IL PIU’ scemo ? 

vomito continuo:

 

“Via dl Sicurezza”, “Italia rischia”. Ed è rissa Franceschini-Salvini

Matteo Salvini risponde al sottosegretario all’Istruzione De Cristofaro che aveva chiesto l’abolizione dei decreti sicurezza. “Se li tolgono, siamo pronti ad andare al referendum” e intanto Franceschini ha chiesto di apportare le modifiche ai decreti in Consiglio dei Ministri

Matteo Salvini riparte dalla Sicilia. Il leader leghista arriva nell’Isola per incontrare i rappresentanti di tutte le categorie industriali e commerciali.

NON SAZI DELL’INVASIONE IN ATTO,   INCONSAPEVOLI (???) DELL’INVASIONE BESTIALE IN ARRIVO…..

IL SALTATORE CATTODEM CHE ASPIRA ALLA SEDIA DEL TIMONE LA SPARA GROSSA…..

ECCO QUELLO CHE CI ASPETTA CON GENTE DEL GENERE !! 

 

sempre carnevale:

103301022_1919109051558563_1021196862756333421_n

A PRESCINDERE DA INCAPACITA’, ANALFABETISMO, STUPIDITA’ CONGENITA ED OPPORTUNISMO …..

LA BANDA BASSOTTI SPENDE E SPANDE IN ASSOLUTA ALLEGRIA SENZA IL MINIMO BUONSENSO, SENZA CERVELLO ( si pensi ai monopattini ed ai vari bonus omaggio) .

ORA VANNO A DIVERTIRSI AGLI “STATI GENERALI” CON AMICI DI MERENDE MENTALMENTE SINISTRATI A SPESE OVVIAMENTE DEI CONTRIBUENTI !

IL PARLAMENTO : DESERTO PUR ESSENDO IL PIU’ COSTOSO AL MONDO !!! 

 

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑