CAZZARI SEMPRE !!!!

L’ultimo flop del sistema dei navigator: non trova un impiego nemmeno gratis

Richiesti dai Comuni solo 550 volontari tra gli 1,2 milioni di beneficiari

Avrebbero dovuto essere in servizio da tre giorni i 60mila assistenti civici evocati dal ministro per la Coesione sociale.

Invece, dopo lo show di Francesco Boccia che mostrava al Tg1 le pettorine già pronte per le «guardie anti movida», si sono perse le tracce dell’ordinanza della Protezione civile che doveva dare il via libera al reclutamento.

Eppure, come spiegava il sindaco di Bari e presidente dell’Anci Antonio Decaro, i Comuni hanno bisogno di volontari perché, finito il lockdown e ripreso il lavoro, serve ancora una mano ma ci sono meno persone con tempo libero da offrire. In teoria ci sarebbe un enorme bacino a disposizione: i percettori del reddito di cittadinanza. E per loro prestare aiuto alle comunità, oltre che un obbligo morale, sarebbe una delle condizioni anti-divano che, nelle parole dei Cinque stelle, avrebbero garantito che il sussidio da loro fortemente voluto non diventasse un incentivo a sfuggire il lavoro, anziché uno strumento di ricollocazione. La normativa prevede un massimo di otto ore di lavoro socialmente utile a settimana.

Nei primi mesi di erogazione del reddito si disse che per far partire questi impieghi utili era necessario fare dei patti con i Comuni. E gli accordi sono arrivati ben nove mesi dopo l’inizio dell’erogazione del reddito, una volta cambiato governo e ministro del Lavoro. Il 22 febbraio Nunzia Catalfo ha annunciato di aver siglato i patti con i Comuni per l’attuazione dei Progetti utili alla collettività, meglio noti come Puc, a riprova che se la produttività della Pubblica amministrazione si misurasse in base alla capacità di inventare sigle e acronimi faremmo morire d’invidia i tedeschi.

Vista la fame di volontari che hanno i Comuni, testimoniata sia dalle parole del presidente dell’Anci che da quelle del ministro Boccia, ci sarebbe da credere che l’offerta potenziale di 1,2 milioni di percettori del reddito sia andata a ruba. E invece dal 22 febbraio a oggi, solo 78 Comuni su 8.000 hanno stipulato patti per avviare un Puc. E in molti casi la procedura per farli partire è ancora ferma alla stipula della polizza assicurativa richiesta dai progetti.

Si dirà che c’è stato di mezzo il Covid. Eppure, secondo lo stesso Mimmo Parisi, presidente dell’Anpal, i navigator che costituiscono l’ossatura del sistema-reddito di cittadinanza hanno lavorato incessantemente in smartworking. Possibile che mentre i Comuni reclutavano volontari in ogni modo e il governo annunciava gli assistenti civici non si siano trovati sindaci interessati? È l’ennesima riprova che del flop del reddito. Non solo non riesce a trovare lavoro ai percettori del sussidio, ma non riesce a impiegarli nemmeno gratis. Nei Puc già firmati i Comuni hanno preferito reclutare una metà dei volontari scegliendoli al di fuori dei beneficiari del reddito. Il risultato dei 7 miliardi investiti dallo Stato: su 1,2 milioni di beneficiari richiesti soli 550 volontari.

 

anche una vongola avrebbe potuto e dovuto capire che la stronzata del reddito di cittadinanza avrebbe prodotto solo costi, incentivato il “nero” e spinto a fare un cazzo !! 

7.000.000.000 BUTTATI NEL CESSO PER ACQUISTARE VOTI….

 

APPUNTO

27655448_772719962898541_599851982204639430_n

GRAZIE A POLITICI ANALFABETI MA BEN INTRODOTTI NEI VARI BUSINESS DELL’ACCOGLIENZA SENZA LIMITI, A GIUDICI CHE ………

L’ITALIANO MEDIO, QUELLO CHE LAVORA E MANTIENE TUTTI E’ DISCRIMINATO E SOGGIOGATO OLTRE CHE SFRUTTATO MA……. NON SI RIBELLA……

TUTTO CONTROLLATO E MASTURBATO SECONDO I DETTAMI DELL’ALTO: DA FESSBOOK CHE CENSURA QUELLO CHE VUOLE AI MEDIA EXCORT BEN PAGATI PER……

al peggio non v’è mai fine:

Giuseppe Conte, ambizione smisurata: sogna il Quirinale e conta sul contributo di Gianni Letta

Altro che partito: Giuseppe Conte sogna il Quirinale e qualcosa si muove. Lo scrive Il Foglio, ben informato sulle vicende di Palazzo Chigi e in particolare sulle ambizioni del suo principale inquilino. “La partita è quasi impossibile, ma il premier prova a sognare in grande, parrebbe fiducioso circa il suo futuro”: per raggiungere l’obiettivo del Colle il fu avvocato del popolo pensa di poter contare sull’appoggio di M5S e Pd, che difficilmente potrebbero tirarsi indietro. E poi tramite Gianni Letta punta a conquistare anche il sostegno di Forza Italia.

 

SAREBBE DAVVERO L’IGNOMINIA PIU’ GRANDE CHE MENTE UMANA POSSA PENSARE !! 

NON PAGO DELLE BALLE RACCONTATE COME UN FIUME, DELL’ INCAPACITA’ DI GESTIRE IL RUOLO IN MODO DEMOCRATICO, DI RISPETTARE IL PROSSIMO , DI MANTENERE LE PROMESSE…..

ORA IL MARCHESE DEL GRULLO VORREBBE…..

IN SIFFATTO CASO SIGNIFICHEREBBE CHE SIAMO AL CAPOLINEA , MI MANGIO LA SCHEDA ELETTORALE E …..

Repubblica fondata NON sul lavoro

Il nuovo idolo della sinistra che vuole riempirci di immigrati

I fan dell’accoglienza in visibilio per Soumahoro. Dalle sardine a Fabio Fazio, tutti ad applaudire il sindacalista che vuole regolarizzare tutti gli immigrati

#iostoconaboubakar. La sinistra ha il suo nuovo idolo e già lo incensa sui social. È Aboubakar Soumahoro, il sindacalista ivoriano che oggi ha fatto “irruzione” a Villa Pamphili dove si stanno svolgendo gli Stati Generali sull’economia.

Si è incatenato davanti a Villa Pamphili attirando così l’attenzione del premier Giuseppe Conte che non manca mai di prestare un orecchio a chi va sotto la sua finestra a protestare. Quando si sono ritrovati faccia a faccia, la chiacchierata si è (ovviamente) incentrata sull’immigrazione. La ricetta proposta al capo del governo giallorosso è la regolarizzazione di tutti gli stranieri che si trovano in Italia. I talebani dell’accoglienza sono già in visibilio e si accodano alla crociata del sindacalista, mentre l’economia del Paese va a rotoli, le imprese restano a secco, la cassa integrazione promessa dall’esecutivo resta un miraggio e la piaga della povertà travolge sempre più italiani.

Uno sciopero della fame e della sete per“i tanti lavoratori sfruttati, esclusi e invisibili”. Una protesta che parte dalla “riforma della filiera agricola” per liberare“gli agricoltori, i braccianti e contadini” dallo “strapotere dei giganti del cibo che favoriscono sia lo sfruttamento che il caporalato” e che arriva, dopo un triplo salto carpiato, all’eliminazione della“legge Bossi-Fini e dei decreti Sicurezza” voluti dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini. Ai microfoni de ilGiornale.itSoumahoro lo chiarisce sin troppo bene dove vuole arrivare la sua mobilitazione“Servono nuove politiche migratorie – reclama – e un provvedimento che regolarizzi tutti gli invisibili per emergenza sanitaria, i migranti non sono immuni a questo virus e quando si è in guerra si salvano le persone”. La sanatoria voluta dal ministro dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, non gli basta affatto. “Finora il governo è stato sordo”.

Nel giro di poche ore Soumahoro, a cui nei giorni il Fatto Quotidiano aveva concesso un’intervista per attaccare Salvini e denunciare “le particelle di razzismo” che si sprigionano in Italia, ha subito conquistato la sinistra radical chic che “schifa” i decreti Sicurezza e vorrebbe aprire le porte del nostro Paese a tutti gli immigrati. In prima fila ci sono (occiamente) le sardine“Questo è l’inizio di quella grande ‘coalizione’, dialogo e speranza che auspichiamo da mesi – ha annunciato la portavoce Jasmine Cristallo – noi ci siamo con tutte le nostre forze e tutti i mezzi e le speranze possibili”. Ma è sui social network che il sindacalista ivoriano ha raccolto più fan. Tra questi anche Fabio Fazio che gli ha mandato “un abbraccio” esprimendo “solidarietà” alla sua causa. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha raccolto l’hashtag #iostoconaboubakar “perché la vita è fondata sul lavoro degno, che ha alla base diritti e salari equi”. Per Salvini, invece, la nuova crociata dei progressisti è “un insulto a milioni di italiani, e di immigrati regolari, in difficoltà”“La Lega – ha, poi, promesso – fermerà il delirio anti-italiano di Pd e 5 stelle, dentro e fuori il Parlamento”.

Dopo le sardine, la sinistra ha trovato il suoi nuovo idolo. Ma l’esperienza di Santori&Co insegna che, molto spesso, si tratta solo di fantoccini usa e getta.

 

I SINISTRI SONO TROPPO SCEMI ( O COINVOLTI PER $) PER CAPIRE CHE SICURAMENTE E’ GIUSTO REGOLARIZZARE CHI HA PERMESSO REGOLARE, LAVORA E NON DELINQUE, CON SALARIO DIGNITOSO COME TUTTI MA….

ESSENDO LOBOTOMIZZATI NON CE LA FANNO A CAPIRE ( O FANNO FINTA PER $) CHE IMPORTARLI FAVORENDO I NEGRIERI E POI ABBANDONARLI PER STRADA E’ DA DELINQUENTI !!

NON CONTROLLARE E NON FAR CHIUDERE PER SEMPRE LE AZIENDE CHE LI FANNO LAVORARE IN “NERO” IN CONDIZIONI PIETOSE..E‘ DA DELINQUENTI

ERGO…..

 

 

prototipo:

 

Sindaco del Pd inaugura una statua di Satana col fallo eretto. Oltre la follia delle tendine sulle croci…

domenica 5 maggio 17:44 – di Lucio Meo

Il senso di non appartenenza alla comunità cattolica, il disprezzo della religione, il cattivo gusto, la volgarità dell’arte che si fa offesa e scandalo. C’è tutto questo nella decisione del sindaco del Pd di Vergato, paesino in provincia di Bologna, di inaugurare in centro, con una cerimonia in pompa magna, una statua di Lucifero con il fallo eretto, lo zoccolo e l’occhio degli illuminati che porta sulle spalle un bambino aggrappato alle sue corna, con la base formata da Nettuno androgino con grandi seni. L’opera, “Inno a Satana“, costata 150 mila euro, un terzo dei quali soldi pubblici, è stata collocata nella locale Piazza Giovanni XXIII ed è stata inaugurata al pubblico, oltre che da una delegazione del Comune guidata dal sindaco Massimo Gnudi del Partito Democratico, anche con la presenza dell’artista che ha realizzato l’opera, Luigi Ontani, originario di Vergato.

Per l’avvocato calabrese, Giovanna Arminio, che ha denunciato il fatto sulla propria bacheca Fb, l’artista Ontani avrebbe ricevuto in passato diverse onorificenze, perfino da Mattarella, anche rappresentando altre opere blasfeme, come un Gesù che allatta, con una “particolare attenzione ai ragazzini nudi”.

LOBOTOMIZZATI CHE CREDONO D’ESSERE INTELLIGENTI FACENDO LE CAZZATE PIU’ CAZZATE DEL GLOBO ! 

POI VANNO A COPRIRE LE STATUE PER NON OFFENDERE I CLANDESTINI….

SOLDI DEI CONTRIBUENTI PER QS IDIOZIE….

RIVOTATELI MI RACCOMANDO !! 

DUBBIO NON V’E’ :

Come in ogni lunedì sera che si rispetti Enrico Mentana ha svelato i dati dell’ultimo sondaggio Swg per il TgLa7. Le intenzioni di voto aggiornate al 15 giugno non fanno registrare clamorose variazioni rispetto ad una settimana fa: la Lega si conferma il primo partito anche se con una leggera flessione (26,9%, -0,4) e il Pd rimane a distanza di sicurezza, sotto al 20 per cento (19%, -0,1). Il dato più interessante lo fa registrare il M5S, che sale al 16,2%: 0,4 in più rispetto a sette giorni fa, un primo riscontro delle voci di un’eventuale leadership grillina targata Giuseppe Conte? Sondaggio positivo anche per Forza Italia, che guadagna mezzo punto e torna sopra il 6 per cento (6,1%). Nel derby della seconda pagina, come lo definisce Mentana, Azione di Carlo Calenda (3%) si conferma di un soffio davanti a Matteo Renzi (2,9%). 

O QS SONDAGGI SONO MASTURBATI AD ARTE…

OPPURE IL BEOPOPOLO E’ PIU’ SCEMO DI QUEL CHE APPARE …. IN TAL CASO E’ GIUSTO CHE DEBBA ESSERE SPREMUTO E SODOMIZZATO DALLE CAPRE ! 

cazzari incapaci

La Bellanova piange per i migranti. Ma loro snobbano la sanatoria

I dati parlano chiaro: la sanatoria voluta dal governo è un vero e proprio fallimento. Ecco i numeri di una delle norme più discusse

Anche i primi dati ufficiali resi noti oggi dal Viminale confermano il flop della sanatoria, ossia la norma voluta dal ministro Teresa Bellanova rappresentante di Italia Viva all’interno dell’esecutivo.

Il primo report del Viminale

Già da giorni si attendeva la pubblicazione dei primi dati ufficiali da parte del ministero dell’Interno. Nessuna conferenza stampa e nessuna dichiarazione ai cronisti, dunque gli occhi sono stati rivolti per diverse ore sul sito del Viminale, lì dove i numeri elencati hanno dato una prima fotografia l’andamento della regolarizzazione iniziata esattamente due settimane fa.

 

INEVITABILMENTE …

SE SEI XXXXX I CASI SONO SOLO DUE 

  1. CAPISCI UN BEATO E SEI DISINFORMATA

  2.  TI HANNO PAGATA PER…..

 

CLANDESTINI E FANCAZZISTI NOSTRANI NON VOGLIONO LAVORARE !!! 

LO CAPISCONO ANCHE LE VONGOLE !!! 

PAGLIACCI PERICOLOSI:

Galleria-Doria-Pamphilj

LA BANDA DI BUFFONI STA GOZZOVIGLIANDO QUI A SPESE  DI PENSIONATI, DISOCCUPATI, DISGRAZIATI CONTRIBUENTI IGNORANDO IL PARLAMENTO

(LORO POSTO DI LAVORO STRAPAGATO)

PER INVITARE TUTTI GLI AMICI DI MERENDE

( ELETTI DA NESSUNO !)

ALLA “TAVOLA” BEN BANDITA CON  ALLEGRIA MAFIOSA  SBEFFEGGIANDO LA DEMOCRAZIA !!

SIETE CONTENTI VOI COGLIONI CHE LI AVETE VOTATI ????

Blog su WordPress.com.

Su ↑