le merde subumane

Da eroi a capri espiatori sui medici piovono le denunce

Hanno perso decine di uomini, ma c’è già chi vuole portarli in tribunale. E i dottori chiedono un’amnistia

Milano. Da eroi collettivi a capri espiatori il passo è breve. E doloroso. I medici cominciano a subire la minaccia delle cause legali.

E da Milano parte un appello al Quirinale e alla politica, perché si introduca uno strumento di tutela generale in questo caos.

Fino a ieri i camici bianchi erano indicati come artefici di una pagina esemplare di abnegazione. Arruolati a volte in via straordinaria, sono stati contagiati in gran numero e spesso uccisi dal virus, infine stremati da turni e pressioni disumane. Ora vengono additati invece, e cominciano a intravedere l’ombra di rivalse temerarie e di paradossali ripercussioni giudiziarie.

Il tam-tam è partito, corre sui gruppi facebook sospinto da gruppi, pseudo-associazioni e figure con pochi scrupoli. Un cardiochirurgo milanese ha scritto all’ordine professionale. Ha preso l’iniziativa «nel ricordo dei colleghi caduti durante questa tragedia, perché il loro esempio ci guidi in questa difficile missione». Ha sollevato il tema della responsabilità, e di polizze che prevedono un rischio commisurato all’attività specialistica dichiarata. «Pur in una situazione di emergenza, e nonostante le continue dichiarazioni sui media del ruolo eroico del personale sanitario – ha avvertito – sono crescenti le denunce di parenti». Un collega rianimatore si sfoga: «I turni sono massacranti, ed è difficile resistere, anche perché molta gente comincia a pensare alle denunce. I parenti chiedono le cartelle se il familiare è morto, domandano perché non è stato intubato prima e quali farmaci sono stati somministrati. Da eroi siamo diventati responsabili, questo fa perdere la voglia di rischiare la pelle. È assurdo».

Stefano Carugo, noto cardiologo, solleva la questione senza giri di parole: «Tutti lavorano a testa bassa, si fanno miracoli e vorremmo continuare a occuparci esclusivamente dei pazienti da salvare, senza passare il tempo a fare le fotocopie delle cartelle cliniche». «Vediamo il pericolo di conseguenze isteriche e di una guerra legale, fioccheranno denunce, temo. La mia idea, oltre ai balconi che vanno bene, è che si preveda per gli operatori sanitari in situazione di guerra una sorta di amnistia». Carugo è stato consigliere regionale, è professore universitario e presidente lombardo della società di cardiologia. Ma è anche in prima linea, come direttore del dipartimento cardiorespiratorio dell’Asst «Santi Paolo e Carlo». Racconta, una situazione di emergenza che da fuori non si coglie fino in fondo. «La situazione è devastante, la Lombardia sta facendo miracoli, ogni giorno è un dramma e a tanti colleghi viene chiesto di fare cose mai fatte, a stipendi invariati ovvio. Siamo tutti in un frullatore e purtroppo si devono compiere anche scelte drammatiche, fra pazienti con diversa speranze e possibilità di sopravvivenza». «Già fioccano le denunce – prosegue – e magari le inchieste, se ne parla ogni giorno. Vale per i medici e per le direzioni sanitarie. E allora dico: agiamo ora, in questa fase dei medici eroi, perché fra due mesi inizierà la bagarre politica e i medici rischiano di restare in mezzo, saranno i capri espiatori perfetti. Il presidente Mattarella ha usato le parole giuste, di unità e concordia. Con questo spirito, allora, agiamo subito, è importante per poter continuare con la necessaria serenit

 

 SOTTOPRODOTTI UMANI CHE VIVONO DI RICATTI E DELITTI

SOTTOPRODOTTI UMANI CHE USUFRUISCONO DEL REDDITO DEL FANCAZZISTA

SOTTOPRODOTTI UMANI CHE “RICATTANO” CHI SI SACRIFICA PER LORO

SOTTOPRODOTTI UMANI CHE MERITANO DI CREPARE DA SOLI SENZA ASSISTENZA 

LORO E GLI AVVOCATI CHE LI SUPPORTANO ! 

COSI’ SIA !!!! 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: