questo è il futuro che vi hanno rubato:

 

“I giovani accetteranno di vivere in minoranza sulla terra dei loro antenati?”

volta aggravati dall’Islam”, ha detto sabato l’intellettuale francese Eric Zemmour in un discorso molto forte contro i “colonizzatori” e “l’islamizzazione” degli immigrati , sposando la tesi, per altro evidente, della “grande sostituzione” delle popolazioni bianche.

“In Francia, come in tutta Europa, tutti i nostri problemi sono aggravati dall’immigrazione, a cominciare da scuola, alloggio, disoccupazione, deficit sociali, ordine pubblico, carceri … e tutti i nostri problemi aggravati dall’immigrazione sono a loro volta aggravati dall’Islam. “Questa è la doppia pena”, ha sostenuto il saggista, che ha introdotto un incontro organizzato a Parigi Marion Le Pen, la nipote.

Secondo Eric Zemmour, lo Stato francese è diventato “l’arma di distruzione della nazione e lavora per l’asservimento del suo popolo, la sostituzione del suo popolo con un altro popolo, un’altra civiltà” .

“Tra vivere (e sopravvivere) insieme, dobbiamo scegliere”, ha detto, citando lo scrittore Renaud Camus, teorico della “grande sostituzione” della popolazione bianca e cristiana da parte di una popolazione immigrata afroislamica. “La domanda che ci viene posta è questa: i giovani francesi accetteranno di vivere in minoranza sulla terra dei loro antenati? “, ha detto.

E voi, giovani italiani, siete pronti ad accettare di essere schiavi in casa vostra di popolazioni ostili?

Ogni parola può essere applicata anche all’Italia. A cominciare dallo Stato che è diventata l’arma di distruzione della nazione italiana. Che lavora per la sua sostituzione con popolazioni afroislamiche.

 

 

contante:

contante si’, contante no…

non sanno che fare per incassare sempre di piu’ !

hanno introdotto il reddito del fancazzista che è una potente molla per il “nero” ed ora s’inventano strani meccanismi di presunti sconti sul”uso delle carte.

tutto questo casino unito al fatto che la casaleggio band è foraggiata da chi gestisce il giro delle carte fa si’ che i gatti analfabeti ma ormai scafati siano convinti che :

a) tale assurdo sistema sia una MINKIATA al limite del legale

b) non mi fido assolutamente dei “rimborsi” dello stato…

c) chi invece di abbattere i costi della politica abbatte la vita dei contribuenti sia da spazzare via

d) queste immonde elucubrazioni siano contro la liberta’ , minima, di chi lavora e spende del suo.

ERGO : a titolo di assoluta legittima difesa direi che pagare in contanti in “nero” è l’unica soluzione possibile oggi per i poveri gatti .

Quando dai politici arriveranno seri segnali d’inversione di tendenza: MENO SCORTE INUTILI, MENO VIAGGI DEL XXX, MENO BENEFIT A PARENTI E DEFUNTI, ECC.ECC. 

ALLORA e solo allora se ne riparla !

77

 

 

che pena:

 

Antonio Socci contro i fan di Greta Thunberg: “Ecco chi stanno servendo”

29 Settembre 2019

 Ennio Flaiano diceva che «i giovani hanno quasi tutti il coraggio delle opinioni altrui». Parole che tornano alla mente vedendo le immagini di migliaia di ragazzi – per così dire – «chiamati alle armi» venerdì ed incensati dagli adulti, dai padroni del vapore e del pensiero, da tutto il sistema scolastico e mediatico (compresi giornali di proprietà «automobilistiche» che hanno appena finito di esultare per la doppietta della Ferrari in Formula 1).

Scesi in piazza a far finta di protestare contro quegli stessi adulti che li hanno «convocati», contro i padroni del vapore, contro il sistema che li celebra e li esalta. E per una questione su cui nessuno di loro saprebbe fornire un argomento scientifico, dal momento che uno scienziato del clima come Franco Prodi afferma che le circolanti «previsioni allarmistiche non sono credibili» (cita autorevoli documenti scientifici dove si conclude che «la natura, non l’ attività dell’ uomo, governa il clima»).
Questi ragazzi che avrebbero bisogno di padri trovano invece tanti padroni del pensiero che li «imboccano» con la tiritera da ripetere. È stato rubato loro il futuro? Sì. Ma non dalla CO2 a torto confusa con l’ inquinamento e con la plastica (per avere «emissioni zero» di CO2 peraltro bisognerebbe non respirare più). A rubare loro il futuro è stata – almeno in Europa e specialmente in Italia – la fallimentare via imboccata quasi 30 fa con Maastricht e tutto il resto, per cui abbiamo accantonato la centralità del lavoro prescritta dalla nostra Costituzione e abbiamo adottato la devastante dottrina renana incentrata sulla lotta all’ inflazione e sul rigore dei bilanci.

Chi ha rubato il futuro? – Non solo hanno sottratto la sovranità ai popoli (togliendo agli Stati una delle loro principali prerogative: la sovranità monetaria), ma hanno privato questa generazione di giovani della possibilità di trovare un lavoro subito dopo gli studi e di farsi una famiglia e una vita. È una generazione sacrificata sull’ altare dell’ euro e dei parametri di Maastricht, con un livello di disoccupazione e una precarietà sottopagata mai vista e che prosegue oltre i trent’ anni, quando tutte le altre generazioni (a partire dalla mia) avevano già costruito le loro carriere professionali e le loro famiglie.
Non sanno, questi sfortunati ragazzi, che il loro «sciopero» servirà solo a imporci delle tasse sedicenti verdi e far fare un po’ di affari a quelle multinazionali che investiranno nel green. Del resto se fossero realizzate le idee antisviluppo dei catastrofisti del clima avremmo il collasso dell’ economia cosicché il loro futuro lavorativo davvero sparirebbe del tutto. Quindi scioperano contro se stessi.
Oltretutto si sostiene pure che per «salvare il pianeta» bisogna fare meno figli. Così si suggerisce a questi ragazzi pure di negare a se stessi il futuro più naturale, quello dei figli.
Peraltro in un’ Italia e in un’ Europa che sono già in crollo demografico e che hanno imboccato la via dell’ estinzione. Gli adulti che li hanno «convocati» in piazza o che li applaudono freneticamente appartengono in buona parte a quella generazione che – alla loro età – ha creduto fanaticamente nelle più sanguinarie utopie rivoluzionarie e ha inneggiato a tirannie orrende. Nonostante un tale abbaglio lorsignori hanno continuato tranquillamente a sdottoreggiare: si sono sistemati al potere, senza mai fare vera autocritica su quella loro stagione di cui hanno conservato l’ arroganza, l’ intolleranza e la propensione a indottrinare. Soprattutto i giovani.
Con disinvoltura hanno fatto e fanno le più clamorose capriole ideologiche. Spesso dal comunismo più truce sono passati, anni dopo, ad adorare la nuova divinità planetaria, quella dei Mercati (e l’ Europa dei parametri di Maastricht) al cui verdetto sottopongono i governi e i popoli. E dopo aver professato nella loro vita adulta il credo alquanto fanatico della modernità, abbracciano senza problemi un ecologismo catastrofista che di per sé, preso in parola, rappresenterebbe la condanna a morte dello sviluppo e del progresso che finora ci hanno decantato.
Alcuni vivono queste metamorfosi con opportunistico disincanto o con furbizia da paraculi, altri continuando a secernere odio ideologico che tracima per chiunque osi contraddirli (magari accusando di odio l’ avversario). Si ricorre perfino alla «reductio ad Hitlerum» per criminalizzare chi ha idee diverse. Basta imporre a tutti la nuova religione a cui oggi dobbiamo inchinarci: quella del «politically correct», che comprende in sé il particolare fanatismo ecologista.

Per approfondire leggi anche: Ecco chi manipola Greta, l’accusa della Chiesa

 

Salvatevi prima di salvare – I nostri poveri figli non meritano questi padroni del pensiero. Avrebbero diritto semmai ad avere padri, a scoprire perché sono al mondo prima di aver la pretesa di salvare il mondo. Avrebbero diritto – secondo me – di conoscere il Padre che rende liberi. Sono degli Amleto a cui è stato «tolto» anzitutto il padre, cioè la storia, che ti propone e ti fa scoprire il senso della vita.
Uno che anni fa è stato un vero padre per migliaia di giovani, don Luigi Giussani, diceva a una precedente generazione: «Se voglio tagliare il rapporto con Dio rimane qualcosa di più grande di me che è solo il potere nel senso materiale del termine. E se aboliamo il rapporto con Cristo ci rendiamo schiavi dell’ intellettuale di turno che è servo del potere e a cui il potere dà fama e in base ai cui dettati crea la mentalità della gente, con tutti gli strumenti che ha in mano. Così viviamo in una grande era di schiavi, di alienati mentali. È per questo che la caratteristica della gioventù di questi ultimissimi anni è quella di adottare facilmente, come unico sistema di vita, l’ adesione alla propria istintività, la posizione radicale, il suo istinto, la propria reattività».
Unica compagna di viaggio: la solitudine. Se il suicidio è la seconda causa di morte – dopo gli incidenti stradali – fra i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni, significa che prima di salvare la terra (con teorie e mezzi dubbi) dovremmo salvare i nostri figli.

di Antonio Socci

 

NON STUDIANO , S’INFORMANO SUL WEB IN MODO ASSOLUTAMENTE PARZIALE E DEMENZIALE POI SI FANNO MANIPOLARE .

SONO BEN INFORMATI SU TUTTO DATO CHE VIVONO CON CELLULARE INCORPORATO MA…NON SANNO ASSOLUTAMENTE NULLA !!

CHE PENA…

Giuda era un dilettante:

SECONDO MENTANA SALVINI FU BRUTALMENTE FREGATO DA dimaio e zingaretti CHE LO SPINSERO AD APRIRE LA CRISI CON LA PROMESSA CHE NON SI SAREBBERO MAI ALLEATI.

 
INGENUO LUI MA I DUE ???
 
SECONDO UN DETTO SICILIANO GLI UOMINI SI DIVIDONO IN 3 CATEGORIE:
 
UOMINI
OMINICCHI
QUAQUARAQUA’
 

DOVE METTIAMO I DUE ?

 

bastardi maledetti !!!

NON I CLANDESTINI MA CHI HA PERMESSO QUESTO SFACELO:

no-go-zone-italia-672x372.jpg

Le 42 no-go-zone afroislamiche: dove gli italiani non possono entrare

Li chiamano ‘insediamenti informali’, sono no-go-zone occupate da immigrati: ce ne sono almeno 42 in Italia.

Dentro c’è un esercito ostile di abusivi di circa 10.000 individui in 24 insediamenti costituiti da edifici, 2 da baraccopoli e 2 da casolari, 3 da tendopoli, 2 fra container e roulotte e 9 campi. Molti di questi ‘insediamenti’ sono gestiti direttamente dalla mafia nigeriana, che come sappiamo sta armando i richiedenti asilo, formandosi un vero e proprio esercito grazie ai migranti traghettati in Italia dalle Ong:

Salvini ne ha smantellate diverse nei solo 14 mesi di governo, ma le enclave ‘italiane’ controllate dalla mafia nigeriana dovrebbero essere rastrellate dall’esercito.

Molte di queste baraccopoli sono nate ai bordi di centri profughi, dove si stupra e si organizza lo spaccio.

E i numeri ce li dà il rapporto “Fuoricampo” di Medici Senza Frontiere. Ovviamente loro non vogliono sgomberarli, vogliono renderli ‘strutturali’.

PER DENARO E/O PER IMBECILLITA’ CONGENITA I DEMANIMALI NEGLI ULTIMI ANNI CI HANNO FATTO QUESTO SIMPATICO SCHERZO CHE ORA DILAGHERA ‘ !

 

idiozie a ruota libera :

DA UNA PARTE :

tale lerner noto ai piu’ per la sua nonintelligenza dichiara che Milano ha un pil alto grazie agli immigrati !

EMERITA TESTA DI VONGOLA PUTREFATTA LI’ SI LAVORA NON SI CAZZEGGIA ED IL CONTRIBUTO DEI CLANDESTINI E’ QUELLO NOTTURNO FATTO DI VIOLENZE.  DA SEMPRE MILANO PRODUCE RICCHEZZA E LAVORO: STUDIA CAPRETTA !!!

 

DALL’ALTRA :

Clandestino ruba e pesta militari. Il pm lo libera: “Arresto esagerato”

L’immigrato ruba al supermercato e pesta il vigilante con un palo. Poi si scaglia contro i militari. Ma per il pm non basta: esagerato l’arresto per due bottiglie di vino

Il riassunto che fa una fonte del Giornale.it è più o meno questa: se provi a rubare due bottiglie di vino, pesti prima un vigilantes e poi due carabinieri non meriti il carcere perché provare a sgraffignare un po’ di alcol non è un reato grave.

 

e qui vorrei sapere due cose:

a) se lo faccio io e’ lo stesso ?

b) cosa devono fare per essere ingabbiati i “simpatici” clandestini ? LA LEGGE E’ OPTIONAL BALLERINO ?

NON CAPIRE CHE IN QUESTO MODO S’INCENTIVANO I REATI E’ DAVVERO xxxxxxx !!!

 

SCIENTIFICA DIMOSTRAZIONE CHE NON NE VERREMO MAI FUORI !!

 

 

una vittima ma insopportabile !!

Greta Thunberg, chi la critica viene trattato come un nazista: perché è giusto ribellarsi

26 Settembre 2019

 Greta ha torto, ma pare che non si possa dirlo. Perché chi lo fa diventa automaticamente nazista. È la classica reductio ad Hitlerum tipica di chi non vuole entrare in argomento. La nostra colpa è di aver accettato i termini della questione proprio come li ha posti la ragazza svedese.

È vero o falso che i cambiamenti climatici porteranno presto alla distruzione dell’ umanità?
È vero o falso che causa decisiva e scatenante di questa presunta prossima catastrofe sono i comportamenti degli uomini, la loro industria, l’ uso delle automobili, le centrali elettriche, l’ allevamento del bestiame e così via? Siccome sono giudizi categorici che Greta asserisce essere basati sulla scienza, con molta calma rispondiamo: balle, menzogne, cialtroneria apocalittica. Abbiamo opposto in passato gli argomenti pacati, nati dalle misurazioni delle temperature nei primi quindici anni del millennio, esposti al Senato nel 2015 dal premio Nobel della fisica, non della letteratura o della pace, Carlo Rubbia, che ha dimostrato che il mondo non si sta affatto scaldando come un termosifone, e anzi le temperature medie sono calate di 2 gradi centigradi. Ieri abbiamo citato la lettera di 500 scienziati che contraddicono Greta, ovviamente inascoltati.Insomma non è vero che la totalità della comunità scientifica sia d’ accordo con Greta, anzi solo una piccola minoranza appoggia il suo estremismo francamente fanatico. Persino chi dà molto peso alle cause antropiche nelle mutazioni climatiche, si guarda bene dal mettere timbro di scienza a farneticazioni populiste, dogmatiche, oscurantiste, inossidabili al dubbio, come quelle che ci hanno invaso tutti e invasato molti.

E’ paranoia – Fulvio Abbate sull’ Huffington post ci identifica tra coloro che deformano l’ immagine infantile di Greta spingendola nel lager come facevano i nazisti. Qui veramente siamo alla paranoia. È pura viltà, operazione mediatica gigantesca di occupazione delle coscienze, in funzione di un massimalismo distruttivo della nostra già traballante struttura sociale ed economica, la parata trionfale di una ragazzina ridotta a idolo del teatro (Bacone). È stata scovata come un fenomeno della natura, come una volta i circhi inviavano nel Borneo i loro talent scout per recuperare la donna più alta del mondo, o l’ uomo a due teste. La sua eccezionalità gonfiata con abilità mostruosa dai genitori – il cui uso della loro figlia è censurato severamente dalla società civile svedese – ci è stata imposta. Questa ragazza dagli spaventi e dalle ire tipiche degli adolescenti è stata addobbata con formidabili dichiarazioni di incantamento da autorità politiche e religiose quale profeta di verità assolute (sostenute non da calcoli ed esperimenti, ma dalla pura enfasi retorica), presa in braccio dall’ Onu senza che avesse combinato nulla, come in passato capitò solo a Madre Teresa di Calcutta che qualcosina aveva pur fatto nella sua vita in precedenza, e collocata sul carro come una dea di una nuova religione.

Sarebbe stato ovvio che una ragazza esibita come una incarnazione in forma di fanciulla della Divina Madre Terra, che si esprime in termini apocalittici, quale esponente di una religione panteistica, con i suoi dogmi, suscitasse una certa opposizione. Ci stiamo contando in Italia sulle dita di una mano. E ci pare sacrosanto anche denunciare il lavoro minorile cui è stata costretta come una schiava dalle potenze mediatiche e finanziarie che alitano dietro di lei, costruendo il tabù per cui chiunque critichi lo stile oratorio violentissimo e gli occhi spiritati diventa immediatamente uno squilibrato Mengele pronto a sezionare la signorina affetta da morbo di Asperger in un apposito lager.

Per approfondire leggi anche: Greta, l’affondo di Diego Fusaro

L’illusione – Ci stanno imponendo di fissarla senza muoverci perché ci ipnotizzi meglio? Non ce l’ ho affatto con lei, ma con l’ immagine pubblica che è stata estratta da lei trasformandola in icona mistica, quasi fosse l’ unica anima pura e innocente in un mondo dove gli adulti – tranne i suoi genitori, si presume – sono tutti criminali che hanno tolto il futuro ai giovani, ed anzi osano essere ancora vivi e magari timidamente alzare il dito e dire: provaci quello che dici. Ricordi Greta quando nel 1989 gli scienziati ammonirono che senza un radicale cambiamento dei consumi e della produzione di anidride carbonica entro il 2000 e non un giorno oltre, i mari si sarebbero innalzati di due metri sommergendo New York e con un disastro apocalittico? No, che non lo sa, non era nata.

All’ Onu avrebbero dovuto passarglielo quel testo. Oppure le ha spiegato magari un piccolo, insignificante ma onesto professore di geografia perché la Groenlandia si chiami così, cioè “Terra Verde”? E che nel Seicento ci fu una glaciazione poi retrocessa in Europa. Il meteorite che annientò i dinosauri l’ hanno tirato gli uomini di oggi dopo aver inventato la macchina del tempo? A proposito, come mai il buco dell’ ozono è sparito dalla circolazione? Chi l’ ha tappato?
Il fatto è che non lo aveva provocato la nostra razza, e non l’ hanno chiuso con un rammendo gli ecologisti.
Sappiamo così poco. E quel poco che sappiamo nega la tracotanza della Greta, divina per l’ Onu e forse per il Vaticano ma non per noi. Per noi divina resta solo Greta Garbo.
Noi non vogliamo nessuno in nessun lager, ma che si smonti questo palco galattico su cui viene trascinata per catechizzarci una ragazzina ignorante come una capretta, la quale è competente solo sui suoi sentimenti montati come panna acida da chi finge di volerle bene, e invece le fa marinare la scuola.

di Renato Farina

 

 

UNA POVERETTA CHE RECITA UN COPIONE CHE ALTRI LE HANNO IMPOSTO ED ORA NE HA FATTA UNA PROFESSIONE CHE LE HA ROVINATO LA VITA

LA BEOMASSA PER NON TRADIRE LA PROPRIA IMBECILLITA’ SEGUE SENZA LEGGERE, STUDIARE, INFORMARSI, ASCOLTARE CHI NE SA DAVVERO…

PENA, TRISTEZZA E ..SCHIFO

altro non sanno fare :

Il governo a caccia di soldi Già pronta la tassa sul fumo

I giallorossi preparano nuovi prelievi sul tabacco e su prodotti legati al fumo. Valanga di rincari in arrivo. Nel mirino anche assicurazioni e banche

Una cosa è certa: con questo governo aumenteranno le tasse. L’esecutivo giallorosso infatti studia già un piano per mettere le mani nel portafoglio degli italiani.

INCAPACI INVECE DI ABBATTERE LE SPESE AUMENTANO LE ENTRATE A DISCAPITO DEI CONTRIBUENTI !!!

COME DISSE QUALCUNO… QUALSIASI IDIOTA E’ CAPACE D’AUMENTARE LE TASSE !!

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑