il vuoto cerebrale:

L’ira di Di Maio: sicurezza interna a rischio. Basta parlare solo di barconi

 

 

SOLO CHI IN TESTA HA ARIA PUO’ DEFECARE SIFFATTE STRONZATE:

INVECE DI BUTTARE MILIARDI NEL REDDITO DEL FANCAZZISTA

( 600.00O LE DOMANDE !!!)

BASTEREBBE INTENSIFICARE I CONTROLLI, AUMENTARE IL NUMERO DELLE FORZE DELL’ORDINE , DOTARLE DI MEZZI, SOTTRARLE ALLE FISIME GIUDIZIARIE  , BUTTARE FUORI TUTTI I CLANDESTINI.

IL BUFFO , E TRAGICO, E’ CHE I COGLIONBUONISTI INCAPACI D’INTENDERE E VOLERE ATTRIBUISCONO A SALVINI GLI ATTI DEMENZIALI….. VORREBBERO PIU’ CLANDESTINI TENEDOLI BUONI PERDONANDO LORO QUALSIASI NEFANDEZZA !!!

BASTEREBBE VEDERE QUELLO CHE STA SUCCEDENDO IN FRANCIA, GB, OLANDA,,, MA I GRULLI E BEOTI SANNO LEGGERE ?

 

Annunci

se fossi un genitore….

ANDREI A PRENDFERE A CALCINCULO SINO A REGGIO CALABRIA I RESPONSABILI DELL’AFFIDAMENTO DEL BUS AL FOTTUTISSIMO SOMALO !

 

“Nel Comune anti Salvini affidano il bus a un senegalese con precedenti”

L’accusa dei sottosegretari leghisti: “Il comune di Crema si è schierato pubblicamente contro il Decreto sicurezza, ma la foga a favore dei clandestini gli ha fatto sfuggire i problemi reali”

Qualcosa non torna nella vicenda di Ousseynou Sy, il 47enne senegalese che oggi ha dirottato un bus pieno di studenti alle porte di Milano.

I suoi precedenti, infatti, parlano chiaro: in passato era stato coinvolto in casi di abusi sessuali su minori e persino guida in stato di ebbrezza.

Eppure questa mattina era alla guida di un autobus di linea della Autoguidovie. “Perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?”, si chiede Matteo Salvini. E i sottosegretari al ministero dell’Interno puntano il dito contro il Comune di Crema che non ha effettuato i doverosi controlli sui dipendenti di una società che offre un servizio di trasporto pubblico pure per le scuole.

“Il comune di Crema si è schierato pubblicamente contro il Decreto sicurezza, ma la foga a favore dei clandestini gli ha fatto sfuggire i problemi reali”, accusano Stefano Candiani e Nicola Molteni, “Una scuola si è ritrovata con uno scuolabus guidato da un senegalese con cittadinanza italiana con precedenti per violenza sessuale e guida in stato di ebbrezza. E oggi l’uomo ha dirottato il mezzo e gli ha dato fuoco. Poteva essere una tragedia. Ci attendiamo un rigoroso accertamento delle responsabilità per un affidamento così gravemente superficiale. Il sindaco non ha niente da dire?”.

IL BEOBUONISMO OTTUSO ED IDEOLOGICO PORTA A QS RISULTATI E…..

SCOMMETTIAMO CHE SIAMO SOLO ALL’INIZIO ?

senza se e senza ma….

“Precedenti per abusi sessuali su minori”. Chi è l’attentatore senegalese

Ousseynou Sy dirotta il mezzo, su cui viaggiano 51 bambini, e gli dà fuoco urlando “Lo faccio per i migranti”. Aveva precedenti per guida in stato di ebbrezza e violenza sessuale

“Perché una persona con simili precedenti guidava un pullman per il trasporto di ragazzini?”. Non appena la notizia è arrivata al Viminale, Matteo Salvini si è messo subito al lavoro per “vederci chiaro”.

 

UN PAESE LADDOVE SI PERMETTE AD UN SUBUMANO COME QUELLO DESCRITTO DI STARE A CONTATTO CON MINORI E LADDOVE TESTE DI CAZZO ASTRALI LO PERMETTONO E NON CONTROLLANO….

E’ UN PAESE DI MERDA !!

dilaga lo spappolamento cerebrale:

«Siamo Terrapiattisti e non paghiamo il biglietto». Intercity fermo un’ora: denunciati

Alla richiesta del controllore, l’assurda risposta mostrando un foglio di plastica con scritto «Autodeterminazione». Denunciati in quattro per interruzione di pubblico servizio. La spiegazione ai carabinieri: «Noi siamo fuori da ogni giurisdizione»

 

FANNO BENE !!

ORMAI VIOLARE LEGGI E REGOLAMENTI IMPUNEMENTE E’ LA NORMA, PICCHIARE LE FORZE DELL’ORDINE UNO SPORT , FARSI BEFFE DELLA FINTAGIUSTIZIA ITALICA UN DIVERTIMENTO.

MANDARLI IN MINIERA UN PAIO D ‘ANNI NO ?

 

 

cvd

IN QUESTO PAESE CHE PER LEGGE NON E’ DI MERDA MA LO E’ “DE FACTO” …

SOLO I SINISTRATI MENTALI POSSONO FARE TUTTO CIO’ CHE VOGLIONO : DAI CENTRI ASOCIALI AI TRAFFICANTI DI SCHIAVI CHE SE NE FREGANO DI FINANZA E GUARDIA COSTIERA ….

HANNO CREATO UN PUZZOLENTE PRECEDENTE CHE SARA’ POI COCCOLATO E SFRUTTATO DA ALTRI SCHIFOSI PER FARE QUELLO CHE VOGLIONO :

SEMPRE IMPUNEMENTE !!

SONO APPOGGIATI DALLA STAMPA IDIOTA E DAI GRUPPI CHE LUCRANO SULL’IMPORTAZIONE DI SCHIAVI , AGISCONO IN ASSOLUTA IMPUNITA’ SBEFFEGGIANDO LE ISTITUZIONI !

CHE BEL PAESE !!!

non credo proprio…

Vittorio Feltri picchia durissimo sul governo del menga: “La pietosa bugia di Di Maio e Salvini”

Mi auguro di non annoiare i lettori con questi argomenti che ammorbano le persone normali. Ma è impossibile trascurare il ragionamento che mi accingo a fare. Salvini, che per molti versi si è fatto apprezzare, se ne è uscito con l’ idea di introdurre la Flat tax per coloro che hanno un incasso inferiore a 50 mila euro annui.

Abbassare i tributi per le classi più deboli è buona cosa e il leader della Lega fa bene ad agire coerentemente rispetto alle promesse elettorali. Però c’ è un però imprescindibile. Dove andiamo a prendere i soldi per tamponare le maggiori spese che comportano i tagli all’ Irpef? Ecco il punto.

Il bilancio dello Stato, stante un debito pubblico di entità mostruose, è già oberato di uscite pazzesche dovute all’ idiozia del reddito di cittadinanza. Non solo. È anche appesantito dalla fregnaccia pensionistica, quota cento, contrastante con la riforma Fornero. Non ci sono i margini finanziari per assorbire gli oneri importanti che comporterebbe la mini Flat tax. Non esistono. Da questa constatazione incontestabile si evince che il governo non programma: sogna e, prima o poi, sarà costretto a svegliarsi. Allora si accorgerà che la linea del Movimento 5 Stelle è incompatibile con quella del Carroccio. Salvini e Di Maio si dichiarano amore eterno e fedeltà allo scopo di persuadere i cittadini di essere in grado di governare il Paese, ma sono chiacchiere, bugie pietose.

 

I due non vanno d’ accordo su nulla. E le beghe che li dividono emergono ogni dì. I padani pensano a soddisfare gli imprenditori e i lavoratori del Nord, che costituiscono il loro elettorato principale, mentre i grillini proteggono gli accattoni del Sud, bisognosi di sussidi e regalie. Ergo. O si promuovono gli aiuti ai terroni o si tagliano le imposte, entrambe le cose non è ammissibile realizzarle per mancanza di fondi.

Presto le opposte iniziative si scontreranno e provocheranno una esplosione, presumo a seguito delle consultazioni europee, che farà crollare questo esecutivo del menga.

di Vittorio Feltri

 

LA BANDA BASSOTTI PUR DI TENERE LE SEDIE TROVERA’ IMMONDI COMPROMESSI PER STARE AL TAVOLO DELLE TORTE IL PIU’ LUNGO POSSIBILE…..

 

il “Corriere della Serva” :

“SALVA” UN CAZZO !!!!!

LI HANNO STRAPPATI ALLA GUARDIA COSTIERA LIBICA !!!

SCHIFOSI PENNIVENDOLI EXCORT , ORA VOMITANO PER IL MAL DI MARE GRAZIE AL “SALVATAGGIO” DI QS SCHIFOSI SCHIAVISTI !

merdaioli della penna:

Non usate una povera ragazza morta, di cui nulla v’importa, come cadavere da gettare tra i piedi del vostro nemico politico, antropologico, esistenziale senza del quale neppure esistereste, ma il cui imperdonabile torto è di non decidersi a finire anche lui stecchito per il giubilo di tutti.

Due sono le notizie certe. Il resto sono punti interrogativi miscelati come acido da spalmare in faccia al vecchio arnese di Arcore. Le cose sicure sono: il decesso tra atroci dolori di Imane Fadil; lo sciacallaggio mediatico che morde il corpo della ragazza e lo sputa sulla reputazione di Berlusconi. Ovvio: tutti capiscono che sarebbe assurdo sospettarlo di omicidio, proprio per il banale principio dell’ a-chi-giova. Poi però lo si incastra con l’ esagerato numero di coincidenze. Scrive ad esempio Marco Travaglio: «Il cui prodest, una volta tanto, allontana i sospetti da B., che tutto poteva augurarsi fuorché il ritorno dei bunga bunga sui giornaloni, che li avevano rimossi per riabilitarlo… Ma i vari ambienti criminali, italiani e internazionali, che circondano B. autorizzano i soliti sospetti di eccessi di zelo, favori non richiesti o messaggi ricattatori». Repubblica idem, Massimo Giannini non sta nella pelle per la gioia: ovviamente cita Karl Marx, e «il morto che afferra il vivo… (Imane Fadil) fatalmente risucchia» Silvio Berlusconi. Avete letto bene: l’ azzimato e elegante Giannini sulla prima pagina, accanto al nume Eugenio Scalfari, scrive di una ragazza morta che «risucchia» un signore di 83 anni che le ha rovinato la vita. Trattasi di linciaggio insieme allegro e macabro. Rancore che usa le tenaglie verbali al riparo dalle querele, perché l’ ambiguità aiuta a nascondere la mano e a ferire lo stesso.(…)

LIBERO

 

UNA MANNA PER I XXXXXX CHE ALTRO NON SANNO CHE FARE E SCRIVERE SE NON PER SPANDERE MERDA A PIENE MANI

GENTE CHE SCRIVE “LE HA ROVINATO LA VITA”MENTE SAPENDO DI MENTIRE  NEL MODO PIU’ IMMONDO IMMAGINABILE

COMUNQUE ERA PREVEDIBILE ED INEVITABILE CHE ALLA FINE….. LA COLPA SAREBBE STATA DEL BERLUSCA !! 

IL FATTO PIU’ GRAVE E’ CHE NEMMENO VI FATE SCHIFO !

avete stracassato le uova !!!!

“Non si può fare”, “Occupati del sud”: scontro Lezzi-Salvini

Scintille nel governo sulla flat tax. A riaccendere lo scontro nell’esecutivo sono le parole del ministro del Sud, Barbara Lezzi. Dura la risposta di Salvini

Scintille nel governo sulla flat tax. A riaccendere lo scontro nell’esecutivo sono le parole del ministro del Sud, Barbara Lezzi.

 

SONO 70 ANNI CHE SI VERSANO FIUMI DI DENARO, INUTILMENTE, AL SUD !!!

ORA BASTA !!

BASTA !

BASTA !

IL REDDITO DEL FANCAZZISTA NON VI SODDISFA AD ABUNDANTIAM ? 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑