esempio d’idiozia mediatica:

Rai3, dopo gli exit-poll falsi, prosegue nel rendersi ridicola:

Gli zingari scioperano.

A Torino c’è un ragazzo morto sgozzato da un nordafricano, questi intervistano gli zingari che cianciano di ‘emergenza razzismo’.VOXNEWS

GLI ZINGARI CHE VIVONO AI MARGINI DELLA SOCIETA’ ALLA QUALE APPORTANO ESCLUSIVAMENTE FURTI, RIFIUTI E SCHIFEZZE ..

CHE NON LAVORANO CHECCHE’ NE DICA QUALCHE IDIOTA…

NON DOVREBBERO AVER DIRITTO NEPPURE AD AIUTI E SOVVENZIONI DI ALCUN GENERE !

 

 

 

Annunci

il lato oscuro:

C’e’ un aspetto deprimente, triste e preoccupante nel povero mondo italico:

L’APPIATTIMENTO CULTURALE, MORALE E CIVILE di tutti i media , dalla tv ai quotidiani.

A parte gli pseudogiornalisti pagati per raccontar balle ( vere excort della stampa) , è drammatico vedere come qualsiasi animale analfabeta, magari pluricondannato sia invitato a disquisire di argomenti a lui del tutto sconosciuti e pagato  per farlo !!!!

Finte starlette, (vere troiette), finti intelligenti, (veri caproni), finti politici, (veri fancazzisti) tutti a sparar consigli quasi sempre demenziali riportati con dovizia di particolari.

‘Ovvia. diamoci da fare e cerchiamo di ritrovare quel minimo d’intelligenza che permetta di vedere tv senza vomitare e di non leggere politici che sparano minkiate folli !

nb: tramontato il nero periodo di donna Prassede mi piacerebbe che i media tornassero ad utilizzare l’italiano VERO non le stronzate uterine …. ministro :non ministra, sindaco: non sindaca ….nevvero ? Altrimenti anche geometro ecc.ecc.  ne abbiamo piene le sfere del political correct “insegnato” da analfabeti presuntuosi ed arroganti !

20992875_1278234278970707_2595034380477661433_n

sovrumano:

Bersani: “Prima cosa che farei al governo? Ius soli, anche se gli italiani non vogliono”

L’ex segretario del Partito democratico, a Stasera Italia, su Rete 4, torna a parlare di immigrazione. Difende l’operato di Minniti e invoca di nuovo lo ius soli

Pierluigi Bersani torna con le sue metafore. Questa volta, il tema è l’immigrazione e l’ex segretario del Partito democratico snocciola una delle sue mirabolanti figure retoriche a Stasera Italia, su Rete 4.

SEMBRA QUASI SURREALE ….

GENTE CHE FA POLITICA DA 100 ANNI E NON HA ANCORA CAPITO CHE SONO LI’ ESCLUSIVAMENTE PER REALIZZARE QUANTO DESIDERATO DAGLI ELETTORI

NON

I RAZZI MARARSMATICI PERSONALI

NON LE FOLLIE IDEOLOGICHE DI PARTITO !

 

letame puzzolentissimo:

Tabaccaio sparò e uccise per legittima difesa: assolto. Ma la famiglia della vittima gli fa causa

Il tabaccaio di Padova, assolto in Cassazione dall’accusa di eccesso colposo di legittima difesa, dovrà ora affrontare la causa intentata dai familiari della vittima

La famiglia di Igor Ursu, malvivente ucciso il 26 aprile 2012 a 23 anni da Franco Birolo un tabaccaio padovano che fece fuoco contro di lui nel corso di una rapina, ha deciso di fargli causa per chiedere un lauto risarcimento economico.

 

QUANDO PERSINO LA NON-GIUSTIZIA AMMETTE CHE NON VI FU ECCESSO…

ECCO UNA BANDA DI LOBOTOMIZZATI CHE CHIEDE I (???) DANNI ?

SE ERA AL “LAVORO” VADANO ALL’INAIL !!!

elementare Watson:

“Il reddito di cittadinanza? Sono soldi buttati”. Alan Friedman, ospite di Myrta Merlino a L’aria che tira su La7, smonta la misura contro la povertà del Movimento 5 stelle portata avanti da Luigi Di Maio: “Non possiamo pagare chi lavora in nero con soldi in prestito”. Il problema “è che in Italia è inevitabile che ne usufruirebbe anche chi non ne ha titolo. Inoltre, sono soldi in deficit”, ovvero che lo Stato prende in prestito, quindi, conclude l’analista finanziario, a maggior ragione “non puoi gettarli dalla finestra”.

 

LO CAPIREBBE ANCHE UNA VONGOLA…..

CREARE POSTI DI LAVORO NON 4_131 MANTENERE FANCAZZISTI DA CHI LAVORA O CON PRESTITI !!

una perla dal letame:

il senzatetto romano che vive sotto cartoni al gelo ma non vuole abbandonare il suo cagnetto che tiene sempre in braccio aveva promesso di lavorare gratis con chi non l’avesse separato dalla sua bestiola .

Fatine buone ( qualcuna esiste ancora) gli hanno trovato lavoro in un maneggio tra animali e natura e l’hanno accompagnato in treno nel suo nuovo mondo: il poveretto è scoppiato in lacrime per la gioia  ! 

chi ama gli animali è un uomo, una persona, un essere che merita tutto !

AUGURI !!

lapalissiano & inevitabile:

 

Danilo Toninelli dopo il crac grillino in Sardegna: “M5S animale in evoluzione”. Ma è serio?

Danilo Toninelli dopo il crac grillino in Sardegna: "M5S animale in evoluzione". Ma è serio?

Neanche il tempo di terminare lo scrutinio che sanciva la catastrofe del Movimento 5 Stelle alle regionali sarde, ed ecco che il ministro Danilo Toninelli si esibiva in una delle sue performances più efficaci: la gaffe non richiesta. Prima, definendo il Movimento 5 Stelle “un animale in costante crescita e in costante evoluzione, ma non si trasformerà mai in un partito come siamo stati abituati a vedere in questi anni” ha detto Toninelli a “Zapping” su Radio1. Forse più che di “evoluzione”, per un partito che ad ogni tornata elettorale prende bastonate sempre più pesanti, sarebbe più corretto parlare di “involuzione” (sempre che Toninelli sappia cosa sia).

Non contento, Toninelli ha parlato di Tav, spiegando che “con la Lega non abbiamo ancora avuto tempo di sederci a un tavolo e discutere, ma anche se partiamo da posizioni molto lontane, sono sicuro che riusciremo a trovare una sintesi“. Senza accorgersene (o chissà?) Toninelli ha fatto fuori Alessandro Di Battista che ha sempre ribadito come il “no” senza se e senza ma sia una condizione per lui irrinunciabile per continuare nella campagna elettorale per l’M5S verso le Europee del 26 maggio.LIBERO

 

INGENUI, SPROVVEDUTI E FURBASTRI ELETTORI HANNO VOTATO CAPRETTE DI VARIO GENERE CON IL MIRAGGIO DEL REDDITO DEL FANCAZZISTA E DI TANTE ALTRE SCHIFEZZE SIMILI….

LE CAPRETTE HANNO COMBINATO CASINI E FIGURE EMMERDE A TONNELLATE E GLI ELETTORI CHE LAVORANO HANNO CAPITO CHE NON SI POSSONO VOTARE ANALFABETI, INESPERTI , GIULLARI E CAZZARI….

IL POVERO TONINELLI HA CONFUSO EVOLUZIONE CON INVOLUZIONE…. VABBE’…cvd

non puo’ vergognarsi:

 

Un assoluto delirio manettaro, quello di Piercamillo Davigo, secondo il quale chi viene arrestato e poi assolto è un “colpevole che l’ha fatta franca”. Parole inaccettabili, soprattutto se pronunciate da un consigliere del Csm. Parole, quelle del Davigo molto vicino al M5s, che scatenano Annalisa Chirico, che rivolge alla toga parole pesantissime. “Oggi il consigliere Csm Davigo rispolvera il suo cavallo di battaglia: chi è arrestato e poi assolto è un ‘colpevole che l’ha fatta franca’. Ditelo alle 26mila persone che dal ‘92 ad oggi sono finite in galera da innocenti. Quasi mille all’anno”, conclude. E se non fosse chiaro, la Chirico aggiunge l’hashtag “VergognaDavigo”.

LIBERO

 

NEGARE L’EVIDENZA STORICA E’ LAPALISSIANO SEGNO DI XXXXXXX DI YYYYYYY E DI XXXXXXXX !

COMUNQUE NON POSSONO VERGOGNARSI SIMILI SOGGETTI , SI SONO AUTONOMINATI INFALLIBILI E NESSUNO FA LORO PAGARE GLI  ERRORI SPESSO BESTIALI !

oltre l’umano:

 

La clamorosa supercazzola di Fico per “spiegare” un regolamento

Simona Malpezzi, deputata del Partito democratico, ha pubblicato su Facebook un video in cui ha immortalato il presidente della Camera spiegare un richiamo al regolamento

Una supercazzola così forse non l’avrebbe potuta realizzare neanche il Conte Raffaello Mascetti di Amici Miei.

Ma il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, si è certamente superato, tanto da fare invidia al gruppo di amici dei film di Mario Monicelli. E la deputata del Pd, Simona Malpezzi, si è divertita pubblicando un video sul suo profilo Facebook (guarda il video) in cui, anche con i sottotitoli, sembra impossibile capire il discorso del presidente in quota Movimento Cinque Stelle.

I sottotitoli, come riporta Dagospia, sono esilaranti: “Il vajo di ammissibilità che ho fatto rispetto alla presentazione… la mozione rimane ammissibile perché lei in questo caso costata o interpreta una contraddizione in termini ddell’impegno del governo che è l’impegno che i presentatori hanno rivolto al governo ma il vaglio di ammissibilità per me rimane così… e anche con la questione della centralità del parlamento, la sensibilità in questo caso il vajo è già stato fatto e rimane… vajato, invariato“. La domanda sorge spontanea: cosa avrà voluto dire la terza carica dello Stato? Mistero. Sicuramente non lo’avranno capito i suoi interlocutori, visto che anche i commentatori del video sono rimasti più che perplessi.

ECCO CHI PAGHIAMO PROFUMATAMENTE !!!

 

Nasce nel 1974, si laurea nel 2001 in scienze della comunicazione all’Università degli Studi di Trieste con indirizzo alle comunicazioni di massa, discutendo la tesi Identità sociale e linguistica della musica neomelodica napoletana[2]. Ha studiato per un anno presso l’Università di Helsinki, grazie ad una borsa di studio Erasmus.

Prima della sua ascesa politica ha lavorato prevalentemente nel settore della comunicazione, uffici stampa compresi, ma anche come manager in un hotel, dirigente per un tour operator internazionale, importatore di tessuti (dal Marocco) e come impiegato (per circa un anno) in un call-center.[3][4][5][6]

 

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑