queste sono le merde che

spingono sempre piu’ gente all’estrema destra :

Pestato militante di CasaPound: “Rischia di perdere un occhio”

La denuncia di CasaPound: “Militante circondato e aggredito da 4 uomini incappucciati”. La donna è sotto choc.

Ennessima aggressione a un membro di CasaPound Italia. L’uomo – secondo denuncia il partito – è stato aggredito da quattro persone armate di bastoni a Livorno.

L’aggressione

Cappucci alzati a coprire il volto e bastoni alla mano. Il militante è stato sorpreso sotto casa insieme alla moglie incinta, anche lei in auto. Il racconto della violenza lo fa la donnna agli altri militanti livornesi. Sono le 4 di notte. Gli aggressori al grido “fasci di merda” circondano e colpiscono a bastonate l’uomo e poi si accaniscono sulla compagna rimasta in auto. L’uomo sanguinante a terra prova a difenderla: “Lasciatela stare, è incinta”. I violenti rispondono: “Tanto verrà un figlio fascista” e spaccano i finestrini dell’auto con le mazze.

La donna è illesa, ma ancora sotto choc, sta descrivendo ai carabinieri i particolari dell’accaduto. Il militante invece è stato condotto all’ospedale in codice rosso e rischierebbe di perdere un occhio. Secondo CasaPound “non ci sono dubbi” che si tratti di una aggressione “antifascista”.

In fondo sembra una vicenda fotocopia a quella registrata oltre una settimana fa a Palermo, quando il segretario regionale di Forza Nuova Massimo Ursino è stato legato e pestato da membri di un centro sociale della zona. EugenioPalazzini, responsabile regionale di CasaPound in Toscana, contattato telefonicamente da IlGiornale.it conferma gli avvenimenti. “Il ragazzo è stato aggredito ieri notte in viale Garibaldi a Livorno. Stava tornando a casa quando ha notato dei cartelloni elettorali staccati. È sceso dal veicolo, lasciando la compagna incinta in auto, ed è stato pestato da 4 persone incappucciate e armate di bastone“. Palazzini spiega che “È stata sporta denuncia e sul luogo sono presenti le forze dell’ordine“.

Di Stefano: “Vigliacchi”

Al nostro militante gravemente ferito, va la più totale solidarietà e vicinanza del movimento – ha scritto il candidato premier per CasaPound, Simone Di Stefano. – Gesti vigliacchi come questi, o come quelli di Torino, Piacenza, Palermo, non fanno altro che rendere plasticamente evidente qual è la verità storica del periodo in cui viviamo: un movimento come CasaPound che si organizza, si impegna, si presenta alle elezioni e cerca di cambiare il mondo facendo politica e una massa di vecchi partiti che, pur di mantenere il loro posto alla guida del paese, cedono ai ricatti dei violenti“.

 

SPINGONO ALLA GUERRA CIVILE CON IL TACITO ASSENSO DI DEM, INSETTI.LEU ,POTERE AL POPOLO  E GIUSTIZIA SINISTRA ….

QUASI CI SIAMO….

DEMOCRATICAMENTE IDIOTI !!

 

DOV’E’ IL DISSENSO DEI PARTITI DI CUI SOPRA ?

DOV’E’ IL DISSENSO DELLE GALLINE SEMPRE STARNAZZANTI ?

SILENZIO….

Annunci

2 risposte a "queste sono le merde che"

  1. ergatto 1 marzo 2018 / 16:23

    Questa è la democrazia che vuole anche quell’insegnante con la bottiglia di birra in mano, quella che vuole morti i poliziotti. Questo clima cari Boldrini, Grasso e azzoppati dell’ANPI è quello che avete voluto per questa campagna elettorale perché non avevate argomenti e avete giocato la carta della violenza vestita da difesa democratica contro i fascisti. Peccato che quelli che chiamate fascisti in questa campagna elettorale le hanno solo prese e nemmeno restituite. Ne parliamo il 5 Marzo con i numeri alla mano. Gli Italiani non sono stupidi.
    Claudia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...