Fate letteralmente schifo!!!

cretine
Le iraniane si tolgono il velo Ma l’Italia sta con gli ayatollah
La Repubblica islamica spara contro i cittadini che si ribellano nelle strade mentre la Mogherini, la Bonino e la Serracchiani balbettano sui diritti umani
Giovanni Sallusti – Libero

Non sappiamo neppure il suo nome, eppure è la nostra eroina. L’eroina di chiunque ami la libertà, quella vera, che è sinonimo di rischio e dolore, non quella parolaia di chi tra il dolce e lo spumante si diletta a commentare le proteste iraniane su Twitter. No, lei lì c’era, in una strada del centro di Teheran, orgogliosamente a volto scoperto, coi capelli sciolti lungo la schiena, a sventolare la bandiera di «Mercoledì Bianco», quella delle donne che non ne possono più del barbaro precetto islamico del velo. Quello «stupido cencio da Medioevo» che Oriana Fallaci si tolse e gettò in faccia all’ayatollah Khomeini prima di intervistarlo. Bene, la pallutissima ragazza iraniana si è mostrata in pubblico senza lo stupido cencio, e attualmente si trova agli arresti, nelle carceri di un regime sul cui livello di garantismo e civiltà giuridica vige qualche lievissimo dubbio, diciamo. Un innegabile caso di persecuzione oscurantista ai danni di una donna libera. Eppure, tra i comitatoni e i salottini delle femministe nostrane non si aggira nessuna indignazione, nessuno degli intellò turbati per gli incontri erotici di Asia Argento di vent’anni fa emette una sillaba per lei, la ragazza imprigionata oggi dagli ayatollah perché voleva mostrare il suo volto.

Sarà che questa scomoda ragazza, oltre a smascherare la ridicolaggine totalitaria del regime, è anche lo specchio delle élite, italiane ed europee, che vedono riflessa nel suo gesto la loro coscienza, o qualunque cosa sia, in ogni qualcosa di molto sporco. Ve la ricordate Emma Bonino, l’avanguardia di mille battaglie radicali per i diritti civili e immagine stessa della questione femminile in Italia, ridotta da ministro degli Esteri del governo Letta a farsi fotografare velata durante la visita di Stato in Iran nel gennaio 2014? Una fotografia come la nemesi di una vita, e la Bonino si lasciò scappare pure che Teheran poteva essere «un partner nella lotta al terrorismo», un’uscita dall’humor nero visto che si parla del principale finanziatore mondiale del Terrore. Peggio fece Federica Mogherini, perfetta e vuota rappresentante della politica estera di quel vuoto assoluto che è l’Unione Europea, che ieri sera si è limitata ad auspicare da parte iraniana il rispetto del «diritto a pacifiche dimostrazioni» e alla «libertà di espressione».

Ebbene, Mogherini più volte si è mostrata felice e ridanciana col velo durante le sue comparsate iraniane. La prima volta, nel luglio 2015, era talmente elettrizzata di parlare a nome del Vecchio Continente, che proclamò: «Con l’Iran è il momento di costruire un’alleanza di civilizzazioni». Non è dato sapere esattamente a quale «civilizzazione» si riferisse l’Alto rappresentante Ue, se quella che impicca pubblicamente gli omosessuali, quella costantemente in vetta alle classifiche mondiali delle esecuzioni capitali (spesso di colpevoli di mancata adesione alla sharia) o quella che la teocrazia di Teheran sta mostrando in questi giorni, con le manifestazioni affrontate a base di piombo. La seconda volta, durante la cerimonia d’insediamento del secondo governo Rouhani (il «moderato» che incarcera le ragazze che girano a volto scoperto), era ormai talmente a suo agio nel suo ruolo di donna velata, che si concesse una serie di selfie coi deputati iraniani esultanti, in un caso tuttora insuperato di autosottomissione volontaria.

L’Occidente si arrende anche così, a colpi di clic farseschi, oppure con la noncuranza di Debora Serracchiani, che da governatrice del Friuli Venezia Giulia si presentò col velo d’ordinanza a Teheran, perché per le suffragette sinistre fuori tempo massimo pare sia davvero molto difficile offrire un grammo di solidarietà alle donne iraniane umiliate, offese, arrestate. Donne come la nostra splendida eroina senza nome. Vale più lei di tutte queste nostre classi dirigenti farlocche e ormai irrimediabilmente perdute, pronte a indignarsi se il presidente degli Stati Uniti vara una riforma fiscale, mute di fronte allo scempio del diritto che sta andando in scena in Iran. Ovunque tu sia buona fortuna, ragazza. La ragazza-simbolo della rivolta iraniana sventola una bandiera bianca. Sarà arrestata poco dopo per essersi tolta il chador.

Non solo queste cretine, ma tutta la sinistra globale tace, dopo che per il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele da parte di Trump era diventata isterica. La sinistra è VOMITEVOLE.

L’Iran brucia, la Mogherini tace

http://www.italiaisraeletoday.it

 

Le iraniane tolgono il velo sfidando l’arresto.
Mogherini, Bonino, Boldrini e Serracchiani lo mettono sfidando il ridicolo.

Annunci

Un pensiero su “Fate letteralmente schifo!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...