piu’ vero del vero:

 

Vittorio Feltri: “Indagheranno Silvio Berlusconi fino a quando non creperà. E la sinistra gode”

1 Novembre 2017

Vittorio Feltri

Ci risiamo. Berlusconi è di nuovo indagato. Sarà la centesima volta. Che barba. Si è mobilitata la Procura di Firenze per avviare l’ennesimo provvedimento contro il fondatore di Forza Italia. Un caso? Probabilmente sì. Tuttavia giova ricordare che tra qualche giorno si vota in Sicilia per la Regione, e Silvio pare sia destinato, in società con altri partiti, a vincere le elezioni. Uno scandalo insopportabile per i progressisti, i quali pertanto mobilitano le truppe cammellate per evitare la sciagura. La magistratura, notoriamente indipendente da se stessa, si dà da fare in proprio e riapre un fascicolo vintage riguardante due pezzenti mafiosi e canterini. Che venticinque anni orsono, chiacchierando tra loro in cella, dissero che il Cavaliere fece uno sgarbo alla piovra. Ciò dimostrerebbe un legame fra il medesimo e i picciotti. Naturalmente complice di Silvio sarebbe Marcello Dell’Utri, condannato a sette anni di galera per essere stato «fidanzato» con dei capibastone, sia pure in modo platonico; la sentenza a suo carico è paradossale: concorso esterno in associazione mafiosa. Come dire: la mia morosa è rimasta incinta, ma appena appena. Il rovescio del diritto immerso nel ridicolo. Va bene lo stesso. Bisogna accettare anche il vomito della legge approvato da un Parlamento di sbronzi.

Procediamo. Berlusconi è alle prese con la giustizia da un quarto di secolo, forse più. Solo in una circostanza è stato incastrato dai giudici in via definitiva: per un reato di frode fiscale che non poteva aver commesso poiché egli era presidente del Consiglio e non in grado di ricoprire il ruolo di rappresentante legale della propria azienda. Una sentenza incomprensibile servita, però, a infliggere all’imputato la sospensione dei diritti civili in base all’applicazione retroattiva, quindi illegittima, della norma Severino, incautamente votata da Forza Italia; questo per dire quanto fessi siano i personaggi scelti dal re di Arcore per fare politica. Poveri dementi.

Ciò c’entra col nostro discorso odierno. Siamo incapaci di comprendere la ratio della novella inchiesta che ne ricalca una gemella morta e sepolta. L’hanno in pratica riesumata. Su misura? Difficile non sospettarlo. Berlusconi è pieno di difetti, come tutti noi provvisoriamente viventi, ma pensare che sia mafioso e tratti in Sicilia, con i mammasantissima, i propri affari milanesi significa formulare ipotesi azzardate se non completamente folli.

Così è. Poiché Dell’Utri è palermitano immigrato in Lombardia, e ha dato una mano a Silvio in Publitalia, che raccattava inserzioni per la tivù, e poi si è ingegnato nella costituzione del partito azzurro, non può che essere diventato col tempo il trait d’union fra il Cavaliere e la criminalità organizzata. La fantasia sostituisce il rigore necessario per celebrare processi seri. Non solo. L’inchiesta in questione fu chiusa sei o sette anni orsono per mancanza di elementi concreti.

Oggi invece si ricomincia da capo visto che due storditi soldatini dell’onorata società, blaterando dietro le sbarre, hanno accusato l’ex presidente di nefandezze senza esibire lo straccio di una prova, per altro inesistente.

E allora? Avanti con le indagini per stabilire che cosa? Niente, niente c’è da accertare. Eppure la cacca nel ventilatore produce effetti disgustosi che servono a sporcare e a incidere sull’esito della consultazione prossima.

È assurdo vedere che Berlusconi debba difendersi ancora da pettegolezzi riferiti da gentaglia priva di qualsiasi credibilità. Chissà perché i mafiosi più squallidi hanno diritto di essere ascoltati. Forse le loro chiacchiere sventate eccitano le toghe più sensibili alla luce dei riflettori mediatici. Intanto la sinistra sinistrata gode e applaude.

di Vittorio Feltri

Annunci

2 pensieri su “piu’ vero del vero:

  1. I magistrati dovrebbero essere sottoposti periodicamente ad una visita psichiatrica per accertarne l’idoneità a svolgere con equilibrio il loro lavoro!!!!
    Claudia

  2. A sinistra sono così:non hanno argomenti,sanno di fare schifo e quindi attaccano gli altri. Chissà perché la Boschi e Frottolo non sono mica in galera per i loro casini con banche e babbi! Comunque Berlusconi è ora che si tolga dalle balle e lasci andare avanti gente be più seria e capace di lui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...