Adesso i grulloidi muti

muti

Luglio 2016: il comune di Roma avvia il “piano caditoie”.

Ottobre 2016: il comune di Roma avvia il “piano foglie”.

Dicembre 2016: il comune di Roma avvia l’operazione “strade pulite”.

“Continuiamo l’attività di rilancio del settore ambientale che a Roma era stato abbandonato. Monitorare e pianificare invece di rincorrere le emergenze: è questa la ricetta dell’amministrazione capitolina per assicurare ai cittadini strade più pulite e percorribili”, aveva detto a dicembre Virginia Raggi.

Dopo oggi, con allagamenti e stazioni metro chiuse per un temporale, sono due le cose: o ci hanno preso per il culo, annunciando piani mirabolanti mai entrati in azione, o hanno lavorato male, sprecando solo soldi pubblici. Difficile dire quale delle due sia più grave, di certo c’è che ormai Roma è una città alla deriva che ha bisogno di essere commissariata per i prossimi 20 anni.

Annunci

Un pensiero su “Adesso i grulloidi muti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...