A stato Trump…

IL PD CEMENTIFICA E NON INVESTE IN INFRASTRUTTURA. QUANDO ARRIVANO LE CONSEGUENZE DELLA LORO PESSIMA GESTIONE DANNO LA COLPA AL PRIMO CHE CAPITA, IN QUESTO A DONALD TRUMP – COLPEVOLE DELLA SICCITA’!!

Zingaretti: “Far uscire l’acqua dai rubinetti è un diritto ma dobbiamo fare i conti con un problema enorme che è la siccità”, ha aggiunto Zingaretti. “Mi piacerebbe invitare qui Donald Trump per fargli capire cosa significa non rispettare gli accordi sul clima”.

Parla di accordi sul clima per non parlare di tubature BUCATE, di condotte dell’acqua che perdono da tutte le parti e di cementificazione della sua Regione.

Zingaretti sa quanto suolo agricolo e’ stato cementificato nella sua Regione negli ultimi anni?

E sempre a proposito di mancanza di acqua a Roma
L’Acea ha tubi vecchi, mai cambiati,per cui il 50% dell’acqua va persa.
Essendo che il PD controlla tutto in Italia e che il PD ha voluto il referendum contro la gestione privata dell’acqua (che avrebbe potuto portare investimenti necessari) Renzi mise a capo di Acea il suo amico di Firenze che fece crollare gli argini creando ulteriore perdita d’ acqua .

Poi adesso, il fratello del Commissario Montalbano, governatore PD della Regione Lazio deve trovare a chi dare la colpa e dice che, parafrasando Michele Miseri “HA STATO TRUMP.” Umilmente vogliamo suggerire a Zingaretti che secondo RAI1 Trump e’ stato eletto per colpa di Putin, quindi sicuramente se la gestione dell’acqua pubblica nel Lazio e’ stata fatta col deretano E’ COLPA DI PUTIN.

Bracciano, Saccani (Acea): ”L’acqua c’è, l’emergenza a Roma la crea l’ordinanza di Zingaretti”

Il presidente di Acea Paolo Saccani commenta così l’annuncio dell’ordinanza firmata dal governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti che stabilisce di sospendere il prelievo dell’acqua del lago di Bracciano, per preservarne il bacino provato anche dalla lunga siccità. “Il presidente della Regione – continua Saccani – ci faccia sapere in base a quali studi ha preso questa decisione. A Roma non c’è nessuna emergenza, la creerà il fatto di sospendere l’erogazione””

Annunci

2 pensieri su “A stato Trump…

  1. Anonimo

    Virginia auspica che Regione e ACEA trovino un accordo. Dimenticando che è il Comune l’azionista di maggioranza di ACEA e che il M5S aveva presentato denunce e risoluzioni contro il prelievo a Bracciano. Fin dall’anno scorso Roma ha dovuto ricorrere alla riserva del lago di Bracciano. Prosciugandolo. Al ritmo di 1.110 litri succhiati al secondo. Scatenando un’autentica guerra. A base di denunce e diffide. Condite pure da qualche cortocircuito. Uno dei sottoscrittori dell’esposto in Procura per disastro ambientale contro Acea, che secondo l’accusa starebbe distruggendo l’ecosistema lacustre, è infatti il “Consorzio Lago di Bracciano”. La presidente dell’assemblea consortile è Virginia Raggi, nella sua veste di sindaca della Città metropolitana. Ma Raggi è anche principale azionista di Acea, la società che starebbe danneggiando il lago. Con il curioso esito di riunire in sé il ruolo di accusatrice e accusata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...