La storia…

Lo Stato italiano sta progredendo nel suo carattere redistributivo e coercitivo:
Mi scrive un amico: “Una mia conoscente, stante la salute precaria e il reddito modesto, voleva rientrare dalla Lombardia nel suo appartamento di proprietà in Sardegna. Arrivata l’ha trovato occupato da una “ragazza madre”. Così é tornata in Lombardia.
Da quanto mi hanno confermato in diversi, per riottenere il proprio appartamento, la magistratura richiede circa 10 anni. Nel frattempo il proprietario di casa deve pagare le utenze (Gas, Luce e spazzatura), le spese condominiali e l’Ici.
Però se aiuto la barista a spalmare la marmellata sulle fette di pane per non fare attendere i troppi bambini, vengo multato”.

Chiami un fabbro ed entri dentro. Mavaffanculo la magistratura.Capitasse a me la ragazza madre se ne va a calci in culo, poi facciano quello che vogliono Crepassero di stenti.Senza nessuna pietà!

Annunci

2 pensieri su “La storia…

  1. una classe politica che ha occupato il parlamento abusivamente, una classe giudiziaria che sentenzia per il 90% “ad cazzum” spesso in contrasto con le leggi… che ci possiamo aspettare d’altro ? L’unica è dar fuoco a casa ed occupanti abusivi e comunque MAI PAGARE UTENZE LEGITTIMANDO l’0ccupazione . Alcuni zingari hanno occupato una fattoria e minacciano il proprietario con pistola che vorrebbe rientrare a casa SUA !! e’ uno stato di diritto questo ? oppure uno stato di merda ? t

  2. Per questo stato di comunisti di merda la proprietà privata non esiste,a meno che non sia la loro! A un mio conoscente hanno occupato la casa due romene con la figlia minorenne di una: tocca a lui pagare le utenze e le tasse,ma di farle sloggiare non se ne parla! Eppure basterebbe un buon fucile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...