55 minuti di applausi

“Cercherò di spiegare cosa ne penso della protesta dei tassisti facendo l’esempio pratico della macelleria dei miei genitori e l’avvento della grande distribuzione e dei mille supermercati aperti a Pagani. Ci sono I supermarket, I quali vendono carne già imbustata a prezzi, spesso, moooolto bassi, carne della quale non si conosce un bel nulla. Mio padre ogni domenica va a scegliere lui gli animali, vivi, vegeti e al pascolo, che poi lui stesso taglierà con l’aiuto di un suo collega e offrirà al cliente. Mia madre inventa ogni tipo di pollo imbottito, o fagottino di carne o farcitura possibile. Questo cosa significa? Che mio padre e mia madre non hanno fatto barricate fuori al supermarket protestando per la sua apertura, ma hanno sempre proposto QUALITÀ e DIVERSIFICAZIONE del prodotto in vendita rispetto a quello della grande distribuzione, che non potrà mai competere sotto questo punto di vista”.
Sofia Nacchia

La concorrenza, anche e soprattutto quando sleale, va battuta con intelligenza, migliorando i propri standard, non facendo le barricate.Ma i taxisti non vogliono la liberalizzazione delle tariffe. Vogliono il monopolio.

Annunci

Un pensiero su “55 minuti di applausi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...