AUDITEL e dati innafidabili

QUESTA NOTA NON VERRÀ PUBBLICATA DAI MEDIA SUCCUBI DEGLI ASCOLTI. DUNQUE FACCIAMOLA GIRARE
“Il sistema di rilevazione si avvale della collaborazione di circa 5.666 famiglie: oltre 10.520 rilevatori meter, attivi su altrettanti televisori, “fotografano” le scelte di circa 14.700 individui” (fonte auditel.it).

Mie considerazioni
14.700 cittadini su 60 milioni di italiani corrispondono a 0,25% della popolazione. Anche se consideriamo esclusivamente chi guarda la tv, riducendo a poco più di un terzo il numero da prendere in considerazione, 0,25% diventa 0,65%. È un dato talmente ridicolo che nessuna persona con un minimo di cervello può pensare che Sanremo sia stato visto effettivamente da oltre il 50% dei telespettatori.
Ma c’è di più: l’Auditel rileva l’indice di ascolto, non l’indice di gradimento. In pratica non si chiede, a chi guarda, fino a che punto l’evento gli sia gradito, perché fioccherebbero anche votacci. In sostanza i dati Auditel hanno la valenza di un sondaggio, e abbiamo visto come i sondaggi facciano acqua da tutte le parti.
Il vero fine dell’Auditel, a cui aderiscono tutte le principali tv, è quello di dare in pasto agli editori numeri da “spacciare” per veri. Ma da “spacciare” a chi? Ai cittadini, alla stampa e, soprattutto, agli sponsor, che investono proprio in base a tali rilevazioni. Non è un sistema serio. E i giornalisti nel frattempo che fanno? Silenzio. Pure loro infatti basano il successo personale sull’audience. In fondo in fondo, cosa c’è di serio oggi in Italia, giornalismo compreso?
Comunque, anche se tutto fosse autentico, si scoprirebbe che solo un quinto della popolazione italiana segue Sanremo. Gli altri 48,5 milioni fanno altro. E fanno bene. Non è vero, quindi, che tutti cantano Sanremo, né che tutti lo guardano. È vero invece che i soliti noti continuano a dirci un sacco di balle!
Giovanni Panunzio, coord. naz. Osservatorio Antiplagio

Il Festival della canzone italiana ci da una mano a capire che gli italiani fuggono dalla tv. Sono scesi a 23 milioni i cittadini che la accendono. Nel 2015 sfioravano i 30 milioni. La scarsa qualità, la spazzatura non pagano, se non sono riciclabili. Sanremo è già stato riciclato troppe volte.

Annunci

Un pensiero su “AUDITEL e dati innafidabili

  1. felixiratus

    le famiglie sono state scelte in modo accurato tra quelle con tessera ? Quanto sono state pagate ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...