al peggio limite non c’è :

voi che v’accingete a rivotare i sinistrati…leggete bene:

Presunte lettere ‘rassiste’: carabinieri ‘assaltano’ scuola e perquisiscono alunni

E’ SUCCESSO QUALCOSA DI PAZZESCO, STAMANI A PISAProbabilmente andrà a finire come il ‘caso’ Boateng, in nulla, dopo mesi e mesi di spese processuali a carico dei contribuenti. Ma intanto una pletora di psicopoliziotti è impegnato in una caccia a ‘non si sa cosa’.
Parliamo della bizzarra vicenda delle presunte lettere ‘rassiste’ ricevute dalla senegalese residente a Pisa e ‘geniale’ in Diritto.

Questa mattina c’è stato addirittura un blitz a scuola, degno della ricerca di un pericoloso latitante, da parte dei carabinieri di Pisa per eseguire perquisizioni a carico di tutti i compagni di classe dell’alunna senegalese. Che da oggi starà molto più simpatica ai suoi ‘compagni’.

Negli ultimi due mesi, l’africana avrebbe ricevute – avrebbe, perché potrebbe anche essere l’ennesima montatura – sette lettere anonime con insulti ‘rassisti’.

I militari, una decina, in divisa e in borghese, hanno agito su delega della procura dei minori di Firenze e sono arrivati nell’istituto intorno alle 9.30. Pazzesco. E ridicolo.

Sono entrati in aula e hanno intimato agli studenti di consegnare i propri telefonini. L’obiettivo della polizia sovietica, quello di cercare “tracce”. Le perquisizioni sono proseguite per tutta la mattinata e i ragazzi sono stati anche ascoltati singolarmente alla presenza di almeno un docente.

In un caso, uno di loro si fatto assistere dal padre accompagnato dal legale di famiglia, mentre una mamma è stata presa a verbale in caserma perché voleva riferire circostanze che possono essere in qualche modo legate ai fatti. Poco prima dell’una, alla fine dell’orario scolastico, l’alunna senegalese ha lasciato la scuola. Gli altri no, perché le attività dei cosiddetti carabinieri sono proseguite a lungo. Per 7 presunte lettere. Mentre zingari piombano su donne innocenti e islamici programmano attentati.

Ora i telefonini dei ragazzi, tutti sequestrati, saranno accuratamente analizzati dai carabinieri alla ricerca di chat, messaggi o altri elementi che possano risultare utili alla loro folle inchiesta. Così come saranno scandagliati a fondo i profili social degli alunni ai quali i carabinieri hanno chiesto le password per potervi accedere senza restrizioni.

Non datele, che perdano tempo a trovarle da soli.

I magistrati non hanno nulla di serio da fare. Questi Carabinieri ci fanno quasi pena, costretti ad andare in scuole ad interrogare ragazzotti su presunte lettere. Che fine.

voxnews

se rubi, ammazzi, rapini, stupri 

al massimo vai ai domiciliari…..

se invece sei “rassista” od omofobo…..

allora la cosa è grave assai !

CURATEVI !!!

MALEDETTI SCHIFOSI !

“Via libera del parlamento alle bombe sismiche in mare alla ricerca di petrolio. Con un blitz a scrutinio segreto di maggioranza e opposizione il governo Renzi ha cancellato il reato penale

per chi ricerca petrolio in mare con le bombe sismiche. PD, Centro democratico, Nuovo centro destra, Udc, Scelta Civica e Forza Italia hanno cancellato a scrutinio segreto il reato penale relativo all’utilizzo delle bombe sismiche per cercare petrolio nei mari, a partire da quello sardo. Si è consumato un blitz in piena regola ordinato da Renzi che ha imposto al parlamento di proteggere le lobby dei petrolieri a scapito di ambiente e natura. Un accanimento verso la Sardegna visto che il governo ha espresso parere contrario anche all’ordine del giorno che ho presentato per revocare il permesso di ricerca nell’area del nord ovest sardo a diretto contatto con il santuario dei cetacei. Un ordine del giorno che mirava a cancellare l’area sulla quale si stanno concentrando texani e norvegesi per le introspezioni petrolifere a colpi di bombe sismiche. Un’area che ha già visto il pronunciamento contrario della commissione di valutazione di impatto ambientale. Esclusi alcuni parlamentari sardi di maggioranza che hanno votato a favore dell’ordine del giorno, i partiti di maggioranza lo hanno bocciato su indicazione del governo.

Il provvedimento è l’ennesimo regalo bipartisan ai petrolieri che vogliono proseguire impuniti a devastare i mari senza colpo ferire. Tutto questo con il silenzio più totale della Regione che continua a dormire per non disturbare il manovratore romano. Con questo voto del parlamento si da di fatto il via libera ad un progetto di ricerca petrolifera che rischia di distruggere il tratto di mare tra San Vero Milis ad Alghero – Porto Torres. Gli interessi in gioco sono elevatissimi e il rischio che corre la Sardegna è senza precedenti. Dopo la colonizzazione della terra ferma ora, infatti, Renzi vuole tentare sino in fondo quella dei mari. Ora serve una reazione forte per proteggere la Sardegna, non solo perché vanno rispettate le peculiarità statutarie della Regione ma perché si incide direttamente sull’ambiente e sul sistema naturale dell’isola. Serve una mobilitazione straordinaria per bloccare questo ennesimo blitz del governo Renzi che devasta i nostri mari, ma che è soprattutto al progetto di colonizzazione di gruppi stranieri e non solo che pensano di utilizzare la Sardegna per i loro affari”.

Lo ha detto il deputato sardo di Unidos Mauro Pili subito dopo il voto/blitz a favore dei progetti di ricerca petrolifera a colpi di bombe sismiche nei mari sardi.

“Da oggi – ha detto Pili – rilanciamo la mobilitazione dura su questa partita e siamo pronti ad azioni eclatanti se non saranno bloccati tutti i progetti che riguardano i mari sardi oggetto di questi tentativi maldestri di liberalizzare la tecnica delle bombe sismiche. Si tratta di una mobilitazione obbligatoria – conclude Pili – che abbiamo il compito di intraprendere per non lasciare la Sardegna al dominio totale di gruppi di potere e dello stesso Stato che ormai da tempo considerano la Sardegna una vera e propria pattumiera dove scaricare tutti i progetti più nefasti e invasivi dalle basi militari alle aree chimiche, per finire con le ricerche petrolifere a suon di bombe sismiche”.

http://cagliari.globalist.it/Detail_News_Display?ID=119216&typeb=0&Bombe-sismiche-nel-mare-di-Sardegna-preso-di-mira-per

NESSUNO NE PARLA OVVIAMENTE…

LE PUTTANE DI STATO TACCIONO…..

SEMBRA CHE SIANO ALLA RICERCA D’UNA GUERRA CIVILE…

mettetevele nel culo le bombe !!!

sono quelli degli abusivi !!!!!

Nove cervelli sono stati ritrovati in una strada a Governeur, una piccola cittadina a nord di New York. Nonostante i contorni macabri del ritrovamento, le autorità hanno però rassicurato che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

 I cervelli, infatti, si crede facciano parte di una collezione a fini educativi o di ricerca. Non si sospetta che sia ricollegabile a un crimine. Alcuni abitanti hanno scoperto i cervelli in una strada vicina ai binari ferroviari di Governeur e avvertito subito la polizia. Un veterinario della zona ha stabilito che uno dei cervelli è stato rimosso chirurgicamente e conservato sotto formaldeide. Si crede che gli organi appartengano a cani o pecore.
big2

errore !!

sono quelli degli abusivi che da tempo si cercavano…..