ALLA FINE……

Con il complice silenzio di chi dovrebbe garantire il rispetto delle leggi….

la banda d’abusivi illegali ed incapaci

VIOLANDO LA COSTITUZIONE

approva una legge elettorale che non garantira’

MAI PIU’

la vera democrazia !!

FASCISMO PURISSIMO MASCHERATO DA CATTOCOMUNISMO…..

Annunci

brutta aria…..

è in atto uno schifoso tentativo di far tacere, con le buone o con le cattive, chi non pensa allineato…..

sono gli stessi che tacciano di “fascismo” chiunque non sia con loro…..

sono i neocattocomunfasciti odierni gli assassini della democrazia !

                                                  quando la

“liberazione”

dagli attuali abusivi

parassiti

traditori

incapaci

che hanno ammazzato la democrazia ?

l’idiozia umana merita una riflessione:

Per Annegret Raunigk 13 non bastano, ne avrà altri 4. Nonostante abbia già compiuto 65 anni e sia circondata da una famiglia a dir poco affollata questa donna tedesca ha affrontato le difficili, faticose e talvolta anche rischiose procedure mediche di procreazione assistita per tornare ad essere di nuovo madre.

Non soltanto è riuscita a rimanere incinta, ma ora aspetta addirittura 4 gemelli.

L’annuncio è stato dato dal quotidiano tedesco Bild e poi ripreso da vari giornali tra i quali The Guardian. Annegret vive a Berlino, è un’insegnante di lingua russa ed inglese. Ha 13 figli e anche 7 nipoti. L’iniziativa di una nuova gravidanza non è partita dalla donna ma dietro richiesta della figlia più piccola che oggi ha nove anni. Circondata da fratelli troppo “vecchi” la piccola ha confessato alla madre di desiderare un fratellino o una sorellina. Invece di consigliarle di trovare un’amichetta con cui giocare Annegret ha deciso di affrontare una nuova ennesima gravidanza.

In fondo la donna era già finita alla ribalta della cronaca dieci anni fa proprio quando rimase incinta della sua ultima figlia. Era già considerata una supermamma visto che all’età di 55 anni avrebbe avuto il suo tredicesimo figlio. Evidentemente non era abbastanza per Annegret che ora ne aspetta 4. Pur confessando di essere rimasta scioccata alla notizia che tutti e 4 gli impianti erano andati a buon fine la donna ha poi deciso di portare avanti la gravidanza senza ridurre il numero degli embrioni. Se il parto andrà a buon fine e la prossima estate nasceranno i 4 gemelli Annegret diventerà la più vecchia mamma per un parto quadrigemellare.

“il giornale “

l’accoglienza imbecille :

nel villaggio su palafitte a 3 km da casa mia l’amministrazione sinistra s’è accordata con la Karitas e ci ha ficcato 30 negretti .

Non avendo un beato cazzo da fare da mane a sera ieri li ho visti girellare per il paese ,ipod nelle orecchie, scarpe di marca e giubbetti scintillanti, all’ora dei pasti vanno e tutto è pronto.

L’accoglienza fatta cosi’ è diseducativa, idiota e pericolosa ma chi incassa i $ se ne frega…..

Intanto i villici indigeni si stanno barricando….

gli ospiti nullafacenti stiano attenti…al primo furto o fanciulla importunata si troveranno appesi ad un albero di fragole che qui abbondano……

per riflettere:

   

Così un padre ha ridotto il pedofilo sorpreso mentre molestava il figlio

Quando si è accorto che stava molestando il figlio, lo ha massacrato di botte. Poi ha chiamato la polizia per denunciarlo. Gli agenti non lo hanno incriminato: “Ha agito come qualsiasi padre”

Rachele Nenzi – Sab, 04/04/2015 – 16:50

 Quando lo ha sorpreso addosso al figlio, non ci ha più visto e lo ha massacrato di botte fino a fargli perdere conoscenza.
 1428158234-botte

Dopo essersi calmato ha chiamato la polizia per denunciare il pedofilo. Una volta arrivati sul posto gli agenti non solo non lo hanno incriminato per lesioni, ma hanno anche condiviso la reazione del genitore: “Ha agito come qualsiasi padre.

Lo scorso luglio, in Florida l’uomo, che era dda poco tornato a casa, aveva beccato un amico di famiglia, il 18enne Raymond Frolander, mentre stava abusando sessalmente del figlio 12enne. Il padre del piccolo, trasportato dall’ira, ha pestato selvaggiamente Frolander finché questo non ha perso i sensi. Subito dopo ha chiamato il 911 per chiedere aiuto alle forze dell’ordine. Agli agenti, che hanno ritrovato il pedofilo steso nel suo stesso sangue e privo di conoscenza, l’uomo ha spiegato: “Ho fatto quello che avevo il diritto di fare, tranne ucciderlo”.

La polizia di Daytona Beach non ha voluto perseguire il padre del piccolo. “Ha agito come un padre”, hanno spiegato gli agenti dopo aver chiuso le indagini. Il bambino ha, infatti, raccontato agli investigatori che, approfittando della fiducia della famiglia, Frolander lo violentava da quattro anni. Il 18enne è stato condannato a 25 anni di carcere per abusi sessuali e la sua foto gonfio di botte è stata pubblicata da tutti i giornali come monito per tutti i pedofili.

 
 

RAPIDO, EFFICACE, DURATURO…

IL MONITO PATERNO !

PECCATO CHE INVECE IN ITALIA

CI SIANO TANTI IDIOTI CHE SOLLEVINO

POLVERONI A FAVORE DEI POVERI “PEDOFILI”

CHE INVECE ANDREBBERO “CURATI” NEL MODO DI CUI SOPRA !!