devo ringraziare questa:

Cécile Kyenge: “La Lega Nord è razzista, serve una legge per metterla al bando”

E’ GRAZIE ALLA SUA FOLLIA DEMENZIALE ( e di chi la sostiene) CHE SONO DIVENTATO ALLERGICO AGLI IRRICONOSCENTI, AGLI SFRUTTATORI, AI PAROLAI , AI FALSI, AI CULATTONI COL CULO ALTRUI….. RAZZISTA ? MAY BE…..

CHISSENEFREGA!!!  

FARMI CAMMINARE SUI MARONI  E FARMI INSEGNARE A VIVERE DA SELVAGGI ADORATORI DI TERMITI E STREGONERIA …..NON MI E’ PROPRIO POSSIBILE…. 

 

fratelli musulmani:

ISIS indottrina i bambini cristiani rapiti – FOTO

The youngster in the ski mask who is shown firing an automatic weapon, which looks almost as big as him

A young boy holds a machine gun while other children at the training camp look on 

It also shows a youngster assembling the weapon, as children are forced to take lessons in handling weapons 

 

A Raqqa, capitale di ISIS, stanno tornano i ‘giannizzeri’ dell’epoca ottomana.

Centinaia di bambini rapiti dalle famiglie cristiane e yazide vengono forzatamente convertiti e poi indottrinati.

Uno di loro, riuscito a fuggire, ha raccontato di essere stato costretto a guardare i video delle crocifissioni di altri cristiani.

La CNN ha ottenuto alcune immagini dell’addestramento dei bambini a Raqqa.

VOXNEWS

 

DEVONO AVER TAGLIATO LE LINGUE ANCHE AI BEOTI DI CASA NOSTRA…..

NESSUNO PARLA…..

TUTTI MUTI COME LE SCIMMIETTE……

a quando ronde con mattarello ?

Marocchini strappano bandiera italiana: scontri

Alcuni extracomunitari strappano in paese, per spregio, una bandiera italiana, inveendo contro gli italiani: due giovani del posto reagiscono e vengono aggrediti.

E’ accaduto a Casalduni, in provincia di Benevento.

Gli italiani, un disoccupato di 21 anni e un operaio di 19 di Casalduni, difendono la bandiera da quattro marocchini, due venditori abusivi e due nullafacenti.

 

Al termine del contronto uno dei due ragazzi italiani è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “G. Rummo” di Benevento dove i sanitari gli hanno riscontrato lesioni ed escoriazioni.

Incredibilmente, sono stati denunciati tutti e sei.

La bandiera conta solo quando è strumentalizzabile dai falsi patrioti alla Napolitano.

VOXNEWS

 

CREDO D’INDOVINARE COME ANDRA’A  FINIRE:

I CLANDESTINI SARANNO ASSOLTI E LIBERATI…

I DUE ITALICI ASPRAMENTE REDARGUITI E CONDANNATI PER DISTURBO DELLA QUIETE PUBBLICA…

SCUMMETUM ?

il fondo ? non ancora toccato :

L’Ordine dei giornalisti censura anche le parole: vietato dire clandestino

Anche se la Treccani indica come significato del termine proprio quello (“colui che entra in un paese illegalmente”) al posto di quel sostantivo denigratorio vanno usati vocaboli più rispettosi, come “migrante irregolare”, “richiedente asilo”, “rifugiato”…

 

Chi entra clandestinamente in Italia non va chiamato clandestino, potrebbe restarci male. Anche se la Treccani indica come significato del termine proprio quello («colui che entra in un paese illegalmente») vanno preferiti, al posto di quel sostantivo denigratorio, vocaboli più rispettosi, come «migrante irregolare», o «richiedente asilo», «rifugiato», «beneficiario di protezione umanitaria», «vittima della tratta», «migrante», o nel caso «migrante irregolare», tutti più adeguati. 

Non clandestini, ma diversamente regolari. Un clandestino viene fermato dalla polizia con pistola e proiettili (fatto di cronaca successo giovedì ad Ancona)? Non è corretto titolare «Clandestino arrestato», ma va invece scritto «migrante irregolare» oppure «richiedente asilo fermato con pistola e proiettili». «Un extracomunitario scippa la borsetta con 700 euro a signora di 70 anni» (successo l’altro giorno a Reggio Emilia)? È preferibile non scrivere così, meglio «Un migrante scippa la borsetta», o anche «Un beneficiario di protezione umanitaria scippa una settantenne». Anche l’immigrazione ha il suo vocabolario certificato ed eticamente approvato, in questo caso dall’organo che vigila (solo in Italia e pochi altri paesi al mondo) sul comportamento e sulle opinioni dei giornalisti, l’Ordine dei giornalisti. Da qualche anno l’Ordine, in sinergia con l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (quello che aveva Laura Boldrini come sua portavoce), ha stabilito un «Protocollo deontologico concernente richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti», con allegato un glossario delle parole da usare e una spiegazione su quelle da non usare più perché razziste. Regole che, se violate, possono costare un procedimento disciplinare per un giornalista, un processino che può concludersi anche con la sospensione, o in casi estremi con la radiazione. Insomma c’è poco da scherzare per chi di mestiere scrive.

Con quel protocollo l’Ordine, e il sindacato dei giornalisti Fnsi, si impegnano a «promuovere periodicamente seminari di studio sulla rappresentazione di richiedenti asilo, rifugiati, vittime di tratta e migranti nell’informazione, sia stampata che radiofonica e televisiva», a «monitorare» l’informazione quando parla di migranti, a premiare gli articoli più migrantemente corretti. Ma non solo, spiega come bisogna scrivere. «Lo stesso termine “extracomunitario” può non essere appropriato – si legge nella circolare dell’Odg -, chiediamoci, ad esempio, per quale motivo non viene mai utilizzato negli episodi di cronaca che riguardano statunitensi o australiani o canadesi (che pure sono extracomunitari), ma sempre quando i protagonisti delle cronache sono di provenienza africana. Devono essere evitate espressioni che hanno valenza dispregiativa come ad esempio “Vu’ cumprà”. Anche il termine “clandestino” può avere valenza negativa e ingenerare allarme sociale, risultando perciò improprio: molti dei migranti fuggono da guerre e rivoluzioni e, più che clandestini, sono richiedenti asilo per motivi umanitari o di sicurezza».

Non ci vuole molto per finire sotto procedimento. Due colleghi dell’Unione sarda sono stati sanzionati dall’Ordine per un articolo sull’assegnazione di case a famiglie rom da parte del Comune di Cagliari nel 2012. Dopo un esposto dell’«Associazione sarda contro l’Emarginazione» l’Ordine ha aperto il procedimento e concluso che era stata violato il protocollo deontologico su migranti e minoranze: censura e avvertimento. L’Ordine invita proprio a non usare il termine «zingaro», perchè è «stigmatizzante» e discrimina i nomadi. Anzi, nemmeno «nomadi» va usato, perché si riferisce a popolazione che spesso non sono più nomadi, ma stanziali, e finisce con il ghettizzarli linguisticamente. Rom? Nemmeno, l’Ordine lo sconsiglia vivamente, a meno che non si conosca con precisione il loro ceppo, perché potrebbero essere Sinti, oppure Camminanti, e non Rom. E allora, un accampamento di zingari come si può chiamare? Ci si può recare lì e chiedere se si tratti di Rom o piuttosto di Sinti o Camminanti, e annotare la risposta del capo della baraccopoli. Oppure optare per «Romanì», con l’accento sulla «i» finale. Sempre che non si dia adito a confusione con «Romeni», perché non c’entrano e poi si finisce col discriminare loro. In alternativa, nell’imbarazzo, si può restituire il tesserino dell’Ordine.

 

SIAMO ALL’IDIOZIA PURISSIMA !!!

QUALCOSA CHE NEPPURE UBRIACHI E FATTI CI SI POTREBBE SOGNARE…..

LA MANIPOLAZIONE DELLA LINGUA ITALIANA A FINI SINISTRI !

IL ROM NON E’ PIU’ ROM….. CHE E’ ? UN LADRO PROFESSIONISTA PROTETTO ?

IL CLANDESTINO E’ UN DIVERSAMENTE MIGRANTE…..

QUESTI SONO INVECE VERAMENTE DEMENTI !!!

dove sono gli imbecilli buonisti di casa nostra ?

Islam: torna il mercato delle schiave ‘infedeli’

Centinaia di donne yazidi e cristiane prigioniere dei combattenti dello Stato Islamico in Iraq sono state vendute come ‘spose’ per 25 dollari a testa o più volte violentate in caso di rifiuto.

I sopravvissuti hanno raccontato di estetiste sono stati portati a truccare le donne prima di essere attaccati, e ha detto che alcune vittime sono stati costretti a chiamare le loro famiglie dopo per spiegare quello che era successo.

Secondo coloro che erano sfuggiti al carcere di Badush, a Mosul, nel nord dell’Iraq, il numero di donne potrebbe essere nell’ordine delle migliaia.

Dopo la cattura di Mosul da IS (precedentemente noto come ISIS o ISIL) nel mese di giugno, le truppe hanno preso d’assalto la prigione, ‘giustiziando’ centinaia di prigionieri.

Da allora il carcere è stato utilizzato per tenere prigioniere le donne ‘infedeli’ catturate dai militanti islamici durante la loro campagna in tutto l’Iraq.

Secondo Pakhshan Zangana, un funzionario del governo regionale curdo, le donne che arrivano al carcere hanno due scelte: convertirsi all’Islam e essere vendute tra $25 e $150, o se rifiutano sono sottoposte a stupro e morte lenta.

Ha detto al Daily Beast che una ragazza ha chiamato la madre da dentro il carcere e descritto di essere stata violentata da decine di uomini nello spazio di poche ore.

Altri hanno raccontato come alcune donne abbiano partorito all’interno del carcere, solo per avere i bambini tolti poche ore più tardi, senza rivederli più. Alcune delle vittime hanno meno di 14 anni.

Zangana sta ora cercando di raccogliere fondi per comprare le ragazze dagli islamici, ma senza l’aiuto internazionale è stato costretto a rivolgersi al crowd-sourcing, promettendo le persone i loro soldi indietro se aiutano.

Ha detto: “E’ una guerra psicologica. Queste famiglie sono già distrutte dalla perdita dei loro caro, e ora ISIS li fa chiamare a casa per dire loro delle atrocità che hanno subito”.

Ha aggiunto che la crisi non riguarda soltanto l’Iraq, ma riguarda i combattenti internazionali provenienti dall’Europa.

Nel frattempo, oltre il confine in Siria, è oggi pubblicato un video grafico che apparentemente mostrava soldati islamici esecuzione di circa 250 truppe siriane.

VOXNEWS

 

NIENTE FIACCOLATE ?

NIENTE LACRIME E CAPI COSPARSI DI CENERE ?

DOVE SIETE FEMMINISTE, “ISTE”  E BUONISTE ?

DOVE SIETE “FEMEN” E SIMILDEMENTI ?  

A QUESTI SUBUMANI TUTTO E’ PERMESSO ?

SCHIFOSI ,NEMMENO ANIMALI PERCHE’ QUELLI SI COMPORTANO DI GRAN LUNGA MEGLIO, CHE NOI NELLA NOSTRA IMMENSA IGNORANZA ED IMBECILLITA’ OSPITIAMO, MANTENIAMO, GIUSTIFICHIAMO E NON CONDANNIAMO….

QUINDI SIAMO COMPLICI !

incroci perniciosi:

Quando due razze s’accoppiano nasce un ibrido che non è né l’una né l’altra…

si chiama “bastardo” ma lui  crede d’essere sia come il padre, che come la madre:

in effetti il piu’ delle volte riassume le caratteristiche peggiori dei due genitori.

E’ il caso dei cattocomunisti , o comuncattolici, che persa ogni identita’ precisa

diventano “bimbiminkia” in balia di se stessi e delle proprie megalomanie ….

ne conoscete qualcuno ?

BD3456-Da-grandi-poteri---

minkiozzo da forli’ !!!

(ANSA) – ROMA, 29 AGO – “La magistratura ha aperto la strada; ora bisogna che a questi casi pensi la legge”. Lo dice il sottosegretario alle Riforme Ivan Scalfarotto sulla “sentenza storica” del Tribunale per i minori di Roma sull’adozione alla coppia lesbica …

 

ED IO CHE INGENUAMENTE HO SEMPRE PENSATO

CHE I GIUDICI DOVESSO APPLICARE LE LEGGI…

NON FARLE !!